giovedì 15 novembre 2007

VUOI DIVENTARE LA PROSSIMA ICONA GHEI? Sono aperte le iscrizioni.


Sei una aspirante qualcosa? Canti, balli, reciti, conduci trasmissioni ma fai tutto questo con lo stesso talento che ha Romano Prodi nell’infervorare le folle? Hai visto più fallimenti sentimentali che tramonti e hai tentato una o più volte il suicidio ma la Morte ti ha risposto “No, grazie le sfigate non sono gradite a casa mia”? Allora puoi aspirare diventare la prossima icona ghei perché se sei nessuno per tutti, per i ricchioni potrai diventare qualcuno, qualcosa.
L’icona ghei è un altro di quegli strani fenomeni antropologico- culturali dalle origini del tutto inspiegabili come quelle del vudu, del culto dei bovini in India o dei ghei che votano Alleanza Nazionale. Ad assurgere agli onori dell’icona ghei sono ammesse solo le donne, eccezion fatta per Amanda Lir e Mario Giordano (ndr: il direttore di Studi Aperto sull’identità del quale la Foschini sta da anni preparando una puntatona speciale di “Misteri”).
In effetti è difficile tratteggiare le caratteristiche di un’icona ghei, e come quando ti chiedono cos’è l’amore: non sai descriverlo ma quando lo incontri, lo riconosci. E’ una sensibilità che hanno solo i ghei e solo loro possono investirti di questo titolo.
Infatti pensiamo che icone ghei lo sono donne di successo assoluto come Madonna ma anche la Rettore il cui unico disco di successo è “Confescion on a dens flor” (di Madonna, appunto), comprato all’Iper di Castelinio di Resada.
Possono essere le donne più dolci della terra come la Clerici diventata icona da quando affermò che “non poteva vivere senza il cazzo” (trovate un ghei che non sia d’accordo) o le più diaboliche come Angelina Giolì che per fare le pulizie ha preferito adottarlo un filippino piuttosto che regolarizzarlo con un permesso di soggiorno versandogli quindi i contributi.
A volte provo a pensare al significato sostanziale della parola Icona. Dovrebbe essere l’incarnazione di un simbolo, di un principio, una figura storica di svolta e mi vengono subito in mente Ainstain, Lennon, Teresa di Calcutta e posso solo immaginare l’espressione di disappunto che possono fare dall’aldilà quando sentono un ghei attribuire lo stesso titolo a Marcella Bella, Viola Valentino o a Moira Orfei. Sì, perché sei icona anche se sei una cantante che ha avuto successo nello stesso anno in cui gli Etruschi inventarono l’arco per costruire edifici, anche se la tua voce era percettibile solo dal super udito dei cani e di Geimi Sommers e se hai un luc sobrio quanto una lezione di diritto pubblico tenuto da Milli D’abbraccio.
Se scendi da una macchina mostrando ai fotografi che non porti le mutande e sei, unica nella storia insieme ad Annamaria Cinaciulli, la saponificatrice di Correggio, ad aver perso l’affido dei suoi figli come la povera Britni Spirs ecco che ti trasformi di diritto in Icona ghei. Se poi con la frequenza con cui io faccio pipì vai nei centri di riabilitazione allora sei supericona.
Ma Mina allora? Non è forse una grande artista ed anche icona ghei? E La Callas? Ma infatti qui stiamo parlando d’essere dei miti per una categoria che ha un approccio alla coerenza sana ed equilibrata come Pacciani e Vanni l’avevano al concetto di passatempo.
Recentemente è assurta a rango di icona anche la signora Giovanna Rattazzi da Sulmona per il semplice fatto di aver partecipato a “Chi vuol essere milionario” (perdendo alla domanda da 200 euro e quindi icona in quanto sfigata). Insomma l’icona ghei è un essere mutevole e di volta in volta è quella che vorremmo essere dall’altro lato degli ormoni o quella che, con una parrucca acquistata a Portaportese e un paio di tacchi comprati dal Califfo, (ndr: negozio romano di calzature per donne alte o per donne che all’anagrafe ancora sono registrate come Carlo o Francesco) riusciamo ad imitare a carnevale ma anche a Pasqua, Ferragosto Natale e, visto che non siamo dei provinciali bacchettoni, ogni volta che ci sentiamo…un po’ così.
A volte diventare icona per i ghei può essere anche l’ultima spiaggia per ex di “Non è la Rai” dimenticate sotto i tavoli di dirigenti televisivi e imprenditori o attrici ormai dimenticate persino dalle loro madri, basterà fare un’affermazione qualsiasi sui ghei, la prima che viene in mente tipo: “io sono contraria ai matrimoni ghei, alle adozioni ghei, alle effusioni in pubblico tra i ghei ma ho un sacco di ami ci ghei e li adoro” e, sta certa che, come minimo, verrai invitata come madrina ai gheipraid di tutta Italia e male che vada la tua serata su un palco con un pubblico che almeno superi il numero dei partecipanti alla riunione di classe dei liceali del “Pilo Albertelli” classe 1906, due consumazioni gratis al bar e qualche frocetta che sotto ecstasi griderebbe “sei un mito” anche a una scoreggia li raccimoli.
Una volta un mio conoscente costumista, corse da me tutto eccitato manco avesse scoperto che il suo nuovo fidanzato era l’unico uomo al mondo dotato di due peni e mi fa: “Non sai che emozione!” E io, immaginando i due peni del ragazzo, in effetto, un po’ di invidia la provai. “Sai chi ho conosciuto oggi?”. A questo punto sfumava il sogno del ragazzo bipenuto e con lui il mio entusiasmo. “La Carrà (ora prendete la parola Icona e apponete in alto a destra la lettera N e avrete un’idea di quanto la pimpante presentatrice dai capelli a caschetto, perfetti come la chioma di un Pleimobil, possa essere per un omoricchione una figura mitica come l’ippogrifo) e guarda!”, mi mostra una foto della Carrà con alle spalle il Colosso di Rodi ancora in piedi firmata con quello che a me sembrava un timbro con su scritto: “Al mio caro (scrivi qui il tuo nome)”. Se ne andò saltellando come una gazzella delle savane e da allora non lo vidi più.
Si può morire di gioia? Da allora lo credo fermamente.

E VOI, AVETE UN'ICONA?

52 commenti:

Anonimo ha detto...

AMBRA!!!
Però, più che un'icona era un sogno d'amore..
Un giorno (alcuni anni fa, ma non dirò quanti per motivi di praivasi) lei era in discoteca e proprio tu, INSY, mi lanciasti tra le sue braccia per farmi presentare! Dopo averle dato la mano ero talmente in confusione che mi ruppi un tacco cascando per le scale..
Potere delle icone!
GiTTu

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

GITTU, ma tu sei l'icona lesbo per eccellenza! So che adesso fai anche miracoli, dai la vista agli storpi e la parola ai guerci!!

VonPaulus ha detto...

Io ne ho più d'una di icona... ma sicuramente la numero uno è la grande Dusty Springfield!

Binzi ha detto...

Io ne ho svariate: Marcella per i momenti trash (quindi sempre), Madonna per tutte le stagioni (come il tubino nero), Paola & Chiara per fare a tre...e Laura Pausini per l'amore

gofordynamite ha detto...

Per me l'icona assoluta è e sempre sarà Cher. Che se la gioca alla grande con la Rettore.
Poi ne ho almeno altre 20 di riserva.

dario ha detto...

Insy icona ghei subito!!

!v@N ha detto...

MADONNA!!in assoluto la mia cantante preferita!!!Poi c'e' BRY se voglio BALLARE...XTINA se voglio PIANGERE...DONATELLA e MARCELLA se voglio RIDERE...mmm insomma ce ne sono TANTISSIM!!!cmq secondo me MADONNA vince l'OSCAR p er ICONA GAY...mitica!!!

MaD4MaD!!!IlovU!

Anonimo ha detto...

assolutamente d'accordo con dario, la prossima icona sei tu: ironico, intelligente, mai banale...e poi a giudicare dalla foto con il rossetto (sei tu?), con un paio di labbra veramente notevoli...
Fx

Suzywong ha detto...

Scusa, ma su Paola&Chiara mi associo anch'io e spezzerei una lancia anche x la cara Moirona degli elefanti,a cui nessuno ha ancora spiegato il concetto di tempo che passa, ma va bene così :)

Ps:cmq sono anni che io sostengo che Mario Giordano sia nato col nome di Maria Concetta Addolorata.

bagley ha detto...

insy icona ghei?sarebbe uno dei pochi uomini ad esserlo insieme a david bowie e mighel bosè,ma per me l'icona ghei nn dovrebbe essere gay,e soprattutto la vedo donna,o talmente ghei da essere donna.
Gioan Crofford ha abbattuto il mio pensiero iniziale che l'icona ghei dovesse essere simpatica,ed ora mi va bene praticamente un pò tutto,da Odri Epburn a Giò Squillo.

ssynth ha detto...

chloe sevigny, charlotte gainsbourg, la Berte' Tori Spelling, Gabriella ferri( ma non voglio passare per fighetto) la mia icona top e' lei, le sue parrucche la sua dizione la sua morbosa gentilezza quando chiacchiera amabilmente coi serial killer:
http://bv.diesis.it/169/leosini.jpg

ps: sbaglio o hai rubacchiato una battuta a Meggie Smith ? (altra icona)

Aladar ha detto...

Assolutamente la Goggi!
Poi dopo la sfuriata di Miss Italia con quel carampano di Bongiorno, ancora di più!

Alo ha detto...

Sircana.

Spa ha detto...

Una correzione: lo stano tipo Giordano Mario è ora direttore de "Il Giornale" (no comment).
PerSpa.

redrum ha detto...

non ho mai potuto avere un'icona gay. sai benissimo che una certa stangona con coroncina e scettro avrebbe reagito molto male e preferisco non scatenare le sue ire. da quando le ho fatto la terribile confessione e lei, abbracciandomi, non ha detto nulla se non un sussurro "ricordati, non avrai altra diva al di fuori di me" io non ho potuto sottrarmi

Villico ha detto...

Beh anche per me Madonna resta la number one!! Otmai sono suo discepolo dalle medie quando al mercato comprai la cassettina non originale di Like a Virgin:) e ancora dicevo di essere etero eh??Beata innocenza!!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

SSY: ammazza che occhio ;)

Manid'oro ha detto...

Amonda per sempre!
Mi sono reso conto di recente, vedendolo per caso su un blog (ebbene sì, Insy, confesso che ti tradisco con altri...e non sono pochi!), che uno dei miei primi ricordi è:
http://www.youtube.com/watch?v=zSB9ym5_u2I

Avevo tre anni e restavo ipnotizzato davanti alla tv (vi prego, ascoltate con attenzione il testo!!!) ...E mia madre si aspetta che io senta la necessità di dirle che sono gay?

ssynth ha detto...

e ancora non hai visto niente...

Enrico* ha detto...

Insy mi candido io come icona ghei!!!!
Sopratutto come ghei....

F. ha detto...

FOREVER BRITNI SPIRS.

Un tempo me la facevo con Witni, ma adesso sento che tra me e Britni c'è troppa affinità... ;-)

INSY!!!!!!! non mi hai fatto sapere nulla! Grazie per la considerazione che hai per me e la nostra amicizia...

Ah dimenticavo sei troppo preso dai tuoi nuovi amichetti per pensare a me! :-P

Non ti faccio più da manager!

F.

Ciao Dario.

Fabio F. ha detto...

Madonna su tutte, in assoluto. Poi ne tengo tante tante altre - cinematografiche, musicali ecc. - elencarle sarebbe veramente impossibile :)

F.

Fabio F. ha detto...

Madonna su tutte, in assoluto. Poi ne tengo tante tante altre - cinematografiche, musicali ecc. - elencarle sarebbe veramente impossibile :)

F.

Bluelake ha detto...

A parte Insy che ormai è icona gay universale (Veltroni dopo aver assaggiato delle pasticche che gliha dato Pannella ha detto che pittureranno il ritratto di Insy lungo tutta via dei Fori Imperiali), le mie icone gay sono Riccardo Cresci di SkyTg24 e il personaggio di Will Truman :D

andrea ha detto...

Questo post è stupendo..e concordo in tutto!il fatto delle icone penso che sia inspiegabile...fin da piccolo io le individuavo,nonostante non sapessi ancora del mio orientamento!
Come te,pure io ho sempre distinto le icone gay di talento e non...le prime sono rappresentate da Mina in assoluto..mentre le seconde da moltre altre...
Complimenti per il blog!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

BLUE: ma cresci chi è il bono moro con gli occhi scuri? Da lui mi fare annunciare anche lo sterminio della m,ia famiglia.

ANDREA: grazie per i complimenti!

gipris ha detto...

La Bertè. In fondo chi di noi, nella vita, non ha mai cantato "Non sono una signora"???

Anonimo ha detto...

Sicurmante la numero uno e' la RETTORE, brava, pazza e un po' sfigata. La prima canzone che ho imparato da bambino era Kobra...
sintomatico, no???
Un bacio a Insy, spero di vederti
questo fine settimana.

Un toscano trasferito a Roma che
sa cos'e' il French Press

Anonimo ha detto...

Sicurmante la numero uno e' la RETTORE, brava, pazza e un po' sfigata. La prima canzone che ho imparato da bambino era Kobra...
sintomatico, no???
Un bacio a Insy, spero di vederti
questo fine settimana.

Un toscano trasferito a Roma che
sa cos'e' il French Press

Furore ha detto...

e la RETTORE?
Io sono il suo più grande fan (non per vantarmi ma sono gold member al suo fan club) e l'ho conosciuta ed ho addirittura il suo numero di cellulare...
ma non ve lo darò mai, è inutile che supplicate....

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

FURORE, scusa ma chi te lo chiede!? Temo di sapere pure chi sei...

Io conosco un solo toscano trasferito a roma che sa cos'è la frenc (non manichiur ma press). se lui? io comunque stasera penso di risalire il fiume in canoa e andare a Mucca.

David ha detto...

La mia icona è Raffaella: quando ero piccolo attendevo "Fantastico" per indossare il completo di danza di mia sorella e gli scalda muscoli, che addosso a me diventavano delle calzamaglie...i miei si divertivano un casino (tra qualche tempo si divertiranno ancora di più).
In ogni caso sono diventato una persona molto sobria: anche le più sfavillanti passioni possono non intaccare necessariamente lo stile di una persona.

:)

furore ha detto...

....sei sempre il più bello di tutta la palestra...non mi stancherò mai di ripetertelo...

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

FURORE: e tu il più ruffiano :)

gofordynamite ha detto...

Io potrei uccidere per il numero della Rettore.
Sempre e comunque: INSYAILOVVIU'!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

grazie GOFOR;)

Teodoro B. ha detto...

sono gay e mi vergono molto di esserlo è per questo che le mie icone sono Alessandra Mussolini e la docissima Santanchè,le icone come l'omosessualità sono cose da vivere in privato e con il massimo riserbo.

allaraba ha detto...

INSY..tu sei la mia icona..sono ancora ricoverata dopo il tracollo che ho avuto sabato scorso dopo che mi hai toccato per sbaglio (eh..chissà!) una tetta!
altro che autografo della carrà..io me la sono fatta appendere in una bacheca da allora!

INSY dimmi dove vai stasera che mi presento con una carrettata di ceiuingamm! o di qualsiasi altra cosa tu desiderassi oggi mon idol
love love love smuc smuc smuc!

la tua groupie

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Cara la mia GRUPIE: stasera alfeus. mi raccomando, ti aspetto con un carico di golle e una stessa di cioccolato fondente. vedei se riesci a portare pure quel pennellone che hai a casa!

redrum_ ha detto...

insy do' cazzo stai? è un peccato che non sia venuto a milano questo weekend. sabato ti avrei portato a una cosa molto milanese, il festino ambulante sul tram (che dopo anni di "prima o poi lo devo provare", finalmente ho sperimentato grazie a un'amica che si laureava). ti dico solo, per rendere un'idea di cosa vuol dire un tram con 60 persone distrutte dall'alcol e dagli strattoni delle rotaie, che dopo 2 orette abbiamo fresato via metà di una punto in retromarcia.

una festa col botto (in tutti i sensi). per te avremmo approntato una sistemazione in grado di darti il giusto risalto...
http://youtube.com/watch?v=vPn9Rvsc1gc

xandon ha detto...

La perfetta icona gay non può esimersi dall'augurare in continuazione e sempre a sproposito "la pace nel mondo"!

sarah o'cconnor ha detto...

Caro redrum o murder(citazione a shining?)le feste sui trambetti sono una esprienza anche molto romana,fortunatamente molti di noi anno "passato " l'esperienza post adolescenziale del paradigma tram -alchol - strattonate= divertimento.Spero (e sono sicuro ) che Milano meriti qualcosa di più x una definizione "Molto Milanese". se quello che dice Insy delle icone gay è vero, ed è vero...allora la mia icona gay sei tu.

Anonimo ha detto...

o mio dio, ho dimenticato l'H...colpa della regressione culturale

iconaredrum ha detto...

beh sarah, ovviamente sarei più che fiero di essere la tua icona gay, è la prima volta che qualcuno me lo dice! se poi questo vuol dire che devo incidere un disco che vende 3 copie, che mi tocca tentare il suicidio a furia di tupperware pieni di barbiturici o che mi basta parlare di festini sul tram... beh la terza strada è di certo la più comoda (ovviamente sono anche molto pigro). e tranquilla, nessun problema per l'h dimenticata, stai a guardà er capello, io di certo non me la prendo. da brava ex ragazza di non è la rai, ho già il mio bel daffare a fare lo spelling di "ailainer"!!!

Sarah proccupata ha detto...

REDRUM O MURDER
quale � la tua vera identit� Una persona buona e pacifica come te dovrebbe evitare simili nick, sarebbe pi� consono kenes�...fuxia o floradora,non mi convinci ....tu nascondi qualcosa,prima o poi la tua vera natura emerger�...allora si povera Milano!non parler� mai pi� con te...mi fai paura e temo x la mia vita.

redrum ha detto...

beh che dire... fierissimo anche di questo... :)

PERRY MESON ha detto...

La mia assistita Sara O'cconnor � terrorizata , la prego di non usare parole come "beh" o "Fierissimo"questo clima di minaccia non fa bene ne a lei Sig.Redrum ,ne alla mia asstita Sarah O'cconnor.
x altre comunicazioni (spero non cos� violente e lapidarie)la prego di rivolgersi direttamente a me presso i miei uffuci a L.A. ovviamente,
cordiali saluti
Perry Meson

zugzwang ha detto...

ehm...sicuramente tra le mie icone gay c'è la già citata madonna, ma anche la mitica karen di will&grace, lei sì che sarebbe la donna della mia vita e poi...la mia amica melissa, che non ha ancora ben capito che essendo gay con lei non ci farò mai niente, neppure per soldi :D però è diventata la mia icona dopo che ad un professore che continuava a confondere il suo nome con quello della sua amica gli ha detto, bhè...vede...lei è lucia, brutta bassa e veste alla caritas, io sono melissa alta bionda, bellissima ed oggi vesto prada :D

allaraba ha detto...

INSYYYYY!! ma tu hai presente quanti giorni separano un giovedì dal martedì successivo???!!!
ti pare io meriti una crisi d'astinenza del genere???!!!
mi sono riletta tutti i post..ho imparato i miei preferiti a memoria..devo anche stamparmi la magliettina e venire a fare un sit-in sotto casa tua?!
eddajeeeeeee insy!
baci molti
la groupie

redrum ha detto...

insy hai letto cos'è successo a questo poveraccio? secondo me dobbiamo rispolverare il nostro progetto del coro gay di canti liturgici e chiamarlo....

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200711articoli/27732girata.asp

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=kAHWxIAVjnQ

Marco

Anonimo ha detto...

la mia icona ghei si chiama Laura ed ha meritato il titolo perchè quando incontra gli amici li saluta con un semplice: "ciao, come sto?"