martedì 29 dicembre 2009

CAPODANNO A MUCCA. TOCCA BATTERE PER BATTUAGE!










Il tema della festa di capodanno di Muccassassina è Battuage e per questo, molti di quanti vorranno comunque andarci, è proprio questo quello che dovranno fare: andare a battere il marciapiede.
Il biglietto infatti ha l’ingiustificato costo di 50 euro (se acquistato la sera stessa o in prevendita se si desidera accedere al privé).
Sicuramente l’ISTAT non ha messo le discoteche nel paniere dei consumi su cui fare le medie nazionali né alcuna ricerca ha appurato che passare il capodanno a Mucca è la cura che aspettavamo per debellare ogni tipo di cancro, ma il caso specifico solleva ben altre questioni.
Prima di tutte, l’associazione che l’organizza è il Mario Mieli e non il Billionaire di Briatore. Il circolo infatti non è una società con fini di lucro ma un benemerita istituzione culturale (ripeto culturale) che negli anni ha fatto moltissimo per la comunità gay e che, proprio per sovvenzionare le sue attività, molti, molti anni fa inventò una serata danzereccia chiamata appunto Muccassassina. Ora senza farne l’esegesi, la politica fondante di questa festa era quella di creare un evento che non fosse la solita discoteca ma piuttosto un aggregatore per gli omosessuali ed i loro amici etero, senza grosse pretese, divertente e sempre comunque attenta a non far pagare ingressi troppo esosi che comunque diventavano poi il carburante che permetteva al circolo di profondere servizi altrimenti non elargiti dalle istituzioni.
Mutata mutandis.
I tempi cambiano e sarebbe patetico non assecondarli ma lo spirito dovrebbe, a mio avviso, restare lo stesso altrimenti si abdica a dinamiche che snaturano l’essenza stessa della festa rendendola uguale a centinai di altre, molte delle quali, dal punto di vista squisitamente organizzativo, di gran lunga migliori.
Premetto che sono d’accordo che i costi del capodanno lievitino rispetto al prezzo solito del biglietto di 15 euro(dai baristi al service, tutti chiedono, giustamente di più per lavorare il 31 sera) ma qui si parla di oltre il triplo!
Il costo oltretutto stride con il fatto che la location è sempre la stessa di tutti i venerdì sera e i panettoni offerti allo scoccare della mezzanotte o la presenza di DJ che arrivino dal culo di Giove, francamente, non sono elementi così eccezionali da giustificare tale costo.
Sarà la mia malizia, ma a me sembra davvero l’approfittarsi spregiudicatamente di un evento dove la gente, e tanta, comunque andrà.
Non solo. A questo andrà aggiunto il solito travaso di etero, molti dei quali tutt’altro che friendly se non addirittura omofobi, che verranno selezionati con lo stesso rigido criterio con cui si decide chi entra e chi no il primo giorno di saldi alla UPIM costringendoci tutti a ballare il passo della sardina.
È vero, questi soldi verranno (in parte) impiegati per mantenere in vita il Mieli ma credo che 10 euro di meno avrebbe fatto contento il circolo e ancora di più il pubblico e se questo fosse costato la rinuncia di un paio di go go boy oleati come il pistone di una Lamborghini o la scelta di dj meno famosi, ben venga, tanto, non diciamoci fregnaccia, il 98% di noi va lì per divertirsi con gli amici, ubriacarsi e rimorchiare e anche se mettessero Le tagliatelle di nonna Pina remixata dal coro dell’Antoniano di Bologna, la gente ballerebbe lo stesso e si divertirebbe comunque.

PS: chiunque iniziasse a muovere critiche quali: “allora tu che ci vai a fare”, rispondo in anticipo che credo andrò comunque per seguire gli amici e che il fatto che ci vada non esclude che possa portare delle critiche o che possa sollevare un punto di riflessione da condividere.

8 commenti:

dario ha detto...

a capodanno la gente pagherebbe 10 euro anche per venire a casa tua.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ottima idea. ora metto le prevendite!!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ottima idea. ora metto le prevendite!!

Anonimo ha detto...

se scendi a 9 ....vengo anche io!

Guermantes ha detto...

Caro Insy le argomentazioni da te portate avanti sono certamente condivisibili e necessitano di una risposta dagli organizzatori attuali della festa...
Con l'occasione ti auguro un glitterato 2010!

alex

Anonimo ha detto...

Caro Insy,

ma vieni su da noi, a Milano ... che te la facciamo noi la festa :P(e non devi scucire neanche un Euro: è tutto gratis!).
Un gioioso 2010.
Barone

Anonimo ha detto...

personalmente, il 31, andrò a dormire alla solita ora come un qualsiasi altro giorno..
buon anno..
Sergio

Anonimo ha detto...

Beh in questo caso mi sento un pò come la BoccaDellaVerità, hai capito anche te l'errore di strategia di marketing di Mucca per questo capodanno, ma la cosa più fantasiosa è che un pò tutti hanno percepito ciò e tutte le persone affezionate a Mucca (privee incluso) quest'anno saltano Mucca e rimarranno chi a festeggiare a casa e chi direttamente all'after, da gnuno di loro mi son sentito dire che non regaleranno denaro a Mucca quest'anno con la motivazione che se ne stanno approfittando, approfittando sopratutto da chi è un affezionato frequentatore del locale.
Che dire! Aspetteremo il prossimo anno che sicuramente sarà più basso dato che l'indomani capiranno a vista anche loro di quanta gente non sia andata!
P.s. Lo scorso anno il prezzo era 35 Euro privee incluso! Quest'anno il privee ti viene venduto a parte! Bah, scelte loro!
Auguri e buon 2010 Ale!

BoccaDellaVerità!