martedì 20 maggio 2008

UN'ICONA MANCATA


Eppure il curriculum era perfetto. Bona come altre migliaia, partecipazione a miss Italia senza beccare neppure una fascia quando ormai la danno anche a quelle che concorrono in un polmone d’acciaio, conduzione di programmi visti solo dai parenti più stretti durante i brec pubblicitari sugli altri canali e un talento da Corrida di Corrado. Insomma le aveva tutte le potenzialità per diventare anche lei una delle milioni di icone ghei e invece che fa? Rinuncia a quest’unico vero riconoscimento negando il sostegno al ghei praid.
Si vede proprio che non era tagliata per lo spettacolo. Chi infatti rinuncerebbe al carro d’apertura del corteo di ricchioni in deliquio che le gridano per 3 ore di percorso: “sei bellissima!!”, pranzo e cena assicurate, un paio di foto in cronaca locale e la copertina insieme alla Tatangelo di Hit Cula Dens 2008, il cd ufficiale del corteo.
Però non le si può non riconoscere uno spiccato senso dell’umorismo dal momento che per lei: i ghei sono perfettamente integrati nella società, in Africa non e vero che c’è la fame ma è solo una loro scelta causata dalla fissa per la linea e il riscaldamento terrestre è solo una mossa degli stabilimenti di Rimini per incrementare la stagione balneare in Romagna.
Ma lei che è un ministro scrupoloso, non ha chiesto alle associazioni ghei (con i loro dati sulle disparità in ambito sociale,giuridico, lavorativo…) o anche solo alla questura (con i loro fascicoli sulle violenze omofobe) quanto sia fondata questa ipotetica integrazione. Lei si è affidata a delle fonti molto più attendibili: i suoi amici ghei. Quindi basta che un ricchione dica che “se volemo tutti bene” che per Mara questo è un elemento attendibile per parlare di assenza di discriminazione. Quindi allo stesso modo basta trovare un paio di eroinomani che dicano al ministro degli interni che a loro la droga fa bene e da domani possiamo tutti metterci a comprarne sui banchi del mercato.
Mara mia, capisco che partecipare al quel baraccone di corteo non ti si addica, te che vieni dagli illustri programmi condotti da Mengacci, ma affermare che ormai il popolo dei chiappa chiacchierata hanno pari opportunità quindi non trovi motivo di manifestare (praid o non praid) mi fa pensare che te piuttosto che La domenica del villaggio dovevi partecipare a La sai l’ultima?

55 commenti:

redrum_ ha detto...

un uccellino mi aveva detto che questo post sarebbe arrivato (siete liberi di cogliere i doppi sensi) quindi eccomi qua subito a postare un commento.
l'avrei scritto addirittura io sul mio blog, un post su sta cosa, anche se di solito non sono uno che per principio il pride qui e l'arcigay là.

La ministra è di centrodestra e quindi non è daccordo ideologicamente? va bene, posso capire: ognuno ha le sue idee (anche se in teoria dovrebbe ricordare che rappresenta un po' tutti gli italiani, pure i finocchi, ma vabbè).
Però quel che mi turba non è il mancato patrocinio del pride, che mi sarei aspettato comunque. E' la motivazione. Per fortuna che noi in italia siamo accettati e integrati davvero, mica come in altre pseudo repubbliche false e ipocrite come la spagna: se lì il pride lo fanno come mi dicono, allora nonostante i matrimoni ghei e le adozioni e tutto il resto, forse forse i gay non sono ancora integrati? uh poveri maricones, che falsi gli spagnoli...
ma secondo voi l'amico della carfagna che dice che siamo integrati è lo stesso che batte di notte e si fa corcare di botte per poi andare a dormire truccato a cui si è ispirata la tatangela?

Anonimo ha detto...

Insy, sei un genio

Enrico* ha detto...

Pienamente ragione Insy, ma una cosa l'hai sbagliata...
Nel 1997, quando partecipò a Miss Italia, la Carfagna ha ricevuto ben due fasce: Miss Cinema e Miss Sorrisi e Canzoni Tv...

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

allora tanto valeva quella di miss polmone d'acciao

simone ha detto...

che amarezza.

Vorrei tanto sorridere del tuo post oggi, ma non ci riesco.

Anonimo ha detto...

Dico a te quello che ho detto anche altrove.
Con le critiche alla Mara sfondi una ...già sfondata.
E' inutile consigliarla. Fin quando non esce un autoreggente cerebrale od un push-up neuronale non possiamo pretendere che questa cifra intellettuale.
Ahimè...

Anonimo ha detto...

Tatangelo e Carfagna...e noi nel mezzo.
Poi dici che culo a nascer ghei!!

itboy_76 ha detto...

Redrum, per caso sai se il praid di Milano è confermato? A quanto mi risulta nella stessa giornata, alla stessa ora e nello stesso posto è prevista un marcia ambientalista... Che sia l'ultimo scherzo di Sgarbi a Suor Letizia? Per la cronaca, mentre i Romani hanno cominciato a costruire il loro sito (complimenti Glitter!), quello del pride di Milano è scomparso due settimane fa (l'indirizzo rimane ma i contenuti sono forniti da altri: pirateria?)

redrum ha detto...

se a milano facciano il pride o meno non lo so, sinceramente. chiedo a Manid'Oro che è + informato. cmq è vero che il sito del pride, se c'era, è sparito. però è utile lo stesso: io stavo cercando un suv e un ristorante per andare a cena e ho trovato entrambi.

itboy_76 ha detto...

Redrum, quante volte te lo devo dire? Basta inquinare! Al posto del SUV comprati una bici (che rassoda i glutei, brucia calorie di troppo e non ti costringe a cenette spartane come quella di ieri)

redrum_ ha detto...

ma... ma... l'ho presa ibrida.
che fa un po' trans, no?

Anonimo ha detto...

Ma povera nostra ministra delle IMPARI OPPORTUNITA'...d'altronde lo sforzo, non si sa se fisico o intellettuale ma propendo di più per il primo, per arrivare dov'è ora, dal sesto posto di Miss Italia e dai programmi con Frizzi le hanno sterminato i due neuroni che vagavano per il suo cervello...pertanto dall'assoluto nulla, che è rimasto all'interno della sua scatola cranica,sono scaturite parole confuse e senza senso quali INTEGRAZIONE, NO PATROCINIO, GAY...e su quest'ultima ha rischiato di fare pure un ictus seguito da un mezzo arresto cardiaco...ragazzi, un pò di comprensione per la nostra signora delle IMPARI OPPORTUNITA!!!

Tiziana

Miss Roboto ha detto...

Questa cretina ha già stufato.
Meno male che i ghei sono integrati e io che non me ne ero resa conto. Vivrò in un mondo tutto mio, dove a un ragazzetto solo per un pettegolezzo sono capaci di menargli in quattro e poi andarne pure fieri (con il beneplacito della società).
Amarezza portami via

Pol ha detto...

probabilmente pensa che le pari opportunità siano quelle che ha sotto il reggiseno.
Ha perso l'opportunità di dimostrare che le miss hanno anche un cervello.

Gan ha detto...

Ci sono ragazze che stanno sedute sulla loro fortuna, ma che al contrario di Insy non lo sanno. Mara aveva la fortuna di poter diventare la più amata e venerata icona de noantri, e che mi fa? Mi diventa una binetti qualsiasi, senza nemmeno il glamour SM del cilicio. Delusioneeee!

Gan ha detto...

@ Redrum: quando mi porti a cena e poi a fare un giro sul Suv?

ErPupone ha detto...

Altro che la Carfagna, dovevano fare te ministra delle pari opportunità! Sei pure più bona, secondo me :-)

Gan ha detto...

Anche secondo me! Sciao pupò!

redrum_ ha detto...

gan: potremmo mangiare direttamente sul suv. a milano c'è il tram dell'atm col ristorante sopra, non vedo perchè io dovrei essere da meno

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

grazie ER PUP;)

X ROCCO: certo che se stavo ad aspettare le tue "dritte" su NY stavo fresco...

Kaishe ha detto...

Certo che leggere le esortazioni di cotanta ministra alla "sobrietà" avendo davanti questa sobria pagina di calendario...

Credo che avremo un futuro sorprendente...

Gan ha detto...

Non ci credooooo!!! L'icona mancata ha ritrattato, e adesso dice che certo che ci sono, le discriminazioni verso i gay, ma che lei le combatterà impavida. Che però non s'azzardassero a fare "rivendicazioni pubblicistiche", sti froci.

@ redrum: va bene, i panini con la frittata li porto io. Ci pensi tu alla Peroni?

Anonimo ha detto...

Le dichiarazioni della Carfagna purtroppo non sono solo indice di mancanza di neuroni. Dietro le sue dichiarazioni c'è sotto una ben precisa cultura politica. La verità è che non c'è volontà di cambiare le cose ma non possono dirlo apertamente, quindi l'unico passo che resta è quello di sminuire il problema. Se il problema non esiste, non c'è bisogno di adottare provvedimenti per risolverlo...
B*

Halfblood ha detto...

sei un grande.... ma la mia domanda frequente è : In mano ache governo siamo finiti? Sentito quanto costa als uite imperiale del Berlusca qui a Napoli e soprattutto quanto è grande??? 450 m2 con tanto di piscina interna e costa 4.300e a notte! siamo nella repubblica degli sprechi!

Quadraretto View ha detto...

quasi tutti gli etero e buona parte dei gay pensano che i pride si una festa, in realtà sappiamo che è una ricorrenza! Oggi leggevo i commenti su IL GIORNALE on line..addirittura si sentono autorizzati a chiamarci "diversamente orientati"...ma del significato storico del pride nessuna traccia

itboy_76 ha detto...

B*: condivido in pieno

Quadraretto: Significato storico? Secondo te quelli della gita a Napoli sanno qualcosa dello Stonewall? E già che parliamo di informazione, per caso hai visto il servizio del TG1 l'altra sera? sembrava che avessero aperto la stagione della caccia (alle trans)

Quadraretto View ha detto...

@ITBOY
..Però questa "deficenza" è colpa anche della cattiva informazione che fanno le varie associazioni omosessuali.vedi il confine tra rivendicare politicamente la libertà ad esibirsi e quella di esibirsi e basta e molto sottile e quindi strumentalizzabile.Il Pride dovrebbere ritrovare la sua valenza estetico-politica.Quidi ,si x chi vuole merletti e trucchi pesanti,ma senza dimenticare che non lo fa per vanità ma per una causa di civiltà.
la caccia ai trans è triste, però è vero che dovrebbero essere più educati e puliti sul "posto di lavoro" :)

Anonimo ha detto...

Quello che pensa e dice la Carfagna lascia il tempo che trova visto il pulpito da dove parte la predica.
Ma è anche triste che molti, moltissimi gay non sanno cosa significhi il Pride e non abbiano idea di cosa sia costato. Risolvere tutto in un corteo di lustrini e culi (tanti) è molto riduttivo. Negli States, ma non solo, la parata è solo una manifestazione al limite della satira e dell'autoirnia. Una esaltazione parossistica degli stereotipi che gli *etero* hanno sui gay. Contano molto di più tutte le manifestazioni e convegni che accompagnano la settimana della Pride Parade. Qui dove sono?

rocco

Anonimo ha detto...

@INSY
ma avevo capito che vai ospite di qualcuno.
Bé, se è un newyorker saprà bene come farti godere la città. Non credo che avrai bisogno delle mie dritte!

rocco

Gan ha detto...

@ rocco: richiederebbe davvero troppo spazio riportare le numerose iniziative organizzate per il pride di Bologna. Però guarda qui, e vedrai che sono tante, interessanti e di ottimo livello:

http://www.bolognapride.it/categories/calendario/

Quadraretto View ha detto...

@Rocco
Qello che dice la ministra delle pari opportunità, non lascia il tempo che trova, sottovalutare questo tipo di esternazioni e pericoloso,alla fine di questi 4 anni ci troveremo esattamente come 30nanni fa, la Carfagna con questo tipo di politica è atta a sgretolare la società civile...pericoloso molto pericoloso

Quadraretto View ha detto...

@Gan
come stai? Ti leggo Bloggalmente attivo!

dm ha detto...

insomma, chiaramente la carfagna è un ministro ma ha il cervello da soubrette, però dico la mia, e cioe che dopotutto da gay credo sia vero che 'i gay' tendono a fare un po troppo rumore per i loro diritti. cioe, che li meritino certo. ma francamente mi indignerei molto piu per altri problemi relativi alle 'pari ooportunità': famiglie in condizioni miserabili, alloggi, discriminazioni razziali...
insomma questi matrimoni gay si faranno tra 4 anni o tra 30, la percentuale di persone che soffriranno della loro mancanza in questo periodo credo sarà miserrima rispetto a chi è in altre categorie e soffre come e anche di piu.
Quanto al gay pride, concordo che ci vorrebbe un pride fatto di comizi, film , teatri, manifestazioni culturali: quello farebbe capire cosa siamo e cosa vogliamo, ma non mi pare venga fatto o forse non viene citato dall'informazione.
Del resto negare che buona parte di chi va al pride ci va per sculettare o per rimorchiare mi pare un po ipocrita.

Gan ha detto...

@ Quadraretto: ciao cari, io invece vi vedo dannatamente pigri, insomma, quand'è che scrivete qualcosa?

@DM: sei gay? Spero di no.

Quadraretto View ha detto...

@Gan
Abbiamo avuto un periodo piatto!!!!
@Dm
...il tuo commento è destabilizzante, rivendicare i diritti base della "convivenza"civile ...è appunto civile! Lady Carfagna si potrebbe occupare sia delle unioni ,che delle case, che delle ragazze madri ecc ecc...sai è teoricamente il suo mestiere occuparsi delle Pari Opportunità.
il punto è che lei parlando al posto di tutti noi omosessuali ha detto che stiamo bene così , vedi DM anche se tu non ti vuoi unire devi combattere affinchè chi lo vuole fare lo possa fare...la democrazia evoluta funziona così

CAVALLO CURIOSO ha detto...

ah come me lo aspettavo ...credete davvero che bisogna dare il patrocinio al gay pride?
io credo che una manifestazione fatta da lustrini,volgarità,trucco e nudità,oscenità non farebbe bene a nessuna categoria se non a quella del COMITATO BALLERINI BAGAGLINO.sarebbe meglio evitare il gay pride che resta l ultima cosa che davvero ghettizza i gay,poi una domanda:chi si sente davvero discriminato?
attenzione,per discriminazione non intendo essere preso in giro a 14 anni a scuola altrimenti si dovrebbero fare 87 pride al mese:secchion pride-quattrocchi pride-panino rubato pride-etc etc.

CHI SI SENTE O E STATO DISCRIMINATO?

Gan ha detto...

@ cavallo curioso: il patrocinio del Pride non è richiesto per la sfilata che tanto agita i sonni delle cule represse, ma per le numerose iniziative collaterali, convegni, mostre, dibattiti, spettacoli teatrali.
Per quanto riguarda la discriminazione, mi sembra sia discriminante affermare, come fa la s'ignora Carfagna, che una larga fetta di popolazione italiana non può avere gli stessi diritti che sono goduti dalla parte restante. E quel che è peggio, che non può e non deve rivendicarli. E mi sembra discriminazione, tanto per dire, affermare , come ha fatto Fini, che le norme antiomofobia non vanno bene in quanto non consentono una corretta pedagogia . E mi sembra discriminazione, ad esempio, impedire ai gay di donare il sangue come succede in diversi ospedali.

Quadraretto View ha detto...

@ Cavallocuriò
Il pride nasce come commemorazione(lo sapevi?).
discriminare è : la Moratti fa chiudere la mostra sull'arte omosessuale(provocatoria? ma l'arte è provocazione).
la mamma che accoltella la figlia adolescente perche lesbica.
Ritirare i fondi x una rassegna bellissima chiamata "amori diversi"(perchè si è scoperta tendenzialmente omosessuale)
coppie di omosessuali che convivono da secoli insieme ..eppure da vecchi non hanno riversibilità della pensione,o giorni da poter prendere al lavoro se il compagno sta male(a ,si !può prendersi le ferie)...devo continuare?....no perchè se vuoi continuo

dario ha detto...

@ quadraretto:
settimana prossima forse scendo a roma! cena da qualche parte? quand'è che diventate "gente di dublino"?

Quadraretto View ha detto...

DARIUSH!!!!!!!
cena al quadraretto!
barfly da luglio, io ho un po di lavoro, farò avanti e indietro x 2 mesi

DELFINO GOLOSO ha detto...

x GAN

1 DEFINIRE UNO CHE HA I TUOI
STESSI GUSTI SESSUALI CULA REPRESSA è DISCRIMINATORIO.LO HAI DETTO TU E TUTTO è OK SE LO DICESSE LA CARFREGNA APRITI CIELO.

2 LA LEGGENDA METROPOLITANA CHE I GAY NON POSSONO DONARE IL SANGUE è DAVVERO SIMILE AL COCCODRILLO NELLA METRO.ORA PERCHè UNA COGLIONA DI DOTTORESSA HA IMPEDITO AD UN GAY DI DONARE SI DICE CHE I GAY NON POSSONO FARLO.IO SONO DONATORE DA 8 ANNI ,AVIS,PER LAVORO MI SPOSTO OGNI 6 MESI E QUINDI HO DONATO CIRCA 16 VOLTE MAI UN PROBLEMA E DICHIARATO GAIO.DIMMI GLI OSPEDALI E TI GIURO CHE MI DOCUMENTO.

3 CHE FINI ABBIA LE SUE IDEE O CHE IL PAPA O LA CARFAGNA LA PENSINO DIVERSAMENTE CI PUOI FARE BEN POCO,RASSEGNATI:FINI =DESTRA =NO FROCI..CARFAGNA =DESTRA=NO FROCI PAPA=CATTOLICO=A MORTE I FROCI.MA VI RISULTA COSI DIFFICILE PENSARE CHE POSSA ESISTERE QUALCUNO CHE NON VI AMMIRI PER I VOSTRI GUSTI SESSUALI...PENSA AI GRASSI CHE SONO DISCRIMINATI PER MOLTO MENO...CREDO CHE NON CI SIA QUESTA URGENZA IN ITALIA E CHE UN PAESE NN SI DEFINISCA AVANTI SOLO PERCHè I FROCI SI POSSONO SPOSARE.
IL BELGIO è STATO IL PRIMO STATO A RICONOSCERE I DIRITTO DEI GAY MA è IL PRIMO STATO PER NUMERO DI MORTI DOVUTE AD AGGRESSIONI OMOFOBE.CI HO VISSUTO E TI GIURO CHE MENTRE IN ITALIA NON CI SONO STRADE VIETATE AI GAY LI CI SONO CON TANTO DI CARTELLO.HO LE FOTO.

POI IO CONVIVO COL MIO COMPAGNO DA 9 ANNI E PAGHIAMO IL MUTUO INSIEME,PER L OSPEDALE HO IL PERMESSO COME QUALSIASI MOGLIE ,LA CASA è SUA QUANTO MIA COME QUALSIASI COPPIA...QUINDI?

FORMICHIERE RUGOSO ha detto...

X QUADRARETTO

IL PRIDE NASCE COME COMMEMORAZIONE?
HHAHAHAH SI COME LA FESTA DELLE DONNE,FIGLIO MIO TU DORMI.SVEGLIA!

L ARTE è PROVOCAZIONE?ORA NON è CHE DEVI LEGGERE LE FRASI SCRITTE SU DIVA E DONNA E RIPORTARLE.L ARTE ERA PROVOCAZIONE NEL MEDIOEVO,TI RIPETO CHE SIAMO NEL 2008 E SE IO DEVO ANDARE AD UNA MOSTRA E VEDERE COME UN PENE ENTRA IN UNO SFINTERE ANALE BEH NON è ARTE QUELLA.NEL SENSO CHE ALLORA ESPONIAMO IN CENTRO A MILANO LE COPERTINE DEI 6 FILM DI EVA HENGER E CHIAMAMOLA ARTE.

LA MAMMA CHE UCCIDE LA FIGLIA?MA SEI SCEMO,ALLORA ?HAI PRESENTE QUANTI ETERO FIGLI VENGONO UCCISI DALLE MADRI?ORA PERCHè UNA è CRETINA IL MONDO GAY SI DEVE SENTIRE DISCRIMINATO O MINACCIATO.?
LE MADRI CHE NN UCCIDONO SONO DI PIU DI QUELLE CHE UCCIDONO.

PER QUANTO RIGUARDA PENSIONI E CASE,VISITE OSPEDALIERE O FERIE PER MALATTIA DEL COMPAGNO BEH TESORO ,MA INFORMATI PRIMA DI PARLARE,MA EVITA DI FARTI DIRE LE COSE DA ALFONSO SIGNORINI ED INFORMATI E POI CONTINUA VEDIAMO SO CURIOSO COSA TI HA DETTO LA GIACOBINI SULLE DISCRIMINAZIONI GAY NEL 2008.
MA LO SAI CHE CI SONO AMBIENTI DOVE SE NN SEI GAY NON ENTRI?
LO SAI CHE OGGI IN ALCUNI AMBIENTI ANCHE GLI ETERO SONO DISCRIMINATI O STE COSE NON LE LEGGI?
CONOSCI LE LOBBY GAY IN ALCUNI SETTORI DOVE UNA DONNA NON HA POSSIBILITà DI INSERIMENTO?
VEDI CHE SE CI METTIAMO OGGI A CONTARLE NON DICO CHE SONO PIU DISCRIMINATI DI NOI GLI ETERO MA SIAM LI LI.FIDATI.

TU CONTINUA ED IO CONTINUO.

Gan ha detto...

@ cavallo curioso: la Carfagna vorrebbe che i gay fossero tutti cule represse; che rinunciassero a quello che lei chiama "esibizionismo" . In tal caso non ne parlerebbe mai male. Scusami sai, ma l'accusa di discriminazione nei miei confronti è un artificio retorico capzioso e non pertinente. Anche tu definisci "froci" quelli che condividono i tuoi gusti sessuali, che fai, discrimini?
Comunque sono lieto che tu viva una normale vita di coppia con il tuo compagno, alla stregua di qualsiasi coppia etero regolarmente sposata. Probabilmente sei un parlamentare, loro da molto tempo hanno esteso i diritti delle coppie sposate anche alle coppie di fatto, e ai conviventi di qualsiasi sesso.
I diritti che però negano ai comuni mortali, operando una discriminazione.
Riguardo a Fini & Ratzi, padronissimi di non condividere i miei e tuoi gusti sessuali ( ma sarà poi così vero?) Meno padroni, ad esempio, di dire che le norme anti-omofobia impediscono una corretta pedagogia, o che la tendenza omosessuale è aprioristicamente malvagia.

Anonimo ha detto...

rocco non fare il furbo e caccia l'indirizzario! Comunque sono in citta' fatti vivo. Insy

itboy_76 ha detto...

@ Delfino goloso: il Policlinico di Milano non accetta donazioni di sangue da persone dichiaratamente omosessuali (in compenso offre a tutti, gay o etero, in maniera assolutamente anonima e gratuita test per le malattie a trasmissione sessuale) (almeno, questa era la situazione nell'ottobre 2007)

Per quanto riguarda la casa che avete comprato insieme e' tua solo nella misura in cui risulta dall'atto di acquisto (30%, 50%, 60% etc). Qualora uno dei due dovesse morire senza aver fatto testamento, la sua parte non passa all'altro ma alla famiglia. E anche ammesso che uno dei due faccia testamento lo può stracciare in meno di un secondo, privando l'altro dei diritti garantiti per legge ai coniugi sposati.

Quadraretto View ha detto...

TUTTE STE LETTERE MAIUSCOLE
Vorrei precisare che nel medioevo non esisteva il concetto di arte e di artista che si è sviluppato nel rinascimento.
l'arte può essere anche pornografica.
giacobini e signorini li lascio a te..io leggo e guardo poca tv trash.
I luoghi dove se non sei gay non entri? ti riverisci alle saune e sex club?
sai quella mamma ha accoltellato la figlia ,o tanti genitori ripudiano i figli omosessuali, proprio perchè omosessuali (che è diverso dall'essere grassi, un omosessuale può essere anche grasso)
la lobby gay? che so 2 truccatori e 3 parucchieri, perchè non mi risulta che in Italia ci siano impreditori gay con operai esclusivamente gay. Non esiste una figura di imprenditore o uomo o donna di potere dichiaratamente gay...lo sai perchè? se lo dicono decadono tutta una serie di privilegi....stupido te lo dico io a te se credi alla lobby gay.
Io e il mio compagno siamo una coppia normale che paghiamo un sacco di tasse,vorrei gli stessi diritti delle coppie sterili etero.
entrambi siamo costituzinalmente di serie b.....oppure vogliamo uno sgravo fiscale del 50%, una sorta di federalismo omosessuale...
te e tutti quei nomini che usi, fai il serio rilassati, in italia gli om osessuali sono descriminati!
ed è lo stato che dovrebbe educare i cittadini che omosessuale non vuol dire solo Solange o la frocia Upperclass Signorini, ma ci sono operai,portantini,autisti,impiegati,disoccupati..ecc ecc che in coppia non riescono ad arrivare alla fine del mese , perchè pagano le tasse da single ,anche se hanno un compagno/a in casa...
e i bambini omosessuali che si vegogano di esserlo, perchè non cè una adeguata educazione nelle scuole...ti insegano da piccolo che omosessuale è sbagliato! questa è disciminazione...
se all'estero in alcune zone è peggio, non dobbiamo prenderli come punti di riferimento.
non essere arrogante e pensa a quelle coppie omosessuali che non arrivano a fine mese,o a tutti quegli omosessuali costretti dalla loro debolezza e cultura e pregiudizzi a vivere la loro condizione naturale come un flaggello.

homo buono ha detto...

@FURETTO ATTEZZOSO
Guardati intorno, ma sul serio, guardati intorno senza pregiudizi, se gli om osessuali godevano degli stessi diritti civili e morali degli eterosessuali...stavamo quà a parlarne.....una coppia di malviventi violenti eterosessuali ha diritto di sposarsi e vivere da normali, lo stato gli da la possibilità a priori,solo perchè eterosessuali.
quello che chiediamo e lo stesso trattamento anche se noi siamo onesti buoni e paghiamo sempre le tasse

GIOVANNONA COSCIA TOZZA ha detto...

esistono davvero esseri umani gay e grassi comtemporaneamente?quadrarettnon discriminare la tv trash e soprattutto diva e donna e chi.i gay non arrivano a fine mese ma ora perchè le buste paga variano in base ai gusti sessuali?

AH IO SONO DI MILANO E DONO AL POLICLINICO!NON INVENTATE CAZZATE E COSI FATE SOLO DELLA CATTIVA INFORMAZIONE SU CHI HA REALMENTE INTENZIONE DI DONARE IL SANGUE.

Anonimo ha detto...

Sono amareggiata da alcune cose che ho letto nei post precedenti. Anche se Obama è candidato alla nomination per la presidenza, non significa che non esista la discriminazione razziale in America. Allo stesso modo, a fronte di gay che non subiscono discriminazioni e hanno la fortuna di vivere in piena tranquillità la propria omoaffettività (non uso questo termine a caso), ce ne sono altri che invece con le discriminazioni fanno i conti tutti i giorni.
Se è pur vero che un paese non si definisce avanti solo perchè i froci si possono sposare (non sono parole mie ma di delfino), è altrettanto vero che un paese dà prova di arretratezza culturale e politica quando l'estensione di diritti ad alcune persone viene percepita da chi li aveva già come una limitazione dei propri.
Mi fanno paura le parole della Carfagna e soprattutto mi fa paura chi pensa che siano dettate solo dall'incompetenza. Sta seguendo il percorso tracciato dalla sua appartenenza culturale e politica ad uno schieramento ben preciso.
B*

itboy_76 ha detto...

Da un articolo (mai smentito) del 31 Agosto 2007:

«finché non si dimostrerà che il rischio del rapporto omosessuale maschile è uguale a quello del rapporto eterosessuale, l'omosessuale maschio sessualmente attivo continuerà a non essere ammesso alla donazione, al fine esclusivo di garantire ai pazienti il sangue più sicuro»

Fonte: vivimilano - Corriere della Sera

Non credendoci, sono andato di persona. Mi hanno detto "No, grazie"

Quadraretto View ha detto...

Giovannò
le buste paga variano in base alle detassazioni ai giorni di ferie,se sei sposato o no,poi ci sono i liberi professionistche senza cognuge pagano il doppio delle tasse, poi se uno muore ,quell'altro si potrebbe trovare senza casa e senza pensione come niente....giovannò fatte due calcoli
Esistono gay che non leggono diva e donna e etero che non leggono donne e motori!
finora ti abbiamo risposto in 6 alle tue contestazioni........come si dice a Roma "ar culo te c'entra ,in testa no!"

uff ha detto...

Ciao a tutti,credo che la parola discriminazione sia una delle parole più difficili da usare anche perchè è antipatico riuscire ad individuare quando si tratta di una realtà oggettiva o soggettiva.
Cioè,non mi riesco a spiegare bene,però penso che non sia uno stato con le sue leggi ad impedire che un gay venga discriminato,certo che le leggi potrebbero però garantire di più il diverso e rendergli la vita non dico più facile ma almeno facile quanto quella degli altri.

La discriminazione è quelacosa che appartiene all uomo,si assume la segretaria bona a discapito della racchia,si preferisce l uomo col pene grosso rispetto a quello col pene piccolo,ci si siede in autobus vicino a chi profuma rispetto al disgraziato che puzza.

A me sinceramente che il papa dica fuori al suo balconcino le sue cose rivolte ai suoi sudditi non da fastidio,poi figurati le parole di fini o di mara o di valdimir o di silvio..non sono quelle le cose che mi fanno star male.

Sono sincero io non ricordo più quando e se sono stato discriminato ,dono anche io il sangue per l avis in puglia e non ho mai avuto problemi pur avendo dichiarato il mio essere gay,però c'è stata una cosa che mi ha fatto stare molto male,tempo fa all uscita di una scuola ho sentito e visto dei bambini che gridavano verso un loro coetaneo il famoso "ricchione" ,la cosa che mi ha turbato di più era vedere anche delle bambime sputargli sullo zaino...vi giuro ero sconvolto ...tanto che per solidarietà ricchionesta ho terrorizzato gli aggressori urlando...beh questa è una cosa che ha deluso tanto le mie aspettative,pensavo da piccolo che una volta che morivano tutti i "vecchi"le situazioni sarebbero migliorate per me piccolo essere gay ed invece sono giunto alla conclusione che non ci si puo fare nulla.

Pero vi invito a riflettere chi di noi non ha mai urlato un "puttana spostati" alla donna che non vi ha dato la precedenza oppure un "vecchio cagazazzo" al signore che passa sulle strisce pedonali e ci mette 4 ore,oppure un "ma sto coglione" all impiegato delle poste che non sa fare il suo lavoro.

Discriminare è proprio dell uomo e la legge non può darti ciò che la società ti toglie automaticamente ed istintivamente.

Gan ha detto...

@ Uff: ti invito a leggere qui sotto:


"La discriminazione è il trattamento non paritario attuato nei confronti di un individuo o un gruppo di individui in virtù della loro appartenenza ad una particolare categoria. Alcuni esempi di discriminazione possono essere il razzismo, il sessismo e l'omofobia.

Due caratteristiche principali necessarie a definire discriminazione un atteggiamento nei confronti di un individuo o un gruppo di individui sono:

* un trattamento particolare, diverso rispetto agli altri individui o gruppi di individui;

* un'assenza di giustificazione per questo differente trattamento."

Gan ha detto...

Può essere vero che discriminare è proprio dell'uomo; ma le società evolute cercano di combattere e limitare questa tendenza, almeno dai tempi della Dichiarazione dei diritti dell'uomo. Non a casa l'articolo 3 della nostra Costituzione recita:
"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana"

pugliese come te ha detto...

discriminazione e diritti sociali ,sono cose diverse,io ad un uomo etero lo posso anche "discriminare " perchè ha i calzini brutti, ma di fatto lui e consorte possono progettare un futuro insieme supportato da un sistema sociale che li sostiene e gli garantisce un minimo di futuro e di vecchiaia.

UFF
Noi omosessuali no!
e non centra l'eredità che si va dal notaio (spendendo molti soldi, chi ce l'ha)si tratta di pensioni, di medico, di sgravi fiscali ecc ecc.
se una coppia omo avesse gli stessi diritti di quella etero....ma sti cazzi che mi chiamano "Ricchione"