mercoledì 20 ottobre 2010

CHI E' DI SCENA?




















Eschilo, Sofocle, Euripide e adesso Insy nell’olimpo del teatro. Grazie a dio quando leggete i miei post non siete mai al volante altrimenti rischierei denunce per gli incidenti causati. Comunque state tranquilli, era tanto per annunciarvi con una certa enfasi che Sabato 23 e domenica 24 debutta il mio corto teatrale: “LIBERACI DAL MALE” al'interno del concorso di corti organizzato da LA CORTE DELLA FORMICAMA presso TEATRO SANCARLUCCIO - Via San Pasquale a Chiaia, Napoli.
La trama è molto divertente (lo so che non dovrei dirmelo da solo ma al corso di autostima mi hanno detto che il primo a sostenere le cose che faccio devo essere io): c’è una madre disperata che vuole convertire il figlio e farlo diventare eterosessuale, quindi “normale”. Si affiderà ai consigli del presidente di un’associazione votata a riportare sulla buona strada le pecorelle perse nella valle del peccato omoricchione. Ma…
Invito quindi tutti i napoletani, ma anche gli avellinesi, i caserani, i romani e tutti gli altri amici di tutte le città d’Italia ad assistere allo spettacolo (ci saranno anche altri 2 corti di altri 2 autori per cui, almeno per loro, credo valga la pena venire).
Alla peggio vi sarete fatti una gita a Napoli che vale sempre la pena di visitare.

16 commenti:

Anonimo ha detto...

sorgerà il sole su un giorno in cui il gay per ...diciamo...1 milionesimo di secondo avrà la consapevolezza che per il resto delle 24 ore potrebbe concentrarsi su un'altra cosa che non sia...l'essere gay?

La Nonna.

d-c-D ha detto...

e a roma quando??

volevo segnalarti questo, sicuramente l'hai già visto ma magari gli altri no

http://www.nuok.it/2010/10/oggi-a-new-york-insy-loan/

vorrei far notare il commento finale...

PS: mi sembri così carino, insy, che mi spiace non averti scoperto prima ma solo ora che son lontano, e parecchio, da Roma. Quando torno mi sa che ti chiederò un appuntamento XD

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

La Nonna ma che c'entra! se io scelgo un argomento che conosco meglio che il dramma degli operai di termini imerese che problema c'è? non è l'argomento, semmai il modo in cui lo si tratta. A me non pare che ad esempio alla Kinsella (lo so che non è un grande esempio ma è per dire) nessuno le vada a contestare l'argomento: quello conosce bene ed è giusto che batta su quello. Non è che se uno scrive deve farlo saltando da un argomento all'altro. c'è tanto mondo nel mondo gay che merita di essere sondato, raccontato e dissossato e non mi pare ci sia questa schiera, in italia soprattutto, che lo faccia. Anzi, il fatto che qualcuno punti su questo argomento a dispetto del silenzio culturale ed istituzionale mi sembra una cosa tutt'altro che negativa. e finisco: la nonna, almeno leggi l'opera prima di sentenziare, no? ti accorgeresti che è molto di più di una favoletta gay. ho sempre apprezzato i tuoi interventi ma questo non lo capisco...

Anonimo ha detto...

INSY, in realtà tu ti sei preso lo sfogo ma forse sei quello che IN QUESTA OCCASIONE lo ha meritato meno. Sai, un poco come la mamma di 4 figli che non ha le forze per menar tutti e prende a schiaffi il primo per dare l'esempio. Mi scuso. Il fatto è che dove ti giri-ti giri, pare che il gay viva solo per essere gay. Come faranno 3 sole letterine ad essere così totalizzanti è qualcosa che resta incomprensibile. Guarda in giro, leggi gli altri blogs... non potrai negarti che il gay vive NON PER ESSERE una persona, eventualmente ANCHE gay, ma DELL'ESSERE un gay. Cioè, noi stiamo proprio facendo razza, capisci?
E visto che tu sei una voce seguita nella comunità ti sei preso lo sfogo, ma spero faccia da cassa di risonanza ed aiuti i nostri carissimi amici ad alzare lo sguardo oltre la punta del cazzo.

La Nonna

d-c-D ha detto...

non è forse la stessa situazione dell'eterna diatriba se i Pride devono essere eccessivi o no?
Un gay (in italia e non solo) vorrebbe vivere senza dover pensare ogni secondo di essere tale, ma...

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Ragusa-secchio-di-urina-contro-gay_311006616160.html

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Lombardia/?id=3.1.999609743

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Frosinone-Mancuso-Italia-insicura-per-gay-italiani-e-turisti_994274499.html

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2010/10/19/AR2010101903438.html

e poi io son curioso di vedere come Insy riuscirà a rendere comica una situazione di suo abbastanza seria (una famiglia che si mette in mano a ciarlatani)!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

La Nonna mi segui da abbastanza tempo per sapere che mi occupo anche d'altro ma come dice DOC come fai a "scordarti" di essere ghei quando tutto, purtroppo, ti fa ricordare che esserlo è sbagliato? allora in questo, almeno per me, parlarne ha un valore civico e politico. Sarebbe come dire ai neri americani negli anni 60, in tempi di apartaid e KKK di pensare ad altro che non fosse la loro condizione. Riguardo gli altri blog io non sono responsabile e non mi ritengo responsabile. io faccio il mio percorso, criticabile ma coerente.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

dcd: il mio corto non è comico, ma ironico, il che è un pelo diverso, convinto che l'ironia possa più dei discorsi seri se mostra la ridicolagine e la cialtroneria di parte della società :)

itboy_76 ha detto...

Possiamo sperare in un video su YouTube o una replica milanese?

Ciao Nonna, come stai?

d-c-D ha detto...

chiedo umilmente perdono :D riformulo: son proprio curioso di vedere come il tuo stile, Insy, riuscirà ad ironizzare ed a punzecchiare la società!

PeppeDC ha detto...

Ma non si fa così!

Sono casertano ma in questo semestre mi trovo a Bruxelles per lavoro.

Questa è una malazione!!!!

Mi puoi passare la ripresa?

Anonimo ha detto...

@INSY, non voleva essere una critica a te nello specifico. Noto solo che tutto è ...so gayshi. Ovunque senti sospiri di giovini spose negate all'amor. E visto che si parla di spettacolo, chiudo prendendo in prestito le parole di una stimatissima attrice della commedia italiana e dico: "che noia che barba, che barba che noia..."

La Nonna

Anonimo ha detto...

Mi potevi proporre il corto anzichè na birra al pigneto..

Anonimo ha detto...

Nonna, col primo commento ti sei ampiamente meritato/a il mio applauso. La penso alla stessa maniera.

awkward ha detto...

Peccato che non sia da quelle parti altrimenti mi sarebbe piaciuto venire a vederlo questo spettacolo.
In bocca al lupo!!! ;)

Magika ha detto...

In culo alla balena, Insy!!!

Magica

Tommaso Garca ha detto...

Beh lo consiglio a tutti! E' un testo magnifico, davvero ironico e tagliente... e poi è recitato da me! ahahahaha!