mercoledì 17 settembre 2008

LINSEI DIXIT



Ho appena finito di leggere Siti, il giornale gratuito usato per tutto: pulirsi le suole dopo aver acciaccato una cacca di cane, ripararsi la messa in piega durante una pioggia improvvisa o come copri sedile sulle panchine al parco, tranne che come veicolo di notizie.
L’articolo che mi ha subito rapito non era quello che riguarda l’ordinanza che da oggi permetterà di multare le battone per strada (tanto io ricevo in casa, quindi non mi riguarda), quanto la dichiarazione della mia quasi omonima Linsei Loan, al secolo Maria Rosa Guidoni (una mia ex compagna di liceo che cambiò nome all’anagrafe per emularmi, salvo poi trasferirsi in California alla ricerca di fortuna, lontana dalla mia fama soverchiante).
Insomma non solo pare abbia riacquistato un equilibrio (per quanto tale possa essere quello di una che, così gnocca, decide di colpo di mettersi con una lesbica) ma si è anche schierata contro il candidato repubblicano Mec Chein (di cui ero convinto fosse il titolare delle famose patatine surgelate, ma poi, i meglio informati, mi hanno fatto scoprire che c’è un mondo oltre la porta della cucina).
Più in particolare, si scaglia contro la Palin, candidata vice presidente dell’Alasca, stato che in America conta come da noi la Valle d’Aosta.
Dice la mia adorata “trovo assurdo che una donna che sognava di essere una shogerl possa ora entrare alla casa bianca (lo, so anche a voi il pensiero corre subito al ministro-gallina, quello con lo sguardo assente di chi si è fatta una borraccia di valium corretta con la sambuca). In oltre, si dice sconcertata dall’atteggiamento omofobo della governatrice e Linsei è tanto più sconvolta dalla questione dal momento che, pare, presto convolerà a nozze con Samanta, insieme alla quale hanno appena scelto un’autofficina autorizzata Iveco come alcova per il loro viaggio di nozze.
Questo mi fa fare una considerazione: è vero Linsei ha avuto qualche problemuccio con le dipendenze che l’ha portata a prendere più ambulanze che taxi. D’accordo, ha come amiche Paris Ilton, la strega di Biancaneve e Donatella Versace, però ha il coraggio di opporsi ed argomentare la sua posizione politica, cosa che, non capisco come mai, nel mondo dello spettacolo Italiano manca quasi del tutto (ad eccezione dei soliti Guzzanti&Co che comunque viaggiano in quella terra indefinibile tra spettacolo e politica) e non posso che chiedermi per quale motivo sia così. Paura di esporsi, assenza di opinioni politiche o il fatto che, a differenza di LL, indossano biancheria intima?

22 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella forza, ora che è diventata(o si è scoperta) lesbica è diventata sensibile alla causa omo...
Camilla

Kaishe ha detto...

Beh... se Linsei può programmare le sue nozze... noi in Italia avremo la nostra sinfonia con i Di.Do.Rè. (l'accento non ci va... ma secondo me ci starebbe bene).
Ben trovato.
Leggerti è sempre un piacere (ho appena letto anche il post sotto. Direi che anche quest'anno mi aggiornerò da te evitando di guardare la trasmissione).
Ciaooooooooooooooooooooo

Macsi ha detto...

Dimentichi la Ferilli, la tetta della sinistra e la Parietti la coscia della sinistra. Mancano l'ala ed il boccon del prete e lo spiedo l'è pronto.

Anonimo ha detto...

Beh in effetti in Italia mi farebbe piacere che una sciò gherl come Flavia Vento dicesse la sua sui DiDoRè, l'inflazione o il tema a lei caro degli animali abbandonati :-))).

spuzza ha detto...

Ma se alcune starlette si sono anche candidate al Parlamento!!
vedi Cicciolina *_*

paolinobonaparte ha detto...

siccome pare che per lavorare in tv come in politica una donna debba scendere sotto la scrivania e fare un servizietto alla stessa persona che è anche a capo del governo, credo sia normale che quelli che fanno spettacolo non si mettano tanto ad esprimere posizioni politiche, se non compiacenti..

CAMILLA: perchè criticare la linsey loan che è vicina alla causa omo solo adesso che si è dichiarata lesbica?, visto che almeno lei a 20 ha avuto il coraggio di dirlo al mondo quando certi 40enni manco lo dicono alla famiglia..

Anonimo ha detto...

Paolinobonaparte: a me sta' storia del coraggio di dichiararsi omo non mi convince molto. A parte che -parere mio- Lindsey Lohan non si è dichiarata lesbica, sta con una donna, e magari è solo un capriccio momentaneo, ma tanto è bastato per attaccare la Palin(attacco assolutamente giusto, che poi come si faccia a votare Mccain è un ulteriore terreno di dibattito)
Rudy

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

RIDY: sono d'accordo. che è sta storia che uno lo deve dire ai 4 venti. basta solo non essere ipocriti e non nascondersi e se LL non si copre le vergogne quando scende dalla macchina è coerente nel non farlo anche quando gira con la ragazza.

Enrico* ha detto...

A parte che che secondo me la Loan è lesbica come un comodino settecentesco...

Insy, quanto prendi per massaggio + ammmore??

:-)

paolinobonaparte ha detto...

credo che in una società basata sul pettegolezzo e sull'immagine come quella di hollywood, farsi vedere con una donna (e se è vero dire di pianificare un matrimonio come ha detto lei) possa essere considerato pari al dichiararsi gay. e poi scusa che doveva fare? mandare un fax ai giornali come certe nostre "star" televisive qundo devono dire che si sono lasciate col fidanzato?

per attaccare la mcain non credo sia necessario essere omosessuali..

forse era meglio se i democratici sceglievano la clinton...

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ENRICO: ti spedisco il tariffario aggiornato fino a settembre 2009, come il catalogo ichea

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

A mei voi froci state proprio simpatici. D

the last day ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
the last day ha detto...

1. Il gesto di LL è dettato dalla profonda amiicizia che la lega all'amica Paris la quale, come noto, si è candidata alla Casa bianca (presto rosa) e per la quale, pertanto, sta facendo campagna elettorale demonizzando l'avversario.

2. Non abbiamo in Italia donne impegnate politicamente!?! Ma se oltre ad essere impegnate alcune nostrane donne di SPESSORE si sono addirittura candidate o hanno rivestito ruoli istituzionali:

iva zanicchi
elisabetta gardini
cicciolina
gabriella carlucci
mara carfagna
fiorella rubino
rita pavone
michela vittoria brambilla
flavia vento
milli d'abbraccio
ecc..

direi che ne abbiamo di esempi da dare al mondo con personalità di tal genere!!!!!

Anonimo ha detto...

e chi è Fiorella Rubino? io sono rimasta alla Pierobon...che spero non abbia più la carta crespa al psoto dei capelli...
Camilla

Anonimo ha detto...

Insy vorresti deliziarci con un commento sull'episodio Vezzali/Cavaliere a Porta a Porta? Pensi che la spadaccina oro olimpico passi presto alle vie di fatto sottoponendosi under una scrivania? Ce la ritroveremo in tivvù a condurre qualche realiti sciov? Apriamo un toto scommesse?
Chi sarà la "bocca telegenica" dell'anno?

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Della Vezzali dirò solo che è una grande delusione....

redrum_ ha detto...

ma davvero mc cain non è quello delle patatine intorcinate?

non ci si può più fidare di nessuno, al giorno d'oggi.

Anonimo ha detto...

grande campionessa la vezzali, ma quando l'hanno intervistata dopo la scorsa vittoria olimpica francamente mi ha fatto cadere le palle....dio, il dono, la famiglia...che accozzaglia di banalità.

angie ha detto...

Io alla Vezzali ho sempre preferito la Trillini. Più bruttarella, ma verace, autentica e con due palle così.
Dopo le lacrime false come i capelli di Berlusconi e le tette della Ventura delle ultime olimpiadi pensavo avesse toccato il fondo.
Adesso, dopo il siparietto sexygeriatrico col capo supremo da Vespa, non vi dico dove le infilerei volentieri il suo fioretto...

sono stata sconveniente?

E poi io da eterocuriosa Linsei Loan me la farei. Di dritto, di rovescio e altro.
Ecco.

Anonimo ha detto...

E 'vero! Mi piace la tua idea. Offerta di consolidare l'argomento.
E 'vero! Ritengo che questa sia un'ottima idea.