giovedì 12 agosto 2010

BRIVIDI D'ESTATE.























Ho appena letto la lista dei tormentoni dell’estate 2010. Al terzo posto l’intervista scioc alle due coatte romane del: “la bira, ‘na doccetta e un Calippo”.
Al secondo: i pronostici del polipo Pol (voci indiscrete lo vedono in viaggio verso palazzo Grazioli per aiutare il premier a prendere la decisione di andare alle elezioni anticipate o meno).
Sbaraglia tutti quanti svettando al primo posto: i baci ghei sulla spiaggia!
Più temuti di una murena, più pericolosi della mucillaggine, più urticanti del tocco di una medusa, su tutti i litorali italici è un susseguirsi di famiglie in ambasce. Madri e padri vedetta che solo fino allo scorso anno perlustravano la battigia per assicurarsi che la digestione dei loro figlioletti non ne provocasse l’annegamento per congestione, oggi hanno un altro problema: preservare gli occhi filiali dalla vista di due uomini che si baciano! Del resto è risaputo quanto una scena del genere possa causare dei ritardi nello sviluppo psicologico dei bambini. Alcuni sembrano aver perso l’uso della vista dopo aver assistito a scene del genere, ad altri si è bloccata addirittura la crescita. Come biasimarli. Sarà ben più scandaloso vedere due ragazzi scambiarsi effusioni piuttosto che assistere a programmi dall’alto valore didattico come Velone, in cui ottuagenarie rincoglionite preferiscono andare a sotterrare la loro dignità ancheggiando come 16enni cerebrolese piuttosto che scegliere quale marcia far suonare il giorno del loro funerale?
O fissare il culo di Belen per 5 minuti durante l’intervista da Pulizer sul suo rapporto con Corona trasmesso durante il TG di punta o l’edificante macarena politica a cui stiamo assistendo criticata ormai persino da Famiglia Cristiana?
Ma state tranquilli cari genitori, la morale dei vostri figli e l’integrità delle vostre belle famiglie fatte di soprusi, violenze domestiche e neonati gettati dalla finestra come mozziconi di sigarette ora è tutelato da schiere di bagnini che forse non sapranno salvare dal mare un bagnante in difficoltà ma sanno riconoscere, individuare e sanzionare anche il minimo accenno di bacio omoricchione.
È capitato addirittura a Torre Del Lago (riserva faunistica omosecs già dai tempi in cui l’uomo camminava a quattro zampe per cause evolutive prima ancora che erotiche) e l’altro ieri al Settimo Cielo, stabilimento frocio storico di Capocotta (Roma). Quindi ricapitolando: se sei ghei e ti nascondi, ti accusano di ghettizzarti. Se lo fai per strada, sei un porco esibizionista “’ste cose falle a casa tua!”. Se lo fai nelle spiagge ghei, neppure. Perché non si capisce come mai ci sia sempre un genitore di turno che su 4000 chilometri di patri lidi decide di venire a scassare la minchia proprio in quei lembi di sabbia frequentati dagli invertiti. E invece di suggerire ai timorati genitori: “ se non vi sta bene potete anche andare da un’altra parte”, si preferisce censurare chi lì dovrebbe sentirsi protetto e tutelato.
Sarà pure estate, ma io sento spirare venti di repressione e intolleranza che fanno venire i brividi.

12 commenti:

Ace ha detto...

Penso che il lapsus "ATRO ieri", sia significativo: giorno oscuro, nero, cupo.

Rainbow ha detto...

Insy, non usare il termine "invertiti", preferisco il termine "ricchioni" o "finocchi". Ma invertiti,no per favore!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

d'accordo Rain, altre richieste? vi piace il lettering? Il titolo del blog è di vostro gradimento o cambio anche quello? :)

Rainbow ha detto...

Tutto SUPERGRADITO, grazie! Mi piacciono moltissimo i tuoi post, e quest'ultimo è azzeccatissimo!
Un bacione insynuante

Anonimo ha detto...

Italia paese di ipocriti.
Punto.
Buona estate!!!
Frency

Anonimo ha detto...

i media forse esagerano...torno oggi da torre e tutti erano a loro posto; ho visto anche il "kiss in" di protesta di ieri e c'erano molte coppie (le foto sono su tutti i giornali locali)

ps: alla lecciona non ci sono i bagnini...(purtroppo)

Sara ha detto...

Anch'io ho sentito diverse interviste ai Tg su "quanto possano essere dannosi per i bambini i baci gay" O___O
Assurdo che i perbenisti siano così vili da nascondersi perfino dietro alla propria prole, ragazzini che non sanno nemmeno dov'è il proprio naso figuriamoci quanto gliene può fregare di un bacio gay in spiaggia...

bobpuley ha detto...

per Rainbow,

se invertiti non ti piace, senti questo:
Questo è il pensiero di monsignor Vincenzo Franco, vescovo emerito di Otranto. "Se muore un gay certamente me ne dolgo e prego per lui, ma non posso celebrare una messa funebre per la semplicissima ragione che è morto senza pentimento, senza cambio di vita e da pubblico peccatore, pietra di scandalo."
http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/08/08/se-nichi-torna-un-gay/48644/

Anonimo ha detto...

Ho letto oggi la lettera che uno dei due ragazzi gay ha scritto sull'accaduto. La cosa che più mi fa incazzare è che uno di questi bacchettoni ipocriti ha detto: "Vattelo a prendere nel culo da un'altra parte!". Spero che qualcuno gli abbia risposto: " Se vieni in uno stabilimento gay, con tanto di bandierona rainbow 4 x 8, e ti dà fastidio vedere due uomini o due donne che si baciano, allora devi essere solo che un cerebroleso. Magari vattelo a pia te nel culo dietro 'na duna, forse scopri che te piace, se non hai già provato, criptochecca di merda!".
Simone

Anonimo ha detto...

insy ma quello in foto sei tuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu?????? *_*

Emy

Anonimo ha detto...

insy ma quello in foto sei tuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu?????? *_*

Emy

Anonimo ha detto...

ciao Insy ,io ho due ragazzini di 11 e 14 anni che sono venuti su con vedendo Will e Grace tutte le sere come la maggior parte dei loro coetanei credo ...ai bambini nn gliene frega niente di certe cose, sono tutte scuse per rompere i coglioni e far tornare indietro questo paese.
Antonella.