martedì 16 settembre 2008

ISOLA 2008: INIZIAMO BENE


Oggi ho la certezza definitiva che i figli della Ventura hanno dei precettori privati perché non è pensabile che quelle due anime pie possano subire il trauma di essere additati a scuola come suoi figli soprattutto dopo che milioni di italiani ieri sera l’hanno vista nella sigla iniziale della, boh, sarà la settima, la quinta, edizione de “l’isola dei famosi”.
Insomma una madre di famiglia, anche di una certa età, ormai lo possiamo pure dire, si può presentare vestita con un fular di Laura Biagiotti in testa, seduta su una botte di gin e un bastone con un teschio al posto del pomello? Le mancava solo un pappagallo sulla spalle e che cantasse “quindici uomini, sulla cassa del morto”.
Comunque, come Dio volle, ieri sera c’è stata la prima puntata dell’isola. Partiamo subito dal luc della conduttrice. Mi pare di aver capito che quest’anno si sia rivolta a Valentino che le ha evidentemente rifilato il costume di Ambra Orfei quando faceva quelle trasmissioni sui circhi della Camciacca meridionale che vedevi solo se eri immobilizzato a letto con delle fratture multiple e per caso il telecomando cadendo dalla mano si sintonizzava su rai tre. Ha una specie di smoching che starebbe male anche a Cheit Mos e che su di lei, con quei capelli e quella cartellina che tanto non legge perché lei è “un animale da palcoscenico” fa di lei la gemella separata alla nascita della franca Leosini di “Storie Maledette”.
Anche se Alitalia tra dieci giorni se la compra la Raianer e a Milano hanno ammazzato a sprangate un ragazzetto colpevole forse di aver rubato dei biscotti (scene da Miserabili di Ugò), la vera notizia della settimana è che Vladimir Luxuria è nel cast dell’isola.
Io la conosco da 15 anni e devo dire che se c’è una cosa che né i soldi né la fama le hanno regalato è il gusto nel vestirsi. Nelle interviste di presentazione ti puoi far vedere con una vestaglia da 10 euro, gonfia come ti fossi fatto 12 lattine di Peroni e una permanete fatta in casa?
Siccome però Vladimir si vergogna un po’ di essere finita dal parlamento a fare capanne di foglie in Onduras, ha fatto mettere da contratto che ogni volta che la si nomina si debba ribadire che è un politico. Siccome però quando la Ventura si rivolge a lei definendola “un politico”, vedi sullo schermo una travestita che sembra uscita da un film di Pappi Corsicato, il pubblico si sta ancora chiedendo di chi si stia parlando.
In più, ogni volta che parla, Vladimir deve fare parallelismi con Montecitorio. Ventura: “Com’è il clima lì? Fa freddo?”
Vladimir: “Sì, ma mai come alla Camera”.
Ventura: “Come sono i tuoi concorrenti?”
Valdimir. “Agguerriti, ma mai come i deputati”.
Oddio che palle!


Nella scaletta della presentazione dei concorrenti arrivano poi in successione una brasiliana e un’argentina che, presentate in successione dopo una mezza trans, più che la squadra delle donne, sembra il pubblico del Frutta e Verdura (ndr: un after auar romano che è a metà strada tra un bordello di Caracas e l’incubo di uno che la sera prima ha mangiato cozze e pecorino).

Tra le concorrenti c’è Flavia Vento. Io capisco che vogliamo fare una trasmissione di puro intrattenimento, che nessuno pretende che sia un’inchiesta sociale della BBC, ma possibile che ogni volta che c’è bisogno di far ridere debbano chiamare ‘sta disgraziata? Tanto neppure dà soddisfazione perché se la predi per il culo si offende senza reagire. Richiamate la Elia allora, almeno se a quella le dicono qualcosa gli parte di ceffoni e così si che alza gli ascolti. Oltretutto la poveretta è in evidente sovrappeso e pare che in un centro Figurella le abbiano consigliato di accettare di andare a mangiare cocchi sull’isola piuttosto che spendere per un trattamento da 500 sedute che le sarebbe costato tanto quanto il cascé del programma.

Anche quest’anno la presenza di opinionisti che sembrano stati presi a caso per i corridoi della Rai mentre vagavano cercando di raccattare un gettone di presenza anche come figuranti del pubblico alla Botola. Pescati quindi dal mucchio ieri sera c’erano: Mara Venier (che si confonde con le due tette e capisci chi è lei delle tre solo perché è quella che dice le cose più idiote) e Luca Giurato. Da domani in tutte le banche si possono ritirare i risarcimenti per il canone rai con allegata una lettera di perdono del CDA della Rai.


Tra i concorrenti finalmente si inizia a vedere un po’ di luce. Arriva Leonardo Nonmichiedeteilcognomechenonloso, un nuotatore con un fisico tale che te lo faresti anche avesse una seppia al posto della faccia e che a 23 minuti dall’inizio è ancora incomprensibilmente in maglietta.

Come ogni anno, la prima prova da superare non è buttarsi da un elicottero nell’oceano nuotando per 45 miglia fino all’isola in 6 minuti ma è capire la Ventura che prova a spiegare le regole del gioco, e subito dopo introduce al pubblico Filippo Megnini, un altro nuotatore che ha preso tipo 400 medaglie e che adesso ha deciso di rovinarsi l’immagine da grande atleta andando a fare il valletto in Onduras. Simona lo descrive come farebbe con una lavastoviglie durante una televendita: “Filippo, sinonimo di forza e resistenza. È pratico e silenzioso e la resa è assicurata da 24 mesi di garanzia”.
Gli autori per far capire che si tratta di un nuotatore, non essendo per niente didascalici, gli fanno quindi fare da Ostia in Onduras a nuoto. Quando finalmente esce dal mare, ha un fisico da scioglimento della calotta glaciale ma ha la voce di Gianni Brosio quindi, per favore, dalla seconda puntata, dategli una lavagna così i commenti almeno li fa scrivendo come quella muta e con il dito mozzato di Lezioni di piano anche se effettivamente in costume ha un pacco che ti distrarrebbe anche se rivelasse il nome dell’assassino di via Poma, di Meredit e della Filo della Torre insieme. Megnini è bello ma ha un espressione da lesso e risponde dopo 5 minuti alle domande da studio, un po’ perché il satellite ci mette tempo a inviare l’audio un po’ perché lui non capisce conferendo al tutto l’assurdità dei dialoghi di Ionesco.


I vip iniziano a lanciarsi dall’elicottero. Quando si cala la Vento uno squalo prova ad attaccarla ma per paura di far sballare i suoi valori del colesterolo desiste.

Solite scene da Titanic e alla fine approdano persino la Vinslet e di Caprio ma Giucas Casella (che ha promesso di ipnotizzare i concorrenti facendo credere che le noci di cocco siano polli arrosto e torte santonorè) è ancora lì che arranca.

Tra i famosi c’è anche una certa Nichi Gioia. Non so chi sia, dice che è una che fa i salotti ma non mi sembra una filippina.

Mentre ‘sti disgraziati si riprendono dalla fatica, parte una di quelle belle schede dalla grafica all’avanguardia fatte con il commodor vic 20 partorite dalla geniale squadra di autori, che, con incredibile colpo d'inventiva, decidono di chiamare questo gruppo di rottami “Gli invincibili” usando nome e grafica del film della Pixar.
Tutti hanno nomi idioti e super poteri come ad esempio Leonardo Tumiotto che, essendo un nuotatore, è l’uomo pesce,
Giuseppe Lago, visto che viene da Uomini e donne è l’uomo trono. Mi chiedo quindi perché Valdimir che ha tette e pisello non lo abbiano chiamato: l’uomo-donna.

Sono forse le 11 quando sento finalmente per la prima volta il motto di questa edizione che è: A testa alta a schiena dritta andiamo incontro al destino, anche se lei avrebbe preferito: Dio, Patria e Famiglia, ma all’ultimo le hanno detto che era già stato usato.

Dedico un brevissimo volo d’uccello ai non famosi, primo perché devo lavorare sennò mi licenziano, secondo perché per molti di loro non c’è ancora molto da dire.
Carlo, 55 bidello con i capelli di Zio Tibia rimasto sotto dopo un reiv a base di lsd negli anni ’60. Tanto per esordire con classe, dice di dover pisciare sulla zattera perché non la tiene più. E giù la Ventura e la Venier, le signore della tv, a ridere e a fare battute come non se ne sentivano dai tempi del duo Bombolo/Er Mondezza.
Giurato prende la parola per chiedere al bidello se ci fa o ci è, che detto da uno che diceva di leggere le notizie tra le “fiche” fingendo dei lapsus froidiani (altro che avanspettacolo anni ’50) è come sentire il bue dire cornuto all’asino.

Chiara: fa l’infermiera in rianimazione ma mi sa che preferisce l’animazione e visto che s’è rotta il cazzo a svuotare padelle ai vecchi è disposta pure a fare la schedina dalla Ventura.

Alessandro, imprenditore. Ha 37 anni e si definisce un ragazzo…certo quindi io che ne ho 34 sono una coccinella dei boi scaut.

Sonia: muratrice. 4 figli con dei nomi francesi presi a caso da Bel e Sebastien. La cosa che mi stringe il quore è che fa la muratrice costretta a lavorare perché non arriva neppure a pagare le bollette (ma fare un paio di figli in meno, no?)

La Ventura che deve essere l’ultima rampolla della casata dei Ranieri di Monaco ha quella spocchia di chi si trova per la prima volta davanti a un povero con lo stessa atteggiamento di un antropologo davanti a una popolazione primitiva.
“Davvero non arrivi alla fine del mese?”, chiede a Sonia.
Del resto lei non vive in Italia dove ogni 3 minuti esce un articolo sul fatto che se stamo a mori’ de fame…


Daniele, 35, magazziniere. Qualcuno gli ha detto che ha un bel fisico perché per tutta la puntata è andato in giro solo con un paio di calzoncini. La sera fa il PR nelle discoteche. Ed è subito tristezza.

Alessandro, 21 anni schipper di Napoli. Ieri sera io e i miei amici ci siamo sputtanati la paghetta della settimana per votarlo con gli sms e farlo vincere.


Yelena, una mezza russa che è identica a Orietta Berti, fatta subito fuori prima che potessi dire “A testa alta a schiena dritta andiamo incontro al destino anche se lei avrebbe preferito”.

Mariagrazia, 21 anni di Sciacca, studentessa. La sua paura è: non riuscire a sposarsi. Si vede che è una di quelle ragazze evolute e per niente legata ai retaggi meridionali.

Diciamo che in generale il programma è lo stresso degli altri anni. Niente di nuovo, lento e noioso con punte di classe e finezza come quando Giucas confessa di essersela fatta sotto mentre nuotava, mentre Ciavarro ha la faccia di chi dice tra sè e sè “pensavo che i fotoromanzi su Grand Hotel fossero stati il baratro della mia carriera, ma evidentemente si può scendere ancora”.

La Ventura è sempre più sboccata quindi credo che per la terza puntata ci scappa una bella bestemmia a dio e la madonna al posto del classico Buona Sera.

I capelli di Simona cambiano colore a ogni inquadratura come le statuine metereopatiche e pare che domani a Milano piova.

Poi, si sfiora il dramma quando Ciavarro chiede perché i non famosi sono “avversari” e non conocrreti facendo presagire una divisione in squadre. Siccome è la sola cosa non prevista dal copione, la Ventura va in panico ed essendo, come ho detto, un animale da palcoscenico, la regia stacca sul meteo del tg4 pur di non far vedere la scena patetica di lei che cerca disperatamente sulla sua inutile cartellina la pagina con la risposta giusta.

Intanto, daje che continua a chiamare i non famosi “comun pipol”. Perché a questo punto non li chiama direttamente merde?

Al mezzanotte e 20 la puntata finisce. In nomiescion la Vento che frigna e piange alla fine di una puntata lunga come un anno di fame.

50 commenti:

Anonimo ha detto...

Wow, che post lungo, si vede che la gita t'è andata bene! sei in ottima forma.
Mariella

Ale ha detto...

Carinissima la cronaca. Visto che domani sera mi perderò, ahimè, la Raffa non è che riesci a farmi pure quella? :-)

Ale - zenpercaso.splinder.com

Anonimo ha detto...

I capelli di zio Tibia: genio!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

si un po' lungo ma la puntata era come la carcassa di un maiale:non c'era nulla da scartare:)

Anonimo ha detto...

....look Ventura Armani ( vanity fair)

Anonimo ha detto...

Insy,mi fai sempre morire dal ridere!Anche mia madre ha paragonato la Ventura alla Orfei.C

Enrico* ha detto...

Uh mamma, menomale che non l'ho vista...
A parte che ho visto quella fiction con Virna Lisi che era ancora più brutta...
O_o

Comunque gran bel riassunto, credo che sia di gran lunga meglio del programma stesso!!
:-)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

grazie ENRI;)

redrum_ ha detto...

tempo di lettura: 48 minuti. ma come al solito, bravo. io non ci penso neanche ad accendere la tv nella fascia 21-23 e dopo questo post ne sono sempre più convinto. comunque bisogna fare un fine tuning alla tinta di simona: a milano oggi non c'è una nuvola!!

itboy_76 ha detto...

Ho avuto la brillante idea di leggere il tuo post mentre tracannavo una bottiglia d'acqua. Risultato: dopo 90 secondi sono scoppiato a ridere inondando monitor e tastiera.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

IT BOY: si chiama Delitto perfetto;)

Luca - Satanik ha detto...

...INSY ti amo alla follia, mi hai fatto ridere come da tempo non ridevo...io l'isola dei famosi non l'ho mai vista e mai lo farò ma leggere i tuoi commenti è la maniera migliore per cominciare la giornata.

Macsi ha detto...

"I capelli di Simona cambiano colore a ogni inquadratura come le statuine metereopatiche e pare che domani a Milano piova."

Mi associo a Redrum, non c'è una nuvola ma che ridere!
Zappingando iersera son capitato sull'isola ma ho preferito due ore di step con la Wii, non volevo rovinarmi la sorpresa.

itboy_76 ha detto...

@Insy: mezzo affogato e mezzo fulminato, manco agata cristi era così diabolica...Pare che lo schipper sia fidanzato, possiamo mettere la sua ragazza in nominescion?

@Redrum&Macsi: se capitate dall'altra parte vi ho lanciato una proposta

Anonimo ha detto...

Commentare un reality show attraverso un blog è una novità assoluta, nessuno mai aveva ci era arrivato.
Grazie, Insy, tu sì che sei un genio di originalità e innovazione.

simone che ha smesso di guardare l'isola non appena magnini si è vestito ha detto...

ma perchè, mo la ventura s'è 'mparata pure "dura lecs sed lecs"...
è la fine.

E quando hanno inquadrato lucsuria da sotto mentre era in acqua e le venier a momenti mi stramazzavano al suolo per le risate?

Sono in fervente attesa di Amici.
:)

Enrico* ha detto...

Ma Mr. Ano delle 6.32 (le 6.32???) era ironico??

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ENRICO: a te Ano ha fatto ridere? no? allora era serio...

Anonimo ha detto...

Fantastico... E dire che pur io sul mio blog ho fatto riferimento allo Zio TIbia!!! Siamo in simbiosi Insy!! Però mi sei caduto sullo stilista dell'orrido.. Purtroppo è di Giorgio Armani l'abito di ieri... Una traggedia... Bacio! Sy

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

SY: a me la moda fa abbastanza cacare,m soprattutto quella di armani che ricicla da 25 anni giacche doppio petto e baschetti...

Enrico* ha detto...

Ma con che fuso orario va questo Blog??

angie ha detto...

Il pacco di Magnini vale da solo il canone Rai.
E questo a mio insindacabile giudizio.
E se lo skipper è fidanzato speriamo un un colpo si scena del tipo "Beppe Convertini confessa: da 5 anni sono il compagno dello skipper, l'ho detto adesso non per farmi pubblicità, ma perchè non ne potevo più di vivere nell'ombra".
No, così, tanto per dire.

angie ha detto...

Una piccola digressione su Massimo Ciavarro.
Quando ero piccola mi ci ha fatto rimettere un incisivo. Il fatto è che mia mamma sosteneva che non il soggetto non potesse avere un cognome così volgare, e che tuttalpiù si dovesse chiamare Cavallarro.
Io mi sono impuntata (sorretta dai miei enormi fratelloni) e alla fine alla ennesima ripetizione del cognome "Ciavarro" (che qui dalle mie parti ricorda un verbo che noi tutti amiamo particolarmente) mia madre si è tolta la tuta da riscaldamento e ha strappato alla giuria un 10 pieno nella disciplina olimpica che solo le mamme praticano: il lancio della ciabatta (con la variante zoccolo) da qualsiasi tipo di posizione e/o inclinazione con cenro perfetto del figlio degenere.
No, così, tanto per dire...

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ANGI: figlia di dio, tua madre è una stronza:)

Villico ha detto...

Insy, ma da voi è già partito il totogay tra i nn famosi???

Anonimo ha detto...

Però Insy devi ammettere che Ciavarro è un gran bel pezzo d'uomo, o no?
Camilla

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

CAMILLA: sì, io con ciavarro un giro in carrozza me lo farei certo.

VILLICO: manco mi ci spreco a fare il totoghei dal momento che so tutti cessi e il napoletanino è bellino ma mi da idea che se lo abbraccio mi si sbriciola come un osvego...

MyP ha detto...

Quella lì nella foto è l'isola dei Conigliiiiiiiiiiiiiiiiii ...
Io ero lì tre settimane fa ... sìsìsìsìsì.

MyP ha detto...

Lo so che non c'entra un casso con il post, ma mi hai risvegliato i ricordi ... è decisamente colpa tua se ho fatto un commento fuori argomento. Eh!
:-)

angie ha detto...

Insy caro, l'ho iscritta al concorso: madre stronza del secolo.
Ma è in buona compagnia!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

MYP: ma che isola dei conigli, è uno scoglio di torvajanica!!

ANGI: le finaleste sono la tua e la mia...

angie ha detto...

hi hi hi... sarebbe una bella battaglia.
Leggvo nei tuoi post che anche la tua è una campionessa dello "stritolamento del braccio manco fossi in mezzo ad un parco rom" e del "zittire il figlio con minacce più o meno velate".
Mi sa che siamo figli della stessa donna... o di un dio minore, volendo!

Anonimo ha detto...

Insy, a me il bidello ricorda Riff Raff del Rocky Horror Picture show, pero' zio tibia mi fa più ridere.
come sempre grato per le risate!

Lord ha detto...

Il fatto che tu abbia inserito la foto di un isola con un mare cristallino, ovviamente è per prendere per il culo quei poveri derelitti che si fanno il bagno nel fango dell'Honduras?

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

LORD: ovvio altrimenti che merda sarei?

maestrina dalla penna rossa ha detto...

Bellissima la battuta delle tre venier... complimenti come al solito per la "veeervue" ;-)

Pero' Insy... attenzione: hai scritto "La cose che mi stringe il quore..."

Spuzza ha detto...

Webcronaca Insy - Webcronaca Daveblog
1 a 0 !!!
^^

Edgar ha detto...

Telecronaca puntualissima. Ho guardato l'Isola apposta annotando tutto quanto mi sarei aspettato facessi riferimento [per la sintassi di 'sta frase sembra che abbia preso ripetizioni da Giurato, ma non mi viene di meglio]: capelli Ventura X, capelli bidello X, pacco Magnini X, tette Venier X, squarauss Giucas X, pentimento tardivo Ciavarro X... bravissimo!
Perciò da adesso il lunedì sera mi ritengo libero, vado in camporella, tanto poi quello che conta me lo racconti tu!

collega di valdimir sul marciapiede di piazza maggiore lontano 1993-94 non mi ricordo bene ha detto...

insy ma la settimana scorsa non avevi 24!!!!!
beh parlando di boni il totogay penso sia
1° posto nuotatori (filippo e leonardo)
2° posto mr trono (dopo 2 settimane senza panza)
3° posto skipper
4° posto IL PUBBLICO DEL FRUTTA E VERDURA
5° posto LE MERDE (cue non arrivano alla fine del mese, cio è i PORACCI...)
insy il tuo blog è molto più originale dei concorrenti fidati!!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

MAESTRINA: ci credi se ti dico che l'ho scritto male apposta? :)

SPUZZA: grazie, ma chi è daveblog?

EDGAR: francamente non so se ce la faccio a seguirlo tutte le settimane.

COLLEGA: grazie;)

Luca - Satanik ha detto...

...ho appena visto la Vento in spiaggia perplessa sull'uso di una noce di cocco, per pietà qualcuno le spieghi che non è esattamente la stessa cosa di un Tampax...

Anonimo ha detto...

Come sarebbe a dire che a 37 anni
non ci si puo' piu' definire "ragazzi"???
Noi ultra 37enni siamo piskelli dentro e fuori....

Uno che ti conosce bene.

Olympia ha detto...

Ti amo

Olympia ha detto...

Insy, il daveblog...è il tuo "concorrente" solitamente i giorni pari leggo il tuo blog, quelli dispari leggo il daveblog.
Oggi ho fatto un eccezione.

no, non è il tuo concorrente...

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

grazie OLY: vado a leggerlo:)

vix ha detto...

soprattutto volevo fare i complimenti per la costanza che metti nel fare la translitterazione dei nomi stragneri, anche se la protagonista di Taitanic si pronuncia Uinslet con la U, però, dai, il post è lunghissimo e un lapsus ci può stare.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

VIX: capirai, se per questo ho anche scritto scuola con la Q!!

vix ha detto...

ma cuello non è un lapsus, è stail, isent it?

Davide ha detto...

E dai, dato che ci siamo aggiungiamo pure questa va'... Hai scritto Gianni Brosio, ma immagino intendessi Paolo. Coi nomi tu proprio...
Per il resto (per l'ennesima volta) hai fatto di me un incontinente! Me la sono fatta sotto dal ridere.

oscar ha detto...

ha però, vedo che si passano grandi serate da quelle parti he!

io dico che dovrebbero assumerti immediatamente a "tutto TV".

però, Franca Leosini, non me la nominare invano. che già è un miracolo se non me l'hanno ancora ammazzata!