lunedì 18 gennaio 2010

A BRUNE', MAVAFF****O!



Già il lunedì mattina non è esattamente il giorno ideale con cui cominciare una settimana ma poi, se ti imbatti nell'articolo di Repubblica sull'ennesima boiata di Brunetta, come fai a non farti andare di traverso anche l'aria che respiri?
In 2 parole e uno sbocco di bile, il microministro pare stia invocando una legge per far uscire i giovani dal nido familiare, a partire già dai 18 anni.
Qualcuno, di grazia, gli spiega però che se si resta in famiglia anche oltre i 30 anni è anche perché gli affitti, soprattutto nelle grandi città, sono vergognosamente alti e il precariato lavorativo nel quale ci hanno gettati non permette di affrontare serenamente la vita?
Io non mi sento una vittima ma, come migliaia di altri precari, mi faccio il culo a spicchi per affrontare questo periodo infernale fatto di contratti che scadono più in fretta del latte e ogni mattina metto la lancia in resta, mi faccio il segno della croce e mi dico che presto tutto questo migliorerà con nel cuore il magone di chi teme invece non accadrà mai ma se oltre a tutto questo poi devo anche leggere cazzate del genere, non riesco più a resistere ad un irrefrenabile desiderio di randellate e mi chiedo se quel nano di Brunetta non dica ‘ste stronzate anche perché ha il cervello troppo vicino al buco del culo.

29 commenti:

Anonimo ha detto...

che altro dire...... tutto è stato detto..

Anonimo ha detto...

Finalmente una politica di governo all'altezza dei suoi ministri. Non se ne vedeva da tempo, forse guardavano troppo in alto?

rdm ha detto...

mi ricorda tanto "un giudice" di De Andre'...

Sinner Diamond ha detto...

come darti torto.. La foto fà "riflettere"

Oscar ha detto...

amèn!

Rosa ha detto...

E il bello è che ha dovuto ammettere che lui fino a 30 anni è rimasto da mammà...
Stronzo!

Anonimo ha detto...

A me piace solo una brunetta: quella dei ricchi e poveri e un solo renato: quello di Mina! ;-)

Massi ha detto...

Anche a chi come me è un fortunatissimo dipendente pubblico dal contratto a tempo indeterminato quella cimice ha portato solo rogne e abbassamenti di stipendio..ma pare che stia per mollare l'attività ministeriale per dedicarsi al proseguimento della sua carriera politica come futuro sindaco di Venezia...dicheno! sperem!

kanzeon ha detto...

Aahahhahaha grande citazione di De Andre.

Cmq io volevo dire che quella foto a me pare un fotomontaggio.

Magika ha detto...

Se non si può definire fortunato chi lascia la propria città di origine e fa i salti mortali per mantenersi e costruirsi un futuro (conosco persone che fanno pratica legale di giorno e servono da McDonald's la sera), allora non si può definire sfortunato chi piange e sta da mammà (fenomeno tutto italiano). La vita è dura: lo è stata per i nostri nonni, per molti di quelli della generazione dei nostri genitori e ora lo è per noi. Ci sta, no!?
PS: Insy, non mi pare che quando hai avuto problemi col lavoro, sei corso da mammà. Perchè giustificare chi lo fa?

Magika

Fulviio ha detto...

Ma perché ti ostini a scrivere queste zattere di luoghi comuni? Forse se tu avessi speso meno soldi per comprarti i petti di pollo e meno creme per sgonfiarti la pancia o lucidarti i pettorali, forse ti sarebbe rimasto qualcosa per leggere anche altri quotidiani, per andare oltre i libri di Baricco Mazzantini Saviano. Evviva i diciottenni fuori di casa, evviva Brunetta se ci riesce! Oppure volgiamo attribuire a lui le colpe del fatto che a 30 i nostri cari giovani italiani sono ancora a casa. Sempre Così, con i sinistrorsi: se uno prova solo ad avanzare una soluzione, si risponde che però la causa del problema è un'altra. Mi dispiace leggere queste cose, continuo a leggerti perché ammiro il tuo spirito di osservazione e perché hai scritto un bel libro, ma quando ti fai trascinare dal tristo luogo comune - capita spesso ultimamente che tu cavalchi l'onda lunga della cronaca polemica da quattro soldi - allora mi innervosisco.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

MagiK, vero io quando mi sono trovato nella merda, ho tirato avanti lo stesso ma non tutti hanno questa forza. E' vero, tra tanti trentenni ci sono anche degli imboscati che amano la vita comoda ma mi sembra ovvio mi riferisca a quanti davvero non arrivano a 1000 euro, e ce ne sono molti, i quali, senza aiuti familiari non potrebbero farcela. che poi i nostri nonni siano andati ad avvitare bulloni in argentina, onore al merito, ma erano anche altri tempi, altri governi, altre concezioni sociali e politiche. se non ci evolviamo da quelle condizioni che erano davvero estreme, non c'è sviluppo.

Magika ha detto...

Tesoro, sai quanto ti stimo e per questo mi permetto di essere diretto nel dirti il mio pensiero: siamo cresciuti con 'Friends' e con 'Sex and the City' e a molti dei bamboccia piacerebbe che il mondo fosse così. Forse lo sarà per la prossima generazione. A noi tocca ancora lavorare duro per non dilapidare quanto risparmiato dalle generazioni precedenti (rimanendo sulle spalle dei genitori) e per non lasciare alle future generazioni un mondo peggiore. Questa, per me, è evoluzione.

Tua, Magika.

Anonimo ha detto...

Scusa Fulviio, non capisco...
Non capisco l'attacco personale e diretto all'autore del blog e la tua mancanza di argomentazioni a chiarire o a sostenere una presunta proposta di legge a favore dei giovani...
Leggo spesso i divertenti e (a mio parere) acuti post di Insy. E mi piace leggere i commenti: non è questo un blog di taglio politico e mi sembra che le opinioni siano diverse, leggere, a volte superficiali ma in qualche modo argomentate. Mi piacerebbe trovarle sempre così, per evitare di ricadere nello stereotipo delle baruffe stizzite fra gay che, mi sembra, anche tu stigmatizzi...
Stefano

Anonimo ha detto...

grande insy, quoto tutto quello che hai scritto nel post!
l'ultima frase è fantastica ahahah!

Sally ha detto...

Soprattutto i 18 anni sono la maggiore età (e chiariamo PER CONVENZIONE), ma a 18 anni si è ancora alle superiori, è quantomeno insensato anche solo proporre una cosa simile: che si fa, si lascia la scuola per andare a raccogliere l'elemosina e trovarsi un posticino in stazione?

fulvio ha detto...

Non voglio attaccare l'autore di questo blog, caro anonimo e infatto ho scritto che ammiro lo spirito di osservazione, apprezzo la scrittura e l'ironia che lo contraddistingue. Sono d'accordo con te: leggerezza. Mi dispiace solo vedere la scontatezza di certe opinioni, l'attacco per il solo gusto id attaccare. Non mi sembra che nessuno sia entrato nel merito della proposta Brunetta né ho intenzione di farlo io. Se andiamo avanti di questo passo, certamente ogni proposta del Premier o di un suo ministro sarà sempre una stronzata e ogni stronzata dell'opposizione sarà sempre un tentativo di civilizzare un paese immondo. Non volgio questi termini e non mi piace la polemica fine a se stessa. Sorrido di fronte a chi oggi si scandalizza per quanto fatto nella pubblica ammnistrazione dal sig. Brunetta, tagliatore di teste e di tempi morti, quando fino a poco tempo fa, gli impiegati pubblici erano addidatti da tutti, sinistra compresa, come succhiasoldi fannulloni. Non mi interessa se questo non è un blog politico, io faccio politica dove mi pare e mi è consentito.

Anonimo ha detto...

Eh beh, in effetti "Ma perché ti ostini a scrivere queste zattere di luoghi comuni? Forse se tu avessi speso meno soldi per comprarti i petti di pollo e meno creme per sgonfiarti la pancia o lucidarti i pettorali, forse ti sarebbe rimasto qualcosa per leggere anche altri quotidiani, per andare oltre i libri di Baricco Mazzantini Saviano" e "quando ti fai trascinare dal tristo luogo comune - capita spesso ultimamente che tu cavalchi l'onda lunga della cronaca polemica da quattro soldi allora mi innervosisco." non è un attacco personale...nooooooo
Grande Fulvio!!!
Nico

Aion ha detto...

Io penso che la proposta di Brunetta voglia essere un modo (provocatorio?) per tematizzare il mammismo degli Italiani.

Al di là degli impedimenti economici concreti penso che uscire di casa sia fondamentale per maturare mentalmente.

Certo non mi va l'idea che lo stato si prenda la briga di educarmi, ma allo stesso tempo non mi piace vedere attorno a me persone (e sono la maggior parte) che non riconoscono il valore dell'autoeducazione.

Ciao,
Aion

Gipris ha detto...

Oddio la frase "ha il cervello troppo vicino al buco del culo" mi ha distrutto!
cmq quello che hai scritto è detto e ridetto da non so quanto tempo e mi meraviglia che questo (mezzo) uomo non l'abbia mai sentito dire!

AtenaG ha detto...

@Insy&Gipris
Mi sa che le citazioni di De Andrè son proprio nell'aria in questo periodo..

"la maldicenza insiste, batte la lingua sul tamburo,
fino a dire che un nano è una carogna di sicuro,
perchè ha il cuore troppo, troppo vicino al buco del culo"
:-)

Fulvio ha detto...

Eh...Attacco personale!?! Ma dico io, vogliamo nasconderci dietro un dito? Primo: attaccare è lecito comunque e sempre; secondo: dire a una persona, con ironia peraltro, che scrive in alcune occasioni cose banali e che forse avrebbe potuto spendere meglio i suoi soldi non è un attacco ma una considerazione sincera e non cattiva. Cerchiamo di essere meno sensibili e politically correct, perfavore. Non credo che l'autore di questo blog, visto che ne apprezzo comunque l'ironia, ami circondarsi solo di condiscendenti tranquilli addormentati yesmen.

upclose ha detto...

L'immane stupidità di questa proposta di legge mi lascia, come dire, allibito. E sono perfettamente d'accordo con quello che dici, che qua prima ti scade il contratto, poi cerchi lavoro e sembrano ti stiano prendendo tutti per il culo, e io l'affitto come cazzo lo pago? Maledetto il giorno che go abbandonato il nido materno.

Anonimo ha detto...

Tranquille bimbe !!! Si candida a sindaco di Venezia, l'acqua alta ci leverà il problema.... anche se, mi dicono, gli stronzi galleggiano a meraviglia. sic.

Anonimo ha detto...

Per me non e' Insy che usa luoghi comuni,ma Brunetta che parla senza connettersi con il cervello. Ma conosce lui la realta' della societa' italiana,lui che fino a trenta anni e' stato a casa di mamma,lui che ha fatto l'essenteista da deputato europeo e ora che ah un uno straccio di potere in mano sentenzia come Mose' chescende dal Monte Sinai? Non tutte le argomentazioni di Insy sono giuste,certo tutti abbiamo i nostri punti di vista relativi,ci mancherebbe e nessuno e' esente da difetti ,ma Insy per lo meno ha il pregio di essere ironico senza essere superficiale, osservatore attento anche se forse parziale (ma chi no lo e'?). Sara' perche' a me Insy piace in tutti i sensi,anche se ho 28 anni piu' di lui,sara' perche' mi e' simpatico,dite quello che vi pare,ma ritengo che abbia la maggior parte delel volte ragione,e da vendere. Pier

Anonimo ha detto...

Per me non e' Insy che usa luoghi comuni,ma Brunetta che parla senza connettersi con il cervello. Ma conosce lui la realta' della societa' italiana,lui che fino a trenta anni e' stato a casa di mamma,lui che ha fatto l'essenteista da deputato europeo e ora che ah un uno straccio di potere in mano sentenzia come Mose' chescende dal Monte Sinai? Non tutte le argomentazioni di Insy sono giuste,certo tutti abbiamo i nostri punti di vista relativi,ci mancherebbe e nessuno e' esente da difetti ,ma Insy per lo meno ha il pregio di essere ironico senza essere superficiale, osservatore attento anche se forse parziale (ma chi no lo e'?). Sara' perche' a me Insy piace in tutti i sensi,anche se ho 28 anni piu' di lui,sara' perche' mi e' simpatico,dite quello che vi pare,ma ritengo che abbia la maggior parte delel volte ragione,e da vendere. Pier

Anonimo ha detto...

...c'e' un'altro ridicolo motivo per il quale Brunetta vuole provocare con questa cazzata di legge. Quando divorzio' dalla sua prima moglie il tribunale gli ha dato torto nella causa contro la moglie ed e' stato condannato a pagare circa 340 Euro alla FIGLIA DI 32 ANNI CHE OGGI VIVE ANCORA A CASA CON LA MAMMA. deve pagare affinche la figlia bambocciona e fannullona continui a vivere con la madre perche deve studiare .... ragazzi , ditemi voi .....

Marco

Anonimo ha detto...

Un' altra c,,,,ta di Brunetta: ridurre le pensioni per dare piu' soldi ai giovani. A parte il fatto che io,sa pensionato, non credo di togliere nulla a nessuno e non sono certo un ex deputato,ma lo sa l'ignobile essere che noi pensionati abbiamo tante spese perche' la salute non e' come quella un ventenne? Lo sa quanto costano le cure e il magiare? Non lui non sa nulla e non passa giorno che non dica la sua,senza che qualcuno non goi atturi quella boccaccia. Certo i giovani hanno diritto a un lavoro stabuile e a uno stipendio dignitoso come tutti. ma che facciamo ,rubiamo ai poveri per dare agli altri poveri? Tiriamo la copera e lasciamo scoperti i piedi? Che nullita'! Insy,scusa ,tu che sei tanto brevo (e dico per davvero) a fare dell'ironia ,di qualcosa di pungente contro questo tipo che ha rotto a tutto quello che c'era da rompere! Ci siamo capiti!. Ciao. Pier

Saevel ha detto...

Ma non era il cuore ad essere troppo vicino al buco del culo? Oppure mi ricordo male io? :) Bè, comunque il culo ci sta sempre ^^