giovedì 7 ottobre 2010

SARAH E LA GARA TRA MOSTRI























Io una porcata del genere non solo l’avevo mai vista ma speravo proprio che a farla non saremmo mai stati noi in Italia. La Sciarelli si vergogni e si vergognino i responsabili di Chi l'ha visto? Dire ad una madre in diretta che la figlia è stata trovata cadavere, uccisa dallo zio. Con che faccia potremo mai più accusare gli stati islamici per le barbare lapidazioni quando qui, per mere esigenze di odiens, si stupra mediatamente il cadavere di una bambina e si fa mattatoio del sentimento dei familiari, tutto in diretta televisiva?
Con questo episodio si è toccato il punto più basso dove un essere umano può arrivare a scavare.
Sembra un racconto crudissimo di Ammaniti. Ma purtroppo senza neppure un briciolo d'ironia.
Provo pena per la famiglia di Sara e disgusto per questi che stento a chiamare esseri umani e che non sono poi tanto lontani dall’omicida stesso, tutti nello stesso fango, contendendosi il primato in una feroce gara tra mostri.

20 commenti:

K@RL ha detto...

Condivido pienamente!

Non sapevo che l'annuncio l'avesse dato la Sciarelli in diretta durante la puntata di "Chi l'ha visto?". Io l'ho saputo stamane sentendo i tg mentre facevo colazione..

Anonimo ha detto...

Guarda, stamattina l'han parata sù dicendo che "la madre era già stata avvertita telefonicamente da alcuni giornalisti"...non sò se secondo loro questa sia un'attenuante.
Capisco l'odiens, capisco che x rai3 una cosa così è come vincere il superenalotto, ma se questa è la gestione del dolore e della privacy che offre la nostra tv... mi viene il vomito ancor di più che per la vicenda fine a se stessa, già comunque infinitamente triste e squallida.

SuzyW

tiziana ha detto...

Alessandro, condivido il tuo pensiero fin nelle virgole.
Il fondo è stato toccato da un pezzo, con questo siamo andati ben più sotto :(

Mauro N. Battaglia ha detto...

sono un assiduo telespettatore del programma "chi l'ha visto?" e posso testimoniare che la sciarelli ben si è guardata di dare l'annuncio, anzi, come ogni mercoledì (e quindi non come ospite al programma del pomerggio...) la famiglia di sarah scazzi era in diretta per commentare, per ricevere evenuali telefonate. il rincorrersi di notizie, anche sui telefonini ad un certo punto è stato tale, che la conduttrice ha praticamente esortato la madre in uno stato di semi-trance ad abbandonare eventualmente la diretta, ammettendo che una fuga di notizie stava mettendo in crisi il normale andamento, d'altronde tutto ciò sempre in diretta, mentre, gli zii, dopo 10 ore erano ancora tenuti sotto stretto interrogatorio e ciò era assai sospetto. il rispetto per il dolore della madre, arriverà quando in ogni caso, qualcuno metterà freni agli avvoltoi desiderosi di sordidi particolari, non ad un programma che invece, unico tra i pochi nella televisione italiana, è veramente al servizio del cittadino e anzi aiuta le famiglie dei troppi scomparsi, misteriosamente scomparsi, grazie ad un pubblico che è stato ed è a volte l'anello di congiunzione per il ritrovamento e il ricongiungimento di uno scomparso e dei suoi familiari.
scriviamo di ciò che vediamo, non (solo) di ciò che ascoltiamo.

Anonimo ha detto...

confermo ciò che ha detto Mauro Battaglia, Chi l'ha visto è l'unica trasmissione che dà voce al dolore dei familiari x le persone scomparse e dal maledetto giorno della sparizione di Sarah è stata accanto alla famiglia cercando qualsiasi tipo di aiuto o informazioni potesse arrivare dal pubblico. Spesso durante le dirette ci sono aggiornamenti e notizie importanti, le famiglie rimangono collegate proprio x sapere novità in tempo reale.. mentre la Sciarelli cercava di rimanere evasiva leggendo le ansa sull'omicidio, altri giornalisti telefonavano alla famiglia x darle la notizia o chiedere conferma. A quel punto si è deciso di far uscire la mamma.

beckett ha detto...

Anch'io concordo con tutto quanto scritto da Mauro N. Battaglia.

Anonimo ha detto...

... infatti. Finiamola di fare questi discorsi populisti al grido di "abbiamo toccato il fondo". Chi conosce la trasmissione (che tra l'altro ha aiutato un gran numero di famiglie a ritrovare i propri cari) sa come ciò sia potuto succedere e come sarebbe stato impossibile evitarlo. Cosa dovevano fare, un black out perché hanno ricevuto in diretta l'atroce notizia???
Ebbasta con questi post fatti apposta per ottenere facili consensi di chi non sa ma sentenzia a priori, sentendosi cos diverso dalla vile massa!
Marisa Berti

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Cara Marisa Berti,
che la trasmissione possa avere una sua efficacia nell'aiutare le forze dell'ordine a risolvere certi casi, non è messo in discussione. la critica è circostanziata al fatto in questione. Come riportato dalle cronache, gli inviati del programma sapevano già da tempo che il cerchio si stava stringendo attorno allo zio e si sono appostati in attesa dello scoop. Nulla da eccepire in questo. è la dura e spietata legge del giornalismo. Io mi riferisco alla scarsa sensibilità mostrata nello spiattellare tutto in diretta davanti la madre (avvista o meno prima, poco cambia). Nessuno parla di blec aut ma potevano scollegarsi almeno dalla casa della madre e continuare la trasmissione. Mi sorprende il fatto che l'assenza di delicatezza, tu non l'abbia colta. Ma non ti conosco.
riguardo al consenso, non creodo di avere bisogno di questo quandanche lo cercassi. Non sono un politico in caccia i voti ne un presentatore che cerca l'applauso. si tratta di scambi di opinione e la tua è stata portata con violenza inutile. e, un consiglio, calmati che ti vengono le rughe se reagisci così.
salute e saluti

Anonimo ha detto...

Non dite fesserie, per favore. Ha saputo dell'omicidio della figlia dalla Sciarelli. Negate anche l'innegabile, che diamine!

http://video.corriere.it/sarah-madre-apprende-notizia/4d196150-d1df-11df-93c4-00144f02aabc

Alessandro C. ha detto...

Mi mancavano i difensori del programma!
Che coraggio, ho visto le scene su youtube e sono davvero raccapriccianti, la presentatrice che sembrava uno sciacallo in preda a una crisi di fame che si agitava per lo studio chiedendo alla madre e all'avvocato di chiamare alla caserma dove si stava interrogando lo zio, l'aiutante che portava le notizie aggiornate, le schermate delle notizie di agenzia dell'ultimo minuto, tutto davanti ai familiari della vittima, che cosa squallida! E qualcuno ha il coraggio di difenderla!
che il programma aiuta la gente a ritrovare i cari e che sta vicino alle persone che soffrono? Ma per carità, non lo faranno mica per beneficienza?! Dopo queste immagini mi sembra molto chiaro che non solo lo fanno per aumentare l'odiens ma che tra ritrovare la persona scomparsa "viva o morta" preferiscono decisamente il secondo caso, magari con un bel primo piano dei parenti nel momento della scoperta. Senza parole.

Lorenzo ha detto...

Lo scorrere di notizie era troppo veloce ieri sera e la madre sapeva che il cerchio dei sospettati s'era notevolmente ristretto e l'interrogatorio agli zii andava avanti da ore. Io il video l'ho visto, e non m'è parsa indelicata la presentatrice, s'è trovata in una situazione difficilissima e non sapeva come gestirla, ti quoto Alessandro solo sul fatto che il collegamento doveva saltare indipendentemente che la Sciaralli le chiedesse o meno il consenso.

dario ha detto...

secondo me la cosa da criticare è che come al solito, i gironalisti hanno saputo le cose prima della madre. che lei fosse in tv o meno, avrebbero dovuto contattarla e dirle quello che stava accadendo prima di comunicarlo alle agenzie. è stato un caso che il tutto sia avvenuto mentre lei era in tv, non credo proprio ci sia stata predeterminazione della redazione di chi l'ha visto. e la sciarelli non si pè affatto comportata come uno sciacallo. anzi, il fatto di dire alla madre di chiamare la caserma era proprio per evitare che dovesse sentire tutto in tv. ripeto, l'errore è stato nell'informare prima i giornalisti dei diretti interessati.

dario ha detto...

secondo me la cosa da criticare è che come al solito, i gironalisti hanno saputo le cose prima della madre. che lei fosse in tv o meno, avrebbero dovuto contattarla e dirle quello che stava accadendo prima di comunicarlo alle agenzie. è stato un caso che il tutto sia avvenuto mentre lei era in tv, non credo proprio ci sia stata predeterminazione della redazione di chi l'ha visto. e la sciarelli non si pè affatto comportata come uno sciacallo. anzi, il fatto di dire alla madre di chiamare la caserma era proprio per evitare che dovesse sentire tutto in tv. ripeto, l'errore è stato nell'informare prima i giornalisti dei diretti interessati.

Oscar ha detto...

non so se avete visto il tg 5 (lo so, è dura) con le interviste alle figlie dello zio, nonchè cugine della povera ragazza uccisa.
con la giornalista che infilava sto microfono in bocca chiedendo: ma tu lo sapevi che tuo padre era un mostro?
mi veniva da vomitare.
credo non ci sia limite alla cattiveria dell'umano. e alla sua inopportunità

Anonimo ha detto...

Io cerco di stare nel mezzo (o almeno ci provo...) secondo me, se e' vero quanto affermato dalla polizia, se avevano forti sospetti di crollo avrebbero dovuto "consigliare" alla madre di attendere gli sviluppi della tragedia prima di andare in televisione (poi ci dovremmo chiedere perche' uno va in televisione....).

Per il resto, ormai i giornalisti sono semplicemente dei "gossippari" e dei "grandi fratellisti", osano dove possono (ovvero dappertutto) e quando possono fanno veramente del male.
Non so quanti di voi sanno dei danni che ha creato "striscia" nel divulgare cose non vere mandando al macello le persone e semplicemente "scusandosi" senza effettivamente PAGARE per quanto perpetrato..!!

Quindi mi diverte leggere che questo programma sarebbe anche utile ai "poverini" che non hanno + notizie.... questo e' un lavoro che dovrebbe essere fatto da personale competente e non da "Un grande fratello con la telecamera".

Ma alla fine, per quello che deve trasmettere telekabul va bene anche questo....

Grande insy!! continua cosi....

Anonimo ha detto...

Poverini, dev'essere tristissimo vivere vedendo solo il marcio dietro ad ogni cosa:
"lo sciacallo che si aggira nello studio"...
"non lo fanno mica per beneficenza"...
"preferibilmente morto"...
non vi invidio, care menti sensibili e superiori, non vi invidio davvero. In quanto alle rughe è più facile che vengano a voi, che vivete ripiegati sul malanimo, che non a me che mi accaloro IN DIFESA di qualcosa e di qualcuno, non CONTRO. E peraltro le rughe non mi fanno alcuna paura, sono una matura signora non una vecchia cecca.
Baci e abbracci
Marisa B.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Marisa vedi come va il mondo: uno cerca di stemperare con una battuta e te rispondi con un'offesa. Mi sa che hai bisogno anche te di "Chi l'ha visto?", ma per trovare il tuo cervello e farci finalmente pace.

Anonimo ha detto...

In molti giudicano senza aver visto quello che è avvaduto. Certo la Scierelli si è fatta prendere dal panico e magari ha rivolto un paio di domande inappropriate (presa dal panico), per il resto non faceva altro che chiedere alla mamma se era opportuno interrompere il collegamento ma quest'ultima sembrava dispiaciuta dal volerlo fare.
E' stata una terribile casualità, ma son sicuro che poteva capitare in mani ben peggiori. Emilio Fede, Barbara D'Urso, Bruno Vespa solo per citare qualche avvoltoio a caso.

Khmer guy ha detto...

Hello,

good to be here, and visit through your good job of your nice site.

by the way, could you exchange my site?

this is my site:
<a href="http://http://khmernewstoday.blogspot.com/

I do hope you would not mind to exchange link with me

best regards,
http://khmernewstoday.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Io concordo con Dario, la situazione è precipitata in pochi minuti e la Sciarelli ha cercato di fare il possibile ma a sbagliare sono state le agenzie di stampa che hanno inziato a diffondere la notizia ancor prima che venissero informati i familiari. Per me la più schifosa di tutti resta Barbara D'Urso che sarebbe capace pure di indagare per scoprire in che posizione lo zio ha violentato quella povera ragazza.