martedì 19 maggio 2009

GIULIA CI DICE DI ESSERE OTTIMISTI




Avete mai pensato quanto possa rodere il culo a Paperino vedersi dare due colpetti sulla spalla da Peperone quando lo incita a darsi da fare per risolvere i suoi problemi?
Ultimante mi è capitato di vedere la nuova campagna pubblicitaria di Coca Cola e ogni volta che accidentalmente la incrocio, se non mi affretto a cambiare canale entro 5 secondi sento la bile salirmi su irrefrenabile più dei rutti in gradi di generare la bevanda di Atlanta.
Nel cartone animato Giulia, una stronza di 9 anni che sospetto essere nipote di Tremonti, vuole dire a noi come reagire alla crisi economica guardando al mondo con occhi positivi e pieni di fiducia, consigliandoci di fare come lei che prende la bici invece di una super macchina, che va in vacanza dalla nonna anziché in un resort, che mangia pizza invece del susci e cena a casa invece di andare a cene di gala. Come se tutti noi invece, funestati davvero da questo tempo di crisi, andassimo a banchettare alla Pergola dei Cavalieri Ilton e avessimo appena prenotato le vacanze a Dubai.
Sentir dire poi da questa ragazzina che “tutti parlano di crisi ma lei è ottimista” è tanto più offensivo quanto più a metterle le parole in bocca è Coca Cola, un iper mega super multinazionale che detiene il cartello dei soft drinc e che non si è mai fatta scrupolo di licenziare miglia di oprerai per ridurre i costi o sottopagarne altre migliaia nei paesi più depressi della terra. E io dovrei sentirmi esortato a pensare che il cielo è blu sopra le nuvole?
Io sono il primo a credere che l’ottimismo sia una spinta necessaria per cercare di tirare avanti in questo periodo che, diciamocelo senza cercare facili esorcismi, è davvero nero ma la semplicioneria con cui viene affrontato dallo spot della Coca Cola è altrettanto banale e qualunquista quanto le lamentele sui prezzi che salgono al mercato delle vecchie in fila alla posta. Occorre lucidità e temperamento per non cedere alla depressione ma non è certo sentendosi fare coraggio da chi i soldi ne ha, e moltissimi, che la mia prospettiva migliorerà.

31 commenti:

Shiver- ha detto...

Gli ultimi spot della Coca cola sono talmente irritanti e "paraculo" da dover essere proibiti! Come quello del vecchietto di cent'anni che beve la Coca-cola perchè la "vita è bella". Questo poi ha toccato il fondo...

Max ha detto...

Io dico solo una cosa: INSY 4 PRESIDENT!

Suszywong ha detto...

dev'essere la nipote di "Gianni! L'ottimismo è il sale della vita!"

Cmq concordo: ipocrita e irritante.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

no è la nipote di Tremonti

oscar ha detto...

hai ragione.. stronza ragazzina della coca-cola. poi quando dice che preferisce stare "in famiglia" invece che andare a "una cena di gala", le farei passare una seratina con i miei.. vede poi sta stronza come si butta in trattoria!

peraltro, ieri sera credo di aver visto una puntata di quello di cui parli qui sotto.. il tipo in questione aveva bevuto un non so cosa del sangue del vampiro e come conseguenza ovvia gli si era indurito a morte l'uccello, diventandogli come una "melanzana, ma più gonfia sopra". per cui girava con le mutande abbassate e una fetta di fiorentina sul pacco.. se non è ammiccare questo.. (ovviamente ha funzionato l'ammiccamento)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

si OSCAR mi riferisco a tale capolavoro. mo te dimme se non è un bono assurdo!??!

Morgana ha detto...

mangiare pizza invece del sushi??? e chi l'ha mai visto un ristorante giapponese, a Taranto??

Anonimo ha detto...

Per Morgana: non avremo ristoranti giapponesi, ma sono quasi certo che il sushi lo servano ugualmente in qualche nostro locale (non m'è mai interessato provarlo).
Sei tarantina anche tu?
Per il solo fatto d'essere nato in una delle città economicamente più depresse d'Italia... da sempre, io sono stato insignito honoris causa della laurea in Ottimismo, ma penso ne spetti una anche a te!

Rupert

Portnoy ha detto...

Condivido pienamente !!!!

Anonimo ha detto...

Veramente, ma veramente sante parole!!!!!
Clà

Edgar ha detto...

Tutte le mattine all'autoradio, 'sta #occol# "in fieri". Insopportabile! Ti vien voglia di riempirla di Colacola a forza con un imbuto finché non esplode e di lei non resta che l'eco eterno di un rutto...

Aldo Lavezzo ha detto...

Lavoro in pubblicità, sono un art e per di più copy, vivo di emozioni, adoro sognare e desiderare una vita fatta di relazioni spontanee, senza troppe alchimie, condividendo il desiderio di vivere.. praticamente faccio una vita di merda in un mondo falso e di merda!

Un flusso di vite in movimento che si dimenano negli stessi spazi senza conoscersi ma con un'infinità di similitudini. Vite che si sfiorano, ricche di valori o povere di spirito, latenti o manifeste. Transumanze di anime intruppate nello stesso corso, tanto vicine da sentire vicine anche le anime più distanti. La felicità è ciò che abbiamo e che possiamo condividere, se solo si potesse ascoltare e riconoscere ciò che ognuno ha dentro e finalmente anche chi ha poco, riceverebbe tanto.
Questa è la vita da raccontare cazzo!!!

Invece, continuano a banalizzare sempre tutto quanto, prendendoci per il culo con l'ennesima cagata.

Condivido pienamente il tuo commento e chiudo prendendo spunto da Edgar: un ruttoooooooo. Ooo adesso mi sono liberato @_@ da che?

Anonimo ha detto...

sottoscrivo ogni singola parola...aggiungo che oggi, dopo l'ennesimo colloquio di lavoro, quando all'esaminatrice ho detto che vedo un futuro nebuloso a causa della crisi, lei si è alzata e indignata mi ha detto che la crisi è solo nella mia testa...vebbè...sta di fatto che chi ha tanti soldini non avverte nulla, se ne frega della crisi e ha pure la prosopopea di giudicarti e di negare la realtà fattuale. certa gente dovrebbe scomparire dalla faccia della terra!!

mr scrotociclosi

ErPupone ha detto...

Mi hai tolto le parole di bocca! Che schifo!!!
:-)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

grazie a tutti per il sostegno. credo che dovremmo far girare questo spot con dovuta critica perchè esempio lampante di come vogliano, i potenti e ricchi, edulcorare e sminuire una situazione davvero tragica. anche io come molti di voi giro e mi rivolto per trovare un lavoro che comunque sia adeguato alla mia competenza e mi sento come una mosca contro il vetro.
ALDO: ben arrivato

Anonimo ha detto...

per quanto ritengo sacrosanti gli insulti alla "stronzina" signori... siate meno ipocriti! e mi riferisco a chi lavora in pubblicità (come me.. a sto punto parrucchieri,stilisti, ballerini e pubblicitari??)
siamo cresciuti con un concetti di famiglia ben piu' ipocriti vedi: mulino bianco e barilla... ed urlate allo scandalo per un mezzo cartone idealista e sciocchino ... nn mi sentirei se fossi in voi un attivista integralista se ruttassi in faccia ad un capolavoro della comunicazione (che credo di politico abbia ben poco)
in fondo ne state parlando no?? se siete cosi' infastiditi da tutto cio' che rappresentano quei 20" scendete in piazza, siate meno consumisti , e smettetela di bere coca cola , vercola e coca guizza perché rappresentano in fondo tuttio cio' per cui lavoriamo .. ed in fondo questo mondo a noi gay piace perche' è patinato ... o me sbajo?

maxmondoconv

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

maxmondoconv: complimenti, a quanto pare oltre a lavorare in pubblicità hai anche doti di chiaroveggenza dato che sai benissimo da cosa è composto il mio paniere sensa neppure conoscermi!!!
detto questo, io ho il diritto di criticare ciò che mi infastidisce. se dovessi essere coerente fino alla morte, dovrei anche smettere di respirare dato che qualsiasi azione io compia, anche solo prendere il motorino (quando ce l'avevo) comporta effetti negativi sul mondo che mi circonda. Ma si deve vivere in questo mondo cercando però d'essere consapevoli, criticando quel che si può e giustificando quel che si crede.
e per favore, non parlare a nome di tutti i gehi quando dici "ed in fondo questo mondo a noi gay piace perche' è patinato ... o me sbajo?". E' già fastidioso che tu pretenda di sapere quale marca di Cola bevo, ma assurgere a rassegnato conoscitore di quel che i ghei fanno e preferiscono è un po' troppo.

Enrico* ha detto...

Io ribadisco solo quello che era già stato detto da Max... INSY 4 PRESIDENT!!

Anonimo ha detto...

e già... non ci conformiamo siamo spiriti liberi ed alternativi non parlo solamente dei gay... siamo un "popolo" di pecoroni...non ci servono analisi socio-demografiche per confermarlo... e chiaro vegenze a parte ribadisco che se questo mondo non ci piacesse potremmo provare a ribellarci... comunque ben venga chiunque analizzi, abbia un opinione differente dalla massa, o sollevi un minimo di obiezione. non voglio passare per colui che si arrende alla conformità ..
bacetto
maxmondoconv

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

MAX: ognuno si batte per quel che può. questo è il mio modo. che i politici facessero il loro. li paghiamo anche per questo. non posso certo mettermi io a capo di un movimento. non è mia competenza e non ne avrei le capacità.

Anonimo ha detto...

giulia bevi l'acqua.

Supertramp ha detto...

quindi posso postare questo spot con il tuo commento annesso???
ovviamente specificando l'origine..

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

SUPER: certo fai pure!

Rainbow ha detto...

Ma che iaspetti dallo spot della coca cola, un'analisi socioeconomica?
O un invito a suicidarsi con una coca al cianuro?

la principessa soraya ha detto...

Oltretutto anche vedendola da un punto di vista "commerciale" io se fossi un ristoratore mi incaxxerei come una biscia con la nota bevanda e la bandirei dal mio locale, perche' lo spot invita a restare a casa invece di mangiare fuori...

Come dire? Un po' contraddittorio il messaggio: se da un lato e' ottimista, dall'altro invita a moderare i consumi stando a casa... allora moderiamo pure il consumo della nota bevanda... meglio un chinotto o una cedrata... al limite una menta (come suggerisce il bon ton della signora che ordina al bar - Franca Valeri docet)!

In effetti e' irritante e saccentina la nostra amica: adesso mi dovro' disfare della super macchina e licenziare il mio cuoco giapponese...

Astrid ha detto...

Sinceramente quello spot irrita anche me. Potrebbe anche starci (malgrado la banalità e il piattume del concept) se sponsorizzasse le marmellate fatte in casa da nonna Abelarda disponibili solo nella campagna toscana tra Bolgheri e Castagneto Carducci.
Ma la COCA COLA no.

BlackHole ha detto...

"lo spot della coca cola? deleterio." al sindaco di Caorle proprio non piace quella bimba che preferisce le vacanze dalla nonna piuttosto che spendere soldi in alberghi, mangiare a casa invece che al ristorante. e mentre il sindaco invita la coca cola a ritirare lo spot, alcuni commercianti stanno pensando di "vendicarsi": una coca? no, meglio il chinotto."

Morgana ha detto...

@ Rupert: si ne avrei proprio bisogno!

Anonimo ha detto...

http://www.corriere.it/cronache/09_maggio_24/albando_cocacola_ea3a294c-4838-11de-a9d5-00144f02aabc.shtml

Giulia inizia a far danni! (almeno secondo quel sindaco che non aveva di meglio da fare)

Gatto Silver ha detto...

Secondo me dice di essere la Giulia, ma è la Noemi.

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=DYspt94Vow4

ECCO LA VERA GIULIA! COSIMO