martedì 13 maggio 2008

MA NON SI PARLAVA DI CITTA' PIU' SICURE?


Ormai ogni volta che devo prendere il motorino devo fare una richiesta in marca da bollo alla sovrintendenza archeologica di Roma quindi in attesa del via libera sono passati quasi sette giorni dall’ultima volta che ho cavalcato questo che ormai è il tipico manufatto che testimonia come durante l’età del ferro la ruota fosse stata già scoperta.
Ieri quindi strappo i sigilli dalla sella e mi dirigo vero l’ufficio. All’altezza del Colosseo vedo che i giapponesi smettono di fotografare l’arena e per rivolgere gli obiettivi verso qualcosa di ben più antico che non sono io, o almeno non ancora, ma il mio motorino. A quel punto mi accorgo che la ruota praticamente è una sottiletta che gira intorno al cerchione e per evitare di dovermi incollare il motorino completamene sgonfio ritorno verso casa. E’ comunque molto tardi e visto che Brunetta, il neoministro della funzione pubblica che con il suo metro e basta d’altezza è la versione governativa della signora Minu (ndr: un cartone animato degli anni ottanta dove una vecchia non si sa per quale motivo, quando starnutiva invece di uscirle il mocciolo da naso si rimpiccioliva alle dimensioni di un cucchiaino da tè), minaccia licenziamenti agli assenteisti, lascio il motorino con l’intento di ritirarlo in serata per portarlo dal gommista.
Ora sotto la sella il posto per il casco non c’è e non posso neppure metterlo nel bauletto dato che me lo sono perso a capodanno di tre anni fa su via di Portonaccio andando a MuccaAssassina, dove arrivai solo 2 ore dopo visto che cadendo era stato arrotato dalla macchina che mi seguiva e quindi avevamo pure dovuto fare il cid, tutto questo sotto una pioggia torrenziale mentre Noè dalla sua arca gridava: “ho visto tutto. E’ colpa del ricchione con il motorino scrauso!!”. Quindi visto che solitamente arrivo in ufficio che sembro già un bibitaro della spiaggia di Ostia carico della borsa della palestra, della valigetta porta compiute e della sacca con dentro il pranzo decido di legare il casco sotto la sella. Ma siccome sono uno scaltro che faccio? Parcheggio il motorino davanti a una banca, notoriamente posto sicuro secondo solo alle mutande di una lesbica.
Mo però ve la faccio breve.
Ieri sera dopo essere tornato dall’ufficio vado per riprendere il motorino ma il casco, non c’era più. Il ladro deve essere uno che per masturbarsi invece di usare video porno mette su il dvd di Airone sullo sterminio dei cuccioli di foca perché solo un sadico alla vista di quel catorcio di motorino poteva essere tanto spietato da rubare il casco invece di metterci dentro 10 euro d’elemosina.
Un casco che a malapena ti ripara dalla pioggia figurati da una caduta. Con la visiera sfondata e il rivestimento interno scollato. Caro ladro ma mi dici che cosa ci devi fare?!
Io che non ho preconcetti sono sicuro che sia stata una di quelle pancabestie orrende che girano per San Lorenzo arrivate da qualche sperduto paesino del sud, di quelli a cui hanno dato l’allaccio della corrente elettrica solo a metà degli anni ’90 e che è venuto a Roma fingendo di studiare. Di quelle zecche orrende che non si cambiano mai quei vestiti lerci di dosso anche perché ormai la zella ha fatto da collante con la pelle, che quando ti vedono ti chiedono un euro per comprarsi una crep alla nutella per farci cena e che tu non capisci mai quando parlano perché venendo dal nulla hanno un accento chiaro come un trattato di agronomia scritto in lineare B. Uno di quelli che vedi per il quartiere a fare un cazzo ma sempre con un cane al seguito, solitamente legato con una corda, con un nome a scelta tra Destroi, Anarchi, Cheta o una bestemmia a Dio e che te ti auguri sempre che il prossimo caso di cronaca in cui il cane sbrana il padrone li renda protagonisti.
E meno male che Alemanno aveva garantito strade più sicure e riduzione della microcriminalità. Gianni, fa qualcosa!

9 commenti:

Anonimo ha detto...

non credo che quello che te l'ha rubato starà tanto bene da domani..

Anonimo ha detto...

Insy...ora sappiamo cosa regalarti per il prossimo compleanno!

;-)

Baci, Jus.

simone che si è appena preso il caffettino e si appresta a fare la siesta pomeridiana ha detto...

così almeno te ne compri un altro!!! :)))

Ti immagini se ti avessero fregato il motorino lasciandoti il casco? da barzelletta proprio

Comunque questo post lo inserirei anche nella categoria "così t'impari" :D

redrum_ ha detto...

hai mangiato pane e geims giois ieri?
ho fatto meno fatica a seguire l'intreccio dell'ulisse leggendolo direttamente in inglese.

comunque mi spiace per il casco...

Enrico* ha detto...

Quoto Redrum...
Eddai Insy, butta via pure il motorino e compra tutto nuovo!!

Iceskater ha detto...

Ehm... forse davvero il tuo amico col patè di gallina sugli occhi ha sbagliato qualcosa... secondo me devi fare come Streghe e col potere del trio recitare la formula dell'incantesimo al contrario, magari te ne va dritta una...
Massima solidarietà: a me hanno rubato un CBR da 11.000 euro. E mi è rimasto solo il casco, che lo voi?? (ma è un'integrale).

blackstar ha detto...

Parlate, parlate pure... Intanto un problema grave questo Governo l'ha giá risolto. C'é meno criminalitá per le strade...... settanta di loro sono andati in Parlamento!!!
Blackstar

Anonimo ha detto...

beh insy io ho lasciato le chiavi attaccate!!! (scooter 200 da 3'500 euri), quando son tornato ho trovato un bel bigliettino con su scritto: "HAI LASCIATO LE CHIAVE ATTACCATE, LE TROVI SOPPRA LA RUOTA POSTERIORE" poi era tutto vero in fatti le chiavi le ho trovate proprio, ma il caro buon samaritano ha dimenticato di scrivere: "INVECE IL CASCO (NUOVO) TE L'HO FREGATO, PERCHE SEI UN COGLIONE...."
capito cara insy!!!! si vede che dovremmo andare una di queste domeniche a porta portese... baci cara!!!

Anonimo ha detto...

la penso in parte come te..ma tu con sta aria da alternativo, simpatico e fuori dalle righe.., nascondi la tua anima da fascista e qualunquista!