mercoledì 18 maggio 2011

SE QUESTO E' UN ETERO.



















Valerio Scanu ha dichiarato di essere etero e, ironia della cosa, lo fa sulle pagine di una rivista chiamata TOP.
Scanu è poco più che nessuno in cerca di conferme nel panorama discografico italiano forse è per questo che di fronte a un coro di persone che qualche giorno fa gli gridavano dalla platea del Mammamia battute e allusioni sulla sua omosessualità, ha sentito il bisogno non solo di ribadire una sua fantomatica quanto ridicola eterosessualità ma, poche ore dopo, ha prestato voce e sopracciglia spinzettate alla celebrazione della chiusura della campagna elettorale di Letizia Moratti a Milano.
Ancora una volta dunque siamo qui a interrogarci sull’opportunità di dichiararsi o meno (perché non prendo neppure in considerazione per un istante che le sue affermazioni di eterosessualità siano vere).
Premettendo che qui non si sta cercando di mantenere nascosto un omicidio, un furto o un altro reato ignominioso. Il punto è riguarda la reticenza disperata e ostinata nel dirlo.
c’è di sbagliato nell’ammettere, qualora l’argomento esca fuori, che “sì, sono gay”?
Nessuno qui sta pretendendo che si esca sventolando bandiere rainbow, nessuno di noi lo fa, ma se interrogati sulla questione cosa c’è di tanto sbagliato nel dichiararsi?
Scanu è solo l’ultimo wannabe del nostro scadente mondo dello spettacolo che abiura per paura che una verità “sconveniente” abbia ripercussioni sulla sua “carriera”.
Ma di che carriera striamo parlando? Può la tutela di questa prevaricare la dignità personale?
La fama, grande o piccola che sia, richiede la maturità e il coraggio di essere fedeli a se stessi e onesti con il pubblico.
Quindi se per Scanu la pressione è tanto insopportabile allora che vada a esibirsi per pub e karaoke dato che in Italia di tutto abbiamo bisogno meno che di un altro cantante.
Per i personaggi pubblici pensare di avere vita privata non solo è una mera illusione ma è anche una pretesa che a loro non è consentito avere.
La sincerità per un artista, quasi prima che per un politico, dovrebbe essere un’esigenza della propria creatività, del proprio spirito, almeno stando a quanto diceva una certa Virginia Wolf.
Stesso discorso sull’onestà lo si potrebbe fare anche per le decine di migliaia di gay che sul posto di lavoro si muovono sotto copertura ma per i personaggi pubblici va applicato un altro protocollo che scaturisce dalla loro visibilità. Chiunque ha un palco da cui parlare (reale o virtuale) ha la responsabilità delle proprie dichiarazioni e la menzogna, ad ogni livello, non può essere mai tollerata e poco mi interessa delle pressioni delle sinistre case di produzione, degli agenti e dei produttori anche perché non è raccontando che si va a fiche che si vendono i dischi.
Insomma vedere un gay che viene invitato a cantare in un locale gay, davanti a una platea gay e dichiararsi eterosessuale oltre a essere la penosa apoteosi della sua schizofrenia suona come uno schiaffo d’offesa per quanti sono lì ad ascoltarlo.
Forse per lui essere omosessuale è qualcosa da tenere taciuto, segregato nelle 4 mura di casa come fossero panni sporchi da non mostrare in pubblico. Libero di crederlo se così facendo però tanto Scanu quanto gli altri artisti omo-velati facessero passare l’idea che l’omosessualità è qualcosa di sbagliato, di sporco o quantomeno di limitante per il raggiungimento del successo. Mai come ora invece abbiamo bisogno di sincerità, onestà ed esempi positivi che ci aiutino a mostrare al mondo che non siamo dei pervertiti senz’anima o sovversivi sociali.
Certo chiedere questo a Valerio Scanu è forse troppo ma di lui come di tutti quelli par suo a questo punto non sappiamo che farcene perché sono solo zavorra che deprime le nostre istanze.

16 commenti:

Mr Vektriol ha detto...

Caro Insy Loan, a me il punto psre un altro. Perché in Italia si scelgono sempre icone o iconcine o zere assolute così ingrate e infrequentabili per rappresentarci?

Gan ha detto...

Scanu supporter della Moratti? Ecco spiegate le vere ragioni del tonfo elettorale della mamma di Batman!

Enrico* ha detto...

Scanu... Ron e Meneguzzi!!

http://www.spetteguless.it/wp-content/uploads/2011/05/Schermata-2011-05-13-a-12.53.12.png

Anonimo ha detto...

Ahahhaahahah, questa foto mi mancava.... Beh, a me pare un gran maschiaccio.... :/

Miky
http://jimihendrixinparadise.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Mr Vektriol chiariamo che siete in moooolto pochi ad aver eletto Valerio S. ad icona. io NO.
mo vabbe' vabbe'... io posso aver eletto a mito Renato Zero per quanto si millanti spaccafike... ; logicamente un gesto inutile farlo...non appoggio questo sua scelta ma almeno cacchiolina è un poeta...
ragazzi ma potremmo smetterla almeno noi gay, di esigere che le preferenze sessuali si urlino al vento?
ma valerio S. deve dichiarare per forza che l'ispirazione di quelle due caxxate che canta derivi dal beneamato pene?
ma non potrebbe essere schifato (o giudicato positivamente volendo. da me NO!) unicamente per le sue canzoni?
a me non fa rabbia il fatto che lui menta ma che abbia l'esigenza di mentire altrimenti rischia di non essere invitato alla sagra delle coppiette ad Albano Laziale.
Ainoi la società ipocrita nella quale viviamo non si combatte facendo la guerra ai nostri simili. ma ad un sitema che ci costringe a mentire. non tutti hanno la forza o la capacità di dichiarare se stessi.
maxmondoconv

Anonimo ha detto...

Fantastico l'invito a fare verità sempre e comunque,peccato che il creatore del post tanto amante di questa altissima virtù,attribuisca a Scanu una domanda che la drag queen al mama Mia non ha fatto e a cui Scanu non ha risposto.Ci sono in circolazione i video,se vi prude tanto andateveli ad ascoltare,intanto che ci siete fatevi un giro tra quelli del Blue Note così magari scoprite perchè piace.Scoprirete che alla battuta sugli "attivi" e "passivi" della Drag Queen non ha manco capito e l'ha guardata con occhio stordito,tant'è che Regina davanti a tanta "beata innocenza"se l'è abbracciato.Sarà pure gay ma assai poco praticante e instradato ad usi costumi e lessico dell'ambiente.Nella foto aveva 16 anni e si stava truccando per un musical.
Suggerisco inoltre di guardarvi la parodia che fanno i Soliti Idioti dei gay su MTV.....ecco a leggervi fate un pò quell'effetto lì.

Anonimo ha detto...

Pure qui stai a cercare di ribaltare qualcosa di tanto palese e risaputo? Come ti ho già detto altrove, il ragazzo conosce perfettamente usi, costumi e lessico dell'ambiente e pratica, altrochè se pratica! Nel caos e nell'agitazione del momento non ha colto la battuta di Regina Miami, tutto lì!

Alahambra ha detto...

Concordo, la verità e la coerenza sono senza dubbio fondamentali.
Quello che non capisco è: perchè tutta questa necessità di appioppare etichette a destra ed a manca? Perchè il mondo deve dividersi in gay e non gay, e sono proprio i primi che prentendono (nelle parole e nei fatti) che sia così? E infine, ma chi ti dà tutta questa certezza del fatto che Scanu sia gay?
Sai cosa? Io leggo il tuo blog da un po', e c'è una cosa che proprio non mi va giù, detto proprio con il cuore. Parli spesso e volentieri di come i gay divrebbero essere trattati alla pari degli altri senza discriminazioni di sorta. Ovviamente non posso che concordare su questo, e sono la prima a dire che non dovrebbe essere altrimenti. Solo che poi parli (e come te tanti altri) come se l'essere omosessuali fosse un valore aggiunto che dà una marcia in più. Ecco, io a questo punto non ci sto più. Non è un valore aggiunto, nè un valore tolto. E' un qualcosa che non dovrebbe proprio avere a che fare con la valutazione che si fa di una persona. Questo sbandierare l'omosessualità mi dà noia tanto e quanto lo sbandierare machismo ed ererosessualità. In più, non si può pretendere parità se poi per primi si fanno disuguaglianze e discriminazioni e recriminazioni. Sembra sempre che stiate con il dito puntato a dire, lui è gay, lui non lo è. Non è produttivo, e fa sì che i peggiori stereotipi sugli omosessuali trovino fondamento.
Ripeto, parlo con il cuore in mano e senza polemica alcuna. Magari però riflettiamoci insieme.

K@RL ha detto...

Bel post, condivido tutto pienamente!

Anonimo ha detto...

Non bisogna sottovalutare i rischi che l’abitudine all’uso
nel discorso pubblico di allusioni irriverenti, lesive della dignità delle persone, contribuiscano a nutrire il terreno sul quale l’omofobia si radica», . «L’ostentazione in pubblico di atteggiamenti di irrisione nei confronti di omosessuali - - è inammissibile in società democraticamente adulte».
aveva affermato il 17 maggio il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un messaggio in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia.

Anonimo ha detto...

Fu così che Insy Loan salutò lo stato delle cose e ognuno decise di proseguire per la propria strada...

Anonimo ha detto...

Ma prima di fare articoli fotocopia da blog a blog fate tanta fatica a leggere la vera intervista di top?
Primo: è uscita ancor prima che andasse al Mamamia.
Secondo: nell'articolo di top non ha mai risposto con NON SONO GAY. La frase si ferma a non mi interessa che mi etichettino come il cantante che si esibisce al mamamia.
Terzo: al concerto a Milano c'è andato il giorno prima del mamamia, non dopo e ha già dichiarato più volte in precedenti interviste che non è schierato politicamente.
Se dovete per forza parlarne fatelo basandovi su notizie reali.

Anonimo ha detto...

A me fanno un sacco ridere gli omosessuali che mascherano la loro omofobia repressa dietro un'apparenza di persone talmente avanti da non avere bisogno di dichiarazioni ed esternazioni, perchè la sessualità è una cosa privata...cioè!
Voi non capite che invece è fondamentale che le persone 'famose' dichiarino il loro orientamento sessuale o che quantomeno non lo nascondano nè mentano se viene loro posta una domanda diretta, altrimenti saremo sempre 'froci' e mai 'persone'.

Anonimo ha detto...

ah ecco tutto sto successo...ora capisco !

Anonimo ha detto...

anonimo 19 maggio 2011 non coprirlo per forza perche lui sbaglia in continuazione e talmente pompato e convinto che pensa che tutto gli e permesso deve crescere mentalmente e nell anima torbida che ha rinnega la sua omosessualita quanto gay lo e e non dovrebbe fare politica sapendo di essere influente, lui fa e disfa a suo piacimento.invece di correggere le persone consigliagli di comportarsi da responsabile visto che lo conosci cosi bene

Anonimo ha detto...

Io seguo Valerio Scanu dall'inizio di amici, ho visto il rapporto che aveva con Alessandra Amoroso e non mi pareva propio un atteggiamento gay.Però il punto è che ci sentiamo in grado di asserire l'orientamento sessuale da presunti canoni visivi e non mi sembra affatto giusto. Poi sono del parere che ognuno è libero di fare ciò che vuole della sua vita privata e noi non abbiamo il diritto di parlare tanto per farlo perchè di cazzate ne sento tante e sarebbe ora di smettere.