mercoledì 5 agosto 2009

PERCHE’ IN UNA CALDA MATTINA D’ESTATE HO PENSATO CHE IL SIGNOR BERLOSCONI DEBBA ABBANDONARE IL SUO RUOLO.


Dovrebbe dimettersi perché occupare il ruolo di primo ministro non è come fare il tronista a Uomini&Donne. Chi riveste una carica politico, oltre alla gestione della cosa pubblica, dovrebbe sentire la responsabilità di dare un esempio morale e, dopo aver scoperto i fatti di villa Certosa, il suo è tutto fuorché integerrimo.
Dovrebbe rassegnare le dimissioni perché se sei portavoce di uno schieramento politico che fa dell’integrità familiare uno dei suoi punti strutturali (e il suo elettorato lo ha votato anche per questo) non puoi poi mettere le corna a tua moglie, perché la faccenda passa da una debolezza personale ad una disattesa della fiducia dei tuoi sostenitori.
Dovrebbe saltare giù dalla poltrona perché se non riesce a gestire una crisi familiare, figuriamoci che capacità può avere di tirare fuori questo paese da un’apocalisse economica.
Dovrebbe ritirarsi in una delle sue 100 ville perché quando va in giro per il mondo ad ironizzare sui suoi appetiti erotici da merlo maschio, non parla il signor Berlusconi ma una delle tre cariche più importanti della nostra Repubblica.
Dovrebbe cedere il passo perché, anche fosse innocente, preferirei ricordarlo come una persona che con dignità e senso della decenza si rifiutò di impregnare la politica del rancido odore dei bordelli piuttosto che aggrapparsi al bracciolo imbottito della sua poltrona come un bambino troppo viziato.
Dovrebbe dire “addio” perché le sue dichiarazioni riguardo tutta questa faccenda trasudano prepotenza. Quella di chi ha la presunzione di credersi intoccabile e superiore a tutto, la stessa de l’Innominato del Manzoni. Ma proprio la fine di questo gli faccia da monito: che sia divina o umana, prima o poi le azioni che compiamo trovano la via del loro riscatto o della loro censura.
Per questi e molti altri motivi, dovrebbe lasciare la sua carica, ma non lo farà. Perché viviamo in una nazione dove una villa in Sardegna arriva a costare 35mila euro a settimana. Perché dalle nostre parti alcuni politici non ci trovano nulla di sbagliato nell’ordinare alla propria scorta di accompagnare la moglie dal parrucchiere, come fossero scioffer. Perché in fondo il maschio cialtrone e mascalzone che tiene una mano nelle mutande di una ventenne mentre con l’altra fa le corna ad un premier straniero raccontando barzellette sugli ebrei è esattamene quello che la maggior parte degli italiani farebbe se fosse al suo posto.

32 commenti:

Mirko ha detto...

Un intervento forte...ma ci sta tutto...sono curioso di leggere le eventuali critiche..

Suszywong ha detto...

purtroppo le ultime 4 righe sono una tristissima realtà.

Morgana ha detto...

è questa la cosa più triste: la maggior parte di quelli che criticano si comporterebbero poi allo stesso modo.

stezz ha detto...

ammazza fa caldo forte a Roma! :D

Cmq porco boia 35 mila euro a settimana...

fulvio ha detto...

Sono molto perplesso, perché a me interessa poco cosa fa il premier, se fa le corna o infila le mani delle mutandine delle ragazze, se si vanta del suo membro o della sua virilità. Trovo anche un pò azzardato il paragone tra le capacità di gestire una famiglia e quelle di gestire una nazione: non ti sembra una generalizzazione rischiosa? Non sono queste le motivazioni per cui un premier dovrebbe dimettersi, ma il mancato risultato raggiunto. Stop. Trovo di cattivo gusto che i media parlino dei fatti privati del premier. Forse perché non sono in grado di giudicare quelli pubbllici? Forse perché sanno che nessuno più legge un quotidiano a meno che non parli di pettegolezzi e cronaca rosa? Mi sembra che i media cavalchino molto l'onda della semplicità, anziché attaccare - come sarebbe giusto, e lo sottolineo cento volte - per le effettive carenze nella gestione del nostro stato. Ciao Insy

Vivalavida ha detto...

direi che e' giusto attaccare SIA la politica che la vita privata squallida del premier... in fondo lui ci rapresenta nel mondo - e sono stufo di essere preso in giro da tutti durante i miei viaggi all'estero...

stezz ha detto...

@Vivalavida: Pensa a quei poveracci che ci vivono all'estero...

@fulvio: non hai tuttissimi i torti. Secondo me il problema e' duplice:

1) Quei giornali che mettono in prima pagina le vicende private (ma di rilevanza molto pubblica, visto che Mr B. e' stato il primo a fare della sua vita privata una questione pubblica, vedi "Una storia italiana") sono stati silenti per 15 anni (dalla sua prima discesa in "campo") su tutte le porcate che ha fatto il premier.

Perche'?

2) Gli italiani sono veramente attratti solo da queste minchiate... provate a parlare di PIL al bar per credere, poi cambiate discorso sulla puntata di ieri sera del GF... vediamo che succede.

zdora ha detto...

purtroppo tutti i politici italiani sono pronti e predicare bene e poi a combinarne di ogni. berlusconi è solo la punta dell'aisberg, ed ora ci si accanisce su di lui perchè fa più notizia, è il più potente e, come dicevate, si vanta pure delle sue prodezze. è tutta una marmaglia di vecchi porci e di aspiranti veline che sperperano in una sera ciò che noi ci ammazziamo a guadagnare in un anno. sinceramente io sono arci stufa di spaccarmi la schiena quasi gratis con orari allucinanti e poi di vedere questi scempi. ma dopotutto, se accettiamo che per esempio un papa si permetta di dirci come dobbiamo devolvere i soldi del superenalotto, e non devolva i suoi, di soldini...beh.

Anonimo ha detto...

Eccolo Fulvio ahaha ormai non si sprecano nemmeno piu parole per 'sta gente che pensa in maniera stupida.

fulvio ha detto...

Se gli tialiani sono attratti da queste minchiate è perché qualcuno - i media - hanno cominciato a promuovere questa cultura. E il tacere sulle vicende personali di un politico, sebbene questi sia molto incoerente, non è censura, come qualcuno vuole farci credere, ma serietà e capacità di fare il proprio lavoro. Preferirei vedere sui giornali altre "incoerenze" e non le corna fatte alla moglie con la ragazzina di turno come esempio di incoerenza e motivo di dimissioni

Anonimo ha detto...

Serietà è tacere se l'uomo piu potente di italia se la fa con le mignotte e le minorenni? E tutta quella gente che l'ha votato perchè lui inneggiava alla sacralità della famiglia e dei valori cristiani?
Se io voto una persona che si dichiara a favore dei gay e poi, a casa sua, li insulta con le parole piu feroci, ho o no il diritto di saperlo?
Fulvio ti prego, qui trovi pane per i tuoi denti, tu e tutti quelli che farneticano che la vita priva è sua e solo sua... chiudesse la porta allora

stezz ha detto...

@fulvio: Si ma i "media" non sono un'entita' astratta, ne' una ONG, ne' un organismo che fa beneficienza. Dietro molti media c'e' proprio la stessa persona che dovrebbe essere giudicata (e il caso di Mr. B. e' stavolta davvero il piu' eclatante). Da qui il corto circuito e la ignoranza istituzionale che ci troviamo oggi.

Il problema poi non e' tacere sulle vicende personali del politico (*) ma tacere su quelle pubbliche, o peggio (come fa ad esempio Fede) disinformare su quelle pubbliche.

(*) Ripeto cmq che Mr. B. e' stato il primo a fare della sua vita privata uno strumento di battaglia politica, percio' pubblica.
O ad esempio il caso dell'on. Cosimo Mele che la mattina vota leggi anti-droga e anti-prostituzione e poi te lo trovi ai festini con mignotte e cocaina... insomma roba privata si, ma di rilevanza _molto_ pubblica.

Anonimo ha detto...

si ma ricordiamoci pure che ha fatto un "family day"...

fulvio ha detto...

Sertietà è tacere sulle vicende personali, certo. Ma non perché lui può fare quello che vuole, ma perché deve essere giudicato per altro e mi sembra che sull'altro sia stato un grande disastro. E' molto debole e improduttiva una critica a Mr B per le sue vicende personali perché:
1) trova terreno fertile in un popolo abituato alle str..ate che ormai considera tutto normale.
2) distroglie l'attenzione dalle reali carenze di un governo disastroso.
I media continuano a non capire che l'attacco personale lo rafforza e ne aumenta il consenso, visto il popolo sapientemente "educato" a vivere una vita finta...
Se io voto uno a favore dei gay è poi a casa li insulta...non mi interessa; importante è che faccia quello che ha promesso, sempre che abbia promesso qualcosa e non si sia semplicemente limitato a sventolare una bandiera, facile richiamo per le allodole

Anonimo ha detto...

il problema vero sapete qual'è? Che il "signor" Berlusconi non è in grado di replicare nè alle critiche riguardanti le sue produttività ormonali (che, francamente, m'importano ben poco) nè tantomeno quelle riguardanti le sue improduttività (fanta)politiche. Ma l'Italia NON è un popolo circense: colori, allegria, pizza, mandolino... occchèi... possibile che alle soglie del 2010 ancora non si riesca ad esiliarlo 'sto nano malefico? possibile che ancora gli sia permesso di esternare a ruota libera e di farla sempre franca? Siamo diventati lo zimbello del Mondo! Certo, akk'estero si faranno magari 4 grasse risate... ma qui c'è da piangere!

roberto_milano

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

FULVIO, perdona ma trovo latamente improbabile che uno che insulta a casa sua i ghei poi abbia lo spirito, la voglia o la forza di difenderne e promuoverne i diritti.
Ad ogni modo Mr. B è vero che dovrebbe andare a casa per mille altri motivi, anche pi gravi. Ma anche avesse fatto nella sua carriera solo questa "malandrinata", sarebbe comunque causa sufficiente per delle dimissioni.
Come detto più volte: la vita di un politico è anche pubblica. Qui non lo hanno beccato mentre si scaccolava ma lo hanno tanato in azioni che collidono con la sua politica. Insomma, se ne deve andare e basta!:)

Anonimo ha detto...

*all'estero (sorry)

Anonimo ha detto...

Ecco,io non lo farei.

giuls ha detto...

il nostro premier è una persona disonesta ha fatto tante porcate sia come politico che come uomo. qnd sei una carica dello stato il privato non è + privato. come ha sottolineato giustamente insy nel post, BErlusconi come tanti altri del centrodestra erano i fautori del family day e sono stati eletti anche x la propria strenua difesa della famiglia tradizionale fondata sul matrimonio cattolico. è stato eletto grazie all'elettorato cattolico e lo stesso elettorato cattolico serio ha chiesto a lui di non fare i sorrisini di fronte ad accuse gravi ( frequentare minorenni!!!!). se permetti se in un paese come gli stati uniti clinton è andato a casa x un bocchino sul posto di lavoro x' qst se si scopa le minorenni o le puttane nei palazzi di stato dovrebbe star lì?
il così fan tutti non è una scusante.
inoltre visto e considerato che io non mi posso sposare x' individui come qst ritengono che il matrimonio tra me e la mia compagna sminuirebbe la sacralità dei loro matrimoni, beh non accetto qst comportamento. qst unìomo è unn folle delirante che oramai è preso da un delirium potens e si rovierà da solo, per fortuna x' in italia l'opposizione non esiste! bravo insy!

fulvio ha detto...

Così fan tutti non l'ho mai detto e non è una scusante. Semplicemente non mi interessa. Ribadisco: io queste cose non le voglio neppure sapere dai giornali, ma non perché sono fatti suoi, ma perché voglio che l'Italia si scandalizzi per altro che lui dice o fa. anzi, sai che penso? che forse quello che sta uscendo sui giornali sia solo il male minore per lui. Io Sono lontano anni luce dalle sue convinzioni e dal suo modo di intendere la politica, dal mondo che ruota intorno a lui. L'opposizione in Italia non esiste, ecco il problema. Perché l'opposizione non deve essere fatta di attacchi personali, ma di attacchi VERI all'operato e di proposte VERE, innanzitutto per costruire una cultura diversa in questo paese, una culura in cui Mr B non possa neppure essere preso in considerazione. E per favore non tiriamo in ballo che Mr B ha tutte le TV, i giornali, i cinematografi ecc, perché non è vero e soprattutto non lo è stato sempre negli ultimi 15 anni

stezz ha detto...

@fulvio: ora B. controlla ora l'80% dei mezzi di comunicazione. Nel 1993 (un'anno prima di entrare in politica) e' padrone di Mediaset. (2009 - 1993 = 16 anni). Mediaset controlla tre reti private.
Ma non basta. Nel 1990 ottiene (corrompendo dei giudici) la Mondadori, che controlla gran parte dei periodici in edicola (ricordate Epoca?). Sempre nel '90 ottiene la Einaudi editore. Ma non basta possedeva gia' da prima del 94 il Giornale.

Se vuoi altre informazioni leggiti la sua biografia su wikipedia.

Tanto per dire che e' vero.

SCRAPPY ha detto...

fulvio e Co...leggetevi "ilgiornale.it"leggete come insultano la figlia di berlusconi ,con il consenso del padre , perchè ha osato dire che un uomo politico nn ha privato...coerenza = credibilità.
sono personaggi come lui la vera zavorra del popolo italiano

fulvio ha detto...

Ci dimenichiamo che esite un servizio pubblico televisivo, che oggi è sicuramente guidato da mr B, ma in passato? Oppure vogliamo dire che durante gli pseudogoverni di centro sinistra anche la RAI è stata manovrata da Mr B. Parliamo dei quotidiani non filoberlusconiani, mi sembra che ci siano, parliamo delle case editrici...mi sembra che ci siano. Oppure si è preso tutto? Il punto vero non è il possesso dei mezzi, ma la cultura che è stata trasmessa da quei mezzi e l'assenza di una risposta alternativa. Certo fino a che i nostri pensieri di sinistra sono affidati alle mani di Bignardi, Dandini, Chiambretti, Guzzanti, Santoro...ecco fino a che nella tv leggera vogliamo considerare queste le voci della sinistra televisiva, allora siamo proprio sulla cattiva strada. Per quanto mi riguarda la figlia di berlusconi che parla e i giornali che l'ascoltano pure ha il valore della madre Lario che si autoproclama cornuta d'Italia e grida allo scandalo: Avanspettacolo. Sono proprio queste le schifezze cui MR B ci ha abituato: che sia normale che la moglie del premier si faccia la sua dichiarazione pubblica sulle pagine dei quotidiani e che riesca pure a creare un'opinione pubblica su questo. Insy, mi dispiace, non voglio intasarti il blog, mi conterrò.

SCRAPPY ha detto...

la lario non si è autoproclamata cornuta,è cornuta e ikl marito scopa con ragazzine più piccole delle figlie minori,corrompendo e promettendo carriere nello spettacolo e nella politica....a ridotto il concetto della politica femminile e fa battutacce razziste ,non in privato ma in pubblico e nn mi riferisco ad obama...Fulvio mr B. a creato un disvalore nella cultura italiana che ci vorranno anni ,ha tirato fuori il peggio da un popolo tendenziamente volgare e pecoreccio come quello italiano,

lele ha detto...

è un pò che leggo il tuo blog ma non avevo mai commentato...questa volta devo farlo! con poche, semplici e chiare parole hai esperesso esattamente quello che tanta gente pensa...e l'hai detto meglio di tanti giornali. grazie davvero perchè c'è ancora qualcuno che scrive così
Ele

rdm ha detto...

Ciò per cui concordo con Fulvio è la mancanza di senso dell'informazione da parte del pubblico, interessato ormai SOLO alle faccende private di chi occupa posizioni di potere, siano queste politiche o no, e SOLO per il gusto del pettegolezzo.
D'altro canto, e qui concordo in pieno con il post di Insy (anzi, lo quoto!!) è che gli italiani giudicano positivamente le azioni di chi agisce da furbo.
Siamo così eticamente corretti da esimerci dall'esprimere un giudizio morale su chi ha reso pubblico il proprio privato, che è ciò che invece ha portato (senza scomodare Clinton ma riportando fatti storici assodati) alla rivoluzione francese, scoprendo il "corpo pubblico del monarca" o al Watergate in America, dove la gestione privata del potere affidato democraticamente ha portato alla valorizzazione del giornalismo come "watch-dog"...
Invece di indignarci del comportamento di questa gente, siamo qui a chiederci se è giusto parlarne o meno.
E' questo che manca all'opposizione: la capacità di schierarsi moralmente e di agire di conseguenza!e invece sta lì, a fare l'ombra (nemmeno più il governo-ombra!)...c'è da emigrare a Bora Bora!
Besitos!

M@nde ha detto...

Sono pienamente d'accordo con tutto ciò che è stato scritto nel post. Un premier straniero si sarebbe dimesso anche solo per un quarto delle oscenità che ha compiuto Berlusconi, e invece il nostro caro presidente è sempre lì, con quella faccia di bronzo che è l'unico mezzo che ha per andare avanti. E' scandaloso che l'Italia sia rappresentata da un essere come quello....e per quanto riguarda la questione su "E' giusto interessarsi su quello che Berlusconi fa in privato?" io personalmente rispondo: sì. Perchè tutti quegli scandali dimostrano la sozzura morale che lo contraddistingue e che si ripercuote su quello che fa in politica...quindi sì, ci interessa!

Artik85 ha detto...

chiedo perdono ma non ho avuto la pazienza di leggere tutti i commenti.. sarà per il caldo o per la mia atavica pigrizia, non so..
..sono arrivato giusto a quello sul diverso riscontro ottenuto col parlare di PIL e di GF al bar... posto che era un esempio e che lo prendo come tale, mi auguro anche che la vita non sia fatta solo di PIL.. e che magari fra due chiacchiere al bar anche qualcosa di più leggero ci stia pure... altrimenti ammazza che vita noiosa..

con ciò.. che dire? concordo sul fatto che Berlusconi abbia un sacco di validi potenziali motivi per dimettersi, ma credo che ne abbia altrettanti per restare in carica.. sopratutto uno. Non tanto perchè condivido le sue idee politiche (anzi...), ma quanto proprio perchè è stato SCELTO dal popolo itialiano, che ha voluto proprio lui, pur con tutte queste sue mancanze di stile... eviterò di polemizzare sul fatto che manchi un'altra valida alternativa.. così come dirò solo che sono favorevole alla messa in campo della vita privata di un politico, soprattutto quando questo (e non è il caso solo suo, anzi...) si dichiara ad esempio "per la famiglia" solo quando gli fa comodo...

detto questo.. fa caldo anche qui... ma fortunatamente con effetti diversi dai tuoi, CARO insy.. incubi proto-sessuali a parte, l'effetto su di me è stato il decidere che gli ultimi quattro mesi dell'anno hanno nomi inutili e insensati.. e quindi che troverei quantomeno carino che uno dei 4 fosse dedicato a me..se vuoi ti concedo di accaparrarti pure uno degli altri tre.. ;-)

ciaoo

mig ha detto...

Anche Hitler fu scelto da un popolo, in questo caso quello tedesco, poi badalì che macello successe...

Il fatto che sia stato scelto dal popolo italiano non regge come giustificazione per farlo restare in carica ad oltranza, specialmente in questo caso dove le sue azioni private non rispecchiano affatto - ma guarda un po' - proprio quei valori che ha voluto "vendere" sul mercato elettorale per farsi eleggere. Si stà a scherzà vero? Parliamo di uno che un giorno dice una cosa davanti alla stampa e il seguente ha il coraggio di smentire tutto, di uno che giura sulla testa dei propri figli boiate pazzesche, di uno che si infila in un accordo Turco-russo per prendersene il merito rischiando l'incidente diplomatico, di uno che organizza festini in residenze di Stato, uno che ha il coraggio di dire che va tutto bene lo stesso giorno in cui l'Istat dice che il PIL è calato del 6%, mica il prezzo delle zucchine eh, un gaffeur peggio di Mr. Bean pure co la regina... Un filino di schifo a tutto questo dovrebbe delineare una sanità mentale ancora integra.

ps: Insy ti adoro, te e i' libro! Te leggo da du anni, mi ci so' tanto affezionato a sto posticino!

MirkoS ha detto...

Perché dimettersi quando il popolo ha la possibilità di mandarlo a casa con un bel calcio nel culo? Per ben tre volte però gli italiani l'hanno rieletto, dunque agli italiani sta bene questo Presidente del Consiglio, si meritano questo perché sono solamente dei pecoroni abituati ad ottenere i favori con le raccomandazioni, a mettere le corna alle proprie mogli, a desiderare ville lussuose con escort, alcol e cocaina. Berlusconi incarna il modello di italiano che gli italiani vorrebbero essere. Quindi non lamentiamoci, magari la prossima volta in cabina elettorale usiamo meglio la matita.

Anonimo ha detto...

falso in bilancio, corruzione ad avvocati e giudici, presunta partecipazioni ad attivita' eversive, presunte collusioni mafiose, presunti partecipazioni a stragi... ecc ecc e perc cosa lo dovremmo mandare a casa?? perche' va a mignotte?? scusate ma ha legalizzato la maggior parte di quei piccoli ostacoli che ha trovato nel suo cammino ( e per gli altri sono sicuro si sta organizzando) magari legalizzando la prostituzione fara' di noi tutti gente onesta... siete i soliti italiani che non si accontentano mai...vergogna! cattivi! cattivi!

Federico ha detto...

vota comunista!!!