mercoledì 20 luglio 2011

SUPER EROI E SUPER CAZZATE



















Il 22 luglio, quandanche facessero 43° all’ombra, io mi piazzo davanti al cinema per essere il primo ad entrare al primo spettacolo della prima di Capitan America.
Sono un patito del vendicatore? No, ho sempre preferito gli X man.
Non ho nient’altro da fare il pomeriggio? Ovvio, ho una vita patta come l’elettroencefalogramma di Nina Moric.
Ritengo il regista Joe Johnston un genio della cinematografia? Macché, l’ho dovuto cercare su Gooogle.
La verità è che a incarnare l’eroe a stelle e strisce è Chris Evans, un giovane attore del quale conservo da anni una pagina di giornale che lo ritrae mezzo nudo appiccicata con lo scotch sull’anta interna della armadio, manco fosse la foto della mia fidanzata e io un militare di stanza in medio oriente.
Fatto sta che lui è il mio tipo ideale (certo lo è anche Hugh Jackman e almeno una mezza dozzina di attori delle varie case di produzione di film gay ma che c’entra, adesso non mettiamoci qui a spaccare il capello in 4). Del resto a chi non piacerebbe uno bello, biondo, occhi chiari e un fisico da farsela addosso?
Ma non è questo il punto in questione.
Stavo infatti leggendo un articolo su Vanity Fair che saltuariamente alterno al Wall Stree Jurnal, il Sole 24 ore e cahier du cinema, giusto per rilassarmi un po’, quando appunto becco un’intervista al mio (mi piace chiamarlo così) Chris che rivela il segreto che sta dietro la sua esplosione muscolare resa necessaria per interpretare il super eroe.
Insomma prima aveva un bellissimo corpo ma meno grosso adesso invece ha dei pettorali talmente gonfi che se gli ciucci il capezzolo è probabile esca dell’elio e ti ritrovi a parlare come paperino.
Comunque lui ci svela che è tutto merito dei petti di pollo e due ore di palestra al giorno. Temo che questa cazzata l’abbia detta tre mesi fa e che sia stata questa la vera causa dello tzunami che ha devastato il Giappone (perciò cari nipponici chiedete pure il risarcimento alla casa di produzione).
Quindi Chris, mi vuoi far credere che basta sterminare generazioni di pollo e fare bene la panca piana per ottenere questi risultati?
Sì, certo e nelle fogne di New York ci sono coccodrilli di 12 metri e le modelle la sera cenano a carbonara e tiramisù.
Insomma basta frequentare una palestra anche solo per godersene la sauna per sapere che è impossibile arrivare a quei risultati senza bombe atomiche a base di estratto di testicoli di drago! Il suo è un ultracorpo che non esiste in natura ed è ottenibile solo controvertendola con la chimica sperimentale.
Non che ci sia nulla di male, ognuno fa quel che crede ma non mi venire a dire che basta un pollo alla diavola e volontà per diventare così altrimenti mi tocca pure credere alla Loren che confessa essere la pizza il segreto della sua eterna giovinezza e non quel chilometro e mezzo di fili che hanno usato per ricucirsi la faccia ancora tesa e tonica come un pallone di cuoio!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Il tuo (ti piace chiamarlo così) Chris?!?!? Vorrai dire il MIO Chris!!!! XD
Vabbeh.. credo che sia il sogno erotico di molti(ssimi), ma volendo mi accontenterei pure del fratellino che pare tutto fuorché etero! :P

RED

pamela ha detto...

cioè, petti di pollo e palestra funzionano, ne ho la prova vivente con il mio Ken, ma non in 3 mesi...ci vogliono 3 anni...

Alfiere ha detto...

Sono d'accordo con Pamela,la dita unita ad un buon allenamento aiuta, ma in tempi molto più lunghi.

Il fatto è che Chris era avvantaggiato avendo già un fisico più che tonico e ababstanza nuscoloso.

Anche se io lo preferivo, nella versione precedente, meno gonfiato e con qualche pelo in più,anche se... mica è da buttare conciato così!

Lilli ha detto...

Eh già,queste sono di quelle dichiarazioni che fanno sentire noi comuni delle vere molle di braghe incapaci di applicarsi con dieta e palestra,quando poi questo tipo di 'sacrificio' è legale negli states oltre che portatore di fastidiosi effetti collaterali...quindi è bene pensare dove si vuole essere mollicci!;P

Paolo ha detto...

Chris Evans era già muscoloso nei Fantastici 4, ovvero 6 anni fa, quindi quel fisico può essere il risultato di un normale allenamento in palestra, per di più se viene fatto potendo contare su un ottimo allenatore personale.

Casomai, è molto difficile che questo bel giovanotto abbia mantenuto la costanza per tutto questo tempo, ed è più possibile che si sia allenato in tempi più ristretti, ma non me la sentirei di dire che è dopato, per dirlo bisognerebbe ben vedere come è fatto e in particolare le gambe, ma queste foto sono pienamente nel mondo del possibile in modo natural.

Signor Ponza ha detto...

Io, non si sa mai che poi alla fine abbia ragione, ho iniziato a portarmi avanti abbuffandomi di petti di pollo. Per le due ore di palestra al giorno ci penserò più avanti. Dici che funzionerà?