lunedì 4 gennaio 2010

IL PESO DELLA VERITA'














Regola fondamentale per evitare pericolosi contraccolpi emotivi o travasi di bile: mai e poi mai pubblicare su un social netuorc, un blog o anche solo sulla posta del cuore di Cioè una considerazione negativa o una lamentela sul proprio aspetto a meno che non si abbia un carattere tanto coriaceo come quello di un guerriero spartano sopravvissuto alla battaglia delle Termopili in grado di sopportare critiche feroci o giudizi obiettivi.
Stamattina pubblico sul mio profilo di Feisbuc uno statu: “sono talmente ingrassato che per mettere la cinta ho dovuto usare un bumerang”.
Ora gli amici, quelli che mi conoscono davvero, letto questo si sono affrettati ad applicare il protocollo Insy 2/bis che recita: “di fronte ad un calo di stima di Alessandro, rispondere prontamente confortandolo, anche se questo dovesse implicare la totale negazione della realtà”.
Si è levato quindi un coro di fedelissimi che, con diversi gradi di persuasione, hanno spergiurato che “non è vero!”, che “la bilancia è rotta” e che “probabilmente oggi l’aria pesa di più”. E per un po’ ho realmente creduto che un gruppo di folletti nella notte avesse dispettosamente ristretto con ago e filo tutti miei pantaloni.
Poi un certo XXX, ignaro di quello che avrebbe scatenato, ha creduto bene di aggiungere anche lui un commento: “sai ti ho intravisto sabato all'alpheus, certo sei molto fotogenico ma sei caruccio, dicimo che le foto ti sfinano e ti allungano un pochino”.
“Dunque, un conto è che IO mi do addosso, un conto è che TU confermi la cosa. Ma insomma, nessuno ti ha mai spiegato che ci si denigra per farsi consolare, adulare, coccolare!?!??!”.
Ma questo me lo sono tenuto per me e, nonostante si mi fosse gonfiata l’aorta carotidea e avessi già evocato Pasubu, il demone dell’Esorcista promettendogli la mia anima in cambio della morte per autocombustione dell’avventato commentatore, non ho replicato perché se decidi di metterti sdraiato sulla linea di mezzeria di un’autostrada non puoi poi lamentarti di restare travolto da un tir. Perciò mi sono limitato a dare un cazzotto al muro per calmarmi cambiando poi semplicemente lo status.
Poco dopo, arriva la telefonata del mio miglior amico per confortarmi ancora del fatto che “quello non capisce un cazzo” e che “non è per niente vero che mi sono ingrassato” ma ormai avevo già aperto la scatola di Ferrero Roscié, ultimi superstiti di un cesto natalizio, al grido di “visto che mi dicono che sono grasso, tanto vale squintalare”. Ma il mio migliore amico, conclude la conversazione aggiungendo con un tono affilato come la lama di rasoio: “ e comunque, di quello non ti devo più preoccupare, non ti scriverà mai più”.
Il conforto che sa regalarti il cibo non eguaglierà mai quello che può garantirti un amico vero.

22 commenti:

Ale ha detto...

Quindi il tuo non sopportare alcun commento anche eventualmente ironico, è questa la manifestazione della tua insicurezza? Che prima donna!! Comunque non sei di certo grasso! Sei un po gnappo e un po tarchiato, e soprattutto te la tiri come fossi il Dio Apollo. Ma non ti darei proprio del grasso!
Ale

Anonimo ha detto...

Non so bene per grasso che cosa tu intenda. Dal vivo non ho mai avuto il piacere di incontrarti, ma a quanto mi pare sei carino un bel po' ... sì, sì, carino davvero!
Simone.

Anonimo ha detto...

mezzeria INSY, mezzeria... la mezzadria è una formula contrattuale agraria. Ossignur... ma per Natale non hai scritto la letterina al Babbo chiedendo un editor? Non sperare nella Befana, è un buttanone quello.

Anonimo ha detto...

Udio pure io ti ho intravisto sabato...e, maledetta timidezza, se tu nn fossi stato attorniato da troppi amici, c'avrei pure provato :)

Enrico* ha detto...

Ma che te frega!! Tanto fra poco inizia il tour de force per la prova costume...

E comunque tu non ne hai assolutamente bisogno!!

Sei più longilineo di Kate Moss anche dopo le feste...

Anonimo ha detto...

guarda il lato positivo, adesso se ti dicono se ci fai o ci sei (porchetta) potrai rispondere fiero: entrambi!
E son sempre traguardi raggiunti.

Manhola Friendly

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

come mi ha suggerito il mio amico Scrappy, ho sempre un futuronel mondo degli orsi...

SCRAPPY ha detto...

Ecco appunto, il tuo mantra 2010 "omo de panza ,omo de sostanza".io ormai c'ho fatto pace con il mio "svrappeso forma"..noi ti vogliamo bene anche grasso e sudato.

Anonimo ha detto...

beh, la camicia orsa l'hai già. Adesso c'è pure il contenuto... e quanto!!!!

Anonimo ha detto...

Insy, ma lascia perdere la cinta, che tanto è solo un'accessorio fashion e non qualcosa di realmente utile (eheheh...), comunque, finchè riesci a chiudere i pantaloni potrai sempre bearti del fatto che nonostante le feste ... hai sempre la stessa taglia!!!
Barone

Selìn ha detto...

Sei sempre bono, mi ispiri cose porche :)

SCRAPPY ha detto...

ecco,hai visto quanto sostegno?
il prossimi 2 steps, smetti di depilarti e diventa attivo e il gioco e' fatto.

ilgentuccogrovacca ha detto...

Ma mettere su mezzo kilo durante le feste è quasi scontato!Perchè secondo te hanno messo l'estate dopo circa 6 mesi dal Natale?Semplicemente per dare alle persone il tempo necessario per smaltire i lardelli!Comunque se può consolarti quando andavo alle superiori, per quanto mi ero incicciottito,dovevo sempre sdraiarmi per abbottonare l'ultimo bottone dei jeans che puntulamente, appena poggiavo i piedi a terra, schizzava come un proiettile! Ti dico solo che arrivai a chiedere alla mia prof di conversazione di tedesco come si dicesse:" Sto perdendo fattezze umane!", giusto per essere sempre pronto a qualsiasi evenienza!

Anonimo ha detto...

...comunque il demone si chiama pazuzu...lo dico nel caso non lo stessi storpiando di proposito...
il fatto e' che pasubu non mette pe niente paura...

Ballestrero ha detto...

Caro Insy, oramai io mi sono rassegnato. Non tornerò mai più alla mia 44. Rimarrò uno spaventoso 48 a vita con giropanza gonfio! Anche io spero ogni giorno che sia la bilancia ad essersi rotta o la mia vista ad essere calata, in modo da non vedere bene il peso reale...

Guermantes ha detto...

Usare l'autoironia, è un arma a doppio taglio, poichè dopo si sentono tutti in diritto di ironizzare anche loro su di te! E' assurdo ma è così...
felice 2010

Quadraretto View ha detto...

@ Guermantes
..sembra un aforisma di Giacomo Leopardi.
Comunque Ale, ormai all'eta' tua sei ad un bivio, o invecchi come Cecchi Paone o come Solange

Anonimo ha detto...

Il tuo amico ha assoldato un cecchino?!?!? O_o
Alla faccia della libertà di espressione =P
Cmq Il tipo in questione è stato del tutto fuori luogo approvo ogni radicale risoluzione nei suoi confronti!
Sperelli

dildo baggins ha detto...

caro insy, dopo anni di stolida resistenza, ripetendomi che "devo piacere per come sono", anche io ho deposto le armi e mi accingo a segnarmi in palestra, avendo raggiunto l'invidiabile quota 70 kg per un cazzo e mezzo di altezza... è normale sentirsi grassi e appesantiti dopo le feste, l'importante - e me lo recito a forza in prima persona - è non rinunciare a volersi bene e a volersi vedere meglio di quello che si è, cioè nel mio caso un tubero con le braccia... anche perchè, come dice Jack di Will & Grace, "niente petto, niente sesso!" :) baci.

AtenaG ha detto...

Non lo sapevi? il regalo must del Natale 2009 è stato il sicario. Utilerrimo.

ps: io ho perso un chilo

Gabriele ha detto...

Fantasticooooo!!! agagagagaga... ti capisco come pochi al mondo!!!
:( da stasera pure io a dieta per l'ennesima volta!!!
Ops... scusa l'intrusione... io sono Gabri!!
Piacere di leggerti!!!
Ciao ciao

El Rocho ha detto...

Insy, mettiamola così: mal comune mezzo gaudio. Io sto aspettando il lunedì (cioè domani) per chiudere ufficilamente le feste e scalpellare quello che ho messo su di troppo, e ne ho messo... :-)