venerdì 8 agosto 2008

OLIMPIADI 2008, FORZA ITALIANI MA, SOPRATTUTTO, QUANTI BONI!!


Sarà anche la civiltà più antica del mondo, avranno pure inventato la scrittura mentre noi ancora ci esprimevamo a grugniti come le lesbiche ma la sola immagine che ho negli occhi dei cinesi è quella di loro nella mi palestra che scatarrano nelle docce, vestono abiti di false grif (almeno copiassero bene, vanno in giro con della roba di Cavalli che, se è possibile, è persino più coatta dell’originale) e hanno un fiato all’aglio pestilenziale (una violazione dei diritti umani, altro che Tibet).
Ma oggi iniziano le Olimpiadi e io me le guarderò tutte, anche in diretta alle 3 della notte, visto che sono uno dei 12 ghei in tutta Italia ad avere anche l’abbonamento a scai sport.
In tutto questo marasma di polemiche sulle restrizioni liberticide della Terra di Mezzo (non quella di Tolchien ma la Cina), il doping, i record e, soprattutto gli atleti boni da ricovero in rianimazione, voglio fare i miei complimenti a
Matthew Mitcham, 20 anni, tuffatore australiano, biondo, abbastanza carino (quindi anche lui rientra di diritto nel ristretto clab composto da 28milioni di maschi che, anche se non mi fanno impazzire, comunque mi farei) ma soprattutto ghei dichiarato. Ora io non sono un fanatico dell’auting ma sono le motivazioni che lo hanno portato a rivelare ai 5 anelli e a i 4 venti il fatto che il culo non lo usa solo per sedersi a farmi apprezzare il ragazzino.
"Quando avevo 14 anni l'ho confessato a mia mamma, che si è fatta una risata, se n'era già accorta (ANCHE LA MIA SE NE ERA ACCORTA MA, QUANDO HO CONFESSATO, LA SUA REAZIONE E’ STATA TIPO: “SIGNORA, ABBIAMO SCOPERTO CHE SUO FIGLIO E’ L’ARCHITETTTO CHE STA DIETRO ALLA REALIZZAZIONE DELL’OLOCAUSTO EBRAICO DURANTE LA II GUERRA MONDIALE). I miei amici lo sanno, i miei compagni di squadra anche, non sono mica scemi, l'avevano capito pure loro (AL CHE MI SORGE IL DUBBIO CHE QUESTO, APPARTE MENTRE VOLTEGGIA DALLA PIATTAFORMA, PER IL RESTO ANCHEGGIA COME COME UNA BALLERINA DEL LIDO’ DI PARIGI).
Per me non cambia niente. Qualcuno mi dice: perché esibire la propria scelta sessuale? Io non giro mica con la bandierina in mano, voglio solo essere onesto, non sembrare quello che non sono. Quanti nella giornata parlano agli amici delle loro imprese sessuali etero? E quello non è esibire? E io perché devo fingere attenzione ed entusiasmo?". Già, perché? Si pensa sempre al campione come ad un uomo rude, come se i gay non potessero avere forza e coraggio (QUELLA SI CHE SERVE, CERTE VOLTE E’ IL MINIMO SINDACALE RICHIESTO PER AFFRONTARE UNA SERATA IN UN QUALSIASI LOCALE GHEI).
Per questo molti omosessuali nello sport stanno zitti. E poi c'è la paura di perdere gli sponsor: oddio e se mi tagliano il contratto? (PER FORTUNA IL MIO COME TESTIMONIAL DELLA PIRAMIDE DELLA PUPA E’ BLINDATISSIMO DAL 1988).
Nella moda e nelle arti il mondo è pronto a riconoscere agli uomini gay delle qualità che fanno la differenza (SI’, MO CI SONO I GHEI NELLA MODA!? QUESTO VEDE FINOCCHI OVUNQUE…), nello sport invece no (INFATTI IO HO FATTO DANZA E PATTINAGGIO SUL GHIACCIO CHE SONO DISCIPLINE CHE ARRIVANO DIRETTAMNTE DALLA CULTURA SPARTANA DEL III SECOLO A.C.).
E la gente capirebbe che non siamo bravi solo a ballare o a cantare (PERCHE’ NON CONOSCI MALGIOGLIO, SENNO’ ESCLUDERESTI ANCHE QUESTE CAPACITA’).
Sono un ragazzo normale, guardo i Simpson in tv e a settembre verrò in vacanza a Roma, anche se per certe cose la Spagna è meglio (IO A SETTEMBRE PRESIDIO TUTTI I VOLI IN ARRIVO DA SIDNEI, ALLA PEGGIO SE NON BECCO LUI, MI RACCATTO QUALCHE ALTRO AUSTRALIANO CHE RARAMENTE DELUDONO)".
Tra i 10.708 atleti presenti a Pechino hanno fatto outing in sette. A parte Mitcham, unico uomo, c'è la ciclista Judith Arndt, la schermitrice Imke Duplitzer, Gro Hammerseng e Katia Nuberg, coppia lesbica norvegese che gioca ad handball, la calciatrice americana Natasha Kai e l'attaccante svedese Victoria Svensson. TUTTE LESBICHE E, ALLA FACCIA DEGLI STEREOTIPI, TUTTE IN DISCIPLINE TIPICAMENTE FEMMINILE COME LA RITMICA E L’ARTISTICA.

27 commenti:

Anonimo ha detto...

Cavolo Insy siamo rimasti proprio in pochi!
Anch'io ho skysport, e siamo in due, ne mancano 10 e sai che bella community!

Macsi

Anonimo ha detto...

Ebbasta con 'sto accanimento con le lesbiche...un giorno una di loro dotata vestita da lara croft panzona verrà sotto casa a spaccarti il muso!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ma io le cito perchè confido nella loro ironia:)

Anonimo ha detto...

scherzi, le lesbiche hanno un finissimo senso dell'umorismo.
dovresti sentire che barzellette divertenti si raccontano a grugniti, quando la sera si riuniscono davanti al fuoco a scuoiare cinghiali.

Anonimo1 ha detto...

Epperò quando scuoiano i cinghiali lasciano la parte magra (il filetto) ai loro amichetti gay...sono brave persone, in fondo.

angie in crisi ha detto...

mmmm...che acidità oggi.

Insy caro, io non mi perderò un solo istante delle olimpiadi, soprattutto delle discipline acquatiche.
Alessio Boggiato mi fa letteralmente impazzire da anni ormai.
Per non parlare del caro e vecchio Ian Thorpe che purtoppo si è ritirato, aveva il 52 di piede, e secondo me un collegamento ad altre dimensioni c'è....

Ps: l'hai trovato il biglietto per il concerto o devo contattare il mio bagarino di fiducia? Fammi sapere.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ANGI: contatta, contatta!!!

halfblood ha detto...

beh si è vero abbiamo un sacco di bonazzi nella nostra squadra olimpica....metti anche howe, rosolino (che a vederlo ballare era adorabillismo) ehehehe

Gan ha detto...

Ma di Filippo Magnini ne vogliamo parlare, eh?

angie in crisi ha detto...

si Gan, parliamone... e anche il vecchio Antonio Rossi non è proprio da buttar via, o no?

Gan ha detto...

Mah, cara Angie, il bell'Antonio l'è bello, lo dice il ragionamento stesso. Ma ha qualcosa che me lo rende, come dire...incompleto. Sarà l'allure, sarà che il fascino uno non se lo può dare: ma a costo di essere lapidato sulla pubblica piazza lo cambierei volentieri con uno come Insy, ecco.

angie in crisi ha detto...

Gan caro, dopo aver visto Insy stai certo che se potessi cambierei chiunque non con uno "come", ma proprio con Insy.
Del resto sono una delle sue cortigiane preferite...
Non potendo farlo per motivi prettamente morfologici mi accontento di guardare sti bonazzi alle olimpiadi e sbavare sul mio 37" Aquos.
Ma cos'è Filippo Magnini?
No, dico, cos'è?

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ANGI: domenica iniziata male ma dopo il tuo commento, è tutta in risalita:)
quasi quais pubblico una foto, così poi vediamo se non sono meglio di Rossi:)

GAN: adoro la citazioe del Manzoni di Don Abbondio: "se uno il coraggio non ce 'ha,non se lo può daere da solo".
E' ana delle mi preferite;)

Anonimo ha detto...

Anch'io ho scaisport. E ne mancano nove.
Anche se l'ho disdetto perché il Tre Nazioni di rugby non è abbastanza per mantenerlo (a proposito, di questi rugbisti ne vogliamo parlare?).

Purtroppo il nuoto è deludente, da quando portano quei costumoni. :(

PS La Duplitzer è una dei pochi atleti che ha osato parlare pubblicamente delle violazioni dei diritti umani da parte della Cina.
E' lesbica? Allora si spiega anche come mai sia una fan dei viaggi in moto.

Anonimo ha detto...

non vedo l'ora che partano i tuffi :)))

angie in crisi ha detto...

Anonimo, io ho avuto l'immensa fortuna di vedere da vicino i fratelli Bergamasco.
Da infarto.
Larghi quanto un armadio di un ghei e rudi quanto una lesbica.
Peccato solo per le braccia completamente depilate, ma fa niente...

Buon giorno a tutti e un bacio al mio Re Sole.

Gan ha detto...

Cara Angie, a proposito del fascino che uno non se lo può dare, ho qualche dubbio che il bell'Antonio avrebbe colto la nascosta citazione manzoniana, e ancor di più che l'avrebbe ricondotta al giusto personaggio. Quindi due a uno per il Re Sole, e chapeau. Anzi, sciapò, come scriverebbe Lui.

unapersonanormale ha detto...

Scaisport, presente! Ne mancano otto all'appello!! Sono d'accordo con l'anonimo: ma vogliamo abolire quei costumi copritutto?

unapersonanormale ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
itboy_76 ha detto...

Reduce da 18 km di corsa mattutina, vi propongo il mio attuale oggetto del desiderio: Alex Schwazer, da Vipiteno, marciatore, carabiniere e faccia da bravo ragazzo (Se non avete altri impegni, venerdi' 22 buttateci un occhio)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ITBOY: ma te sei matto!? a me pesano 218 km anche inmotorino..

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ITBOY: visto, ma pesa comeun sacchetto di bruscolini? ma m'hai visto a me? lo abbraccio mi si sgretola tra le mani...

itboy_76 ha detto...

Insy, a mio modesto parere, Alex e' l'uomo ideale (almeno per questa settimana). Pesa 75 chili, e' alto 1 metro e 85, ha solo il 5% di grasso corporeo e dura mooooolto più del coniglietto duracell. Se proprio non ti piace, me lo tengo io...

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ITBOY: io ho bisognodi uno un po' più prestante non di un bibratore tutto ossa

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ITBOY: io ho bisognodi uno un po' più prestante non di un bibratore tutto ossa

Anonimo ha detto...

Io sono l'anonimo che ha stigmatizzato l'uso dei costumoni.
Oggi ho visto la gara del "nostro" Mitcham. Ha vinto. Non ha sbagliato niente, e negli ultimi due tuffi ha recuperato dalla terza alla prima posizione.
Dopo l'ultimo tuffo, rendendosi conto di avere in tasca la medaglia d'oro, non riusciva a trattenere la gioia. Ha salutato con un inchino il pubblico e i compagni di squadra che facevano per lui un tifo indiavolato. Quando ha vinto, si è messo a piangere come una fontana.

A parte che è carino, ma la sua mancanza di arroganza l'ha reso semplicemente ADORABILE.

Rosa ha detto...

sì sì,
viva Mitcham!!!
Anche io l'ho adorato con i suoi lacrimoni post-vitoria :)
Devo dire che anche io avevo intuito una vena di gaiezza, pur non vedendolo sculettare, quindi non ho dubbi che mamma e compagni se ne fossero accorti ;)
Che coccolo, altro che Antonio Rossi :P