mercoledì 5 novembre 2008

QUALCOSA E' CAMBIATO.





















Mi sarebbe piaciuto scrivere un commento competente sulla vittoria di Oby, di quelli che in un colpo solo riabilitano la mia fama di esperto solo di facezie. Ho anche provato a scopiazzare qualcosa sui giornali ma metà delle considerazioni che facevano gli esperti politologi mi erano del tutto incomprensibili.
Allo stesso tempo eviterei volentieri quei post fatti tanto per farli in cui si legge “Grande Obama, siamo tutti con te!!”.
Mi sembrano strilli da curva scritti tanto per scriverli.
Io di politica ci capisco più o meno come la Carfagna di emergenze sociali ma a differenza sua cerco di tenere un profilo basso.
In generale, non sono uno che si fa prendere da facili entusiasmi. Se vedo un fringuello che prepara il nido con la compagna non mi commuovo, come vedere il candidato Democratico battere i Repubblicani di Bush non mi fa ballare per la strada lanciando ghirlande di fiori.
Ma non sono insensibile al fascino che ha la prospettiva di avere come presidente degli Stati Uniti un uomo davvero nuovo, come mai questa nazione ha avuto prima, in grado di applicare cambiamenti che inevitabilmente influiranno anche le nostre vite.
Sia ben chiaro, il 71 continuerà a farmi aspettare 45 minuti sotto la pioggia e le bollette arriveranno inesorabilmente ogni mese sempre più care. Ma se è vero che ormai viviamo in uno stato politico ed economico dove le elezioni americane arrivano come un’onda ad influenzare le condizioni di tutta la terra, allora sì che oggi mi sento più sereno.
Se in una nazione profondamente conservatrice, razzista e pressata da forti scontri sociali c’è ancora la capacità di sterzare a centottanta gradi nella ricerca di un modo nuovo ed efficace di migliorare le proprie condizioni, allora sì che mi sento confortato dalla possibilità che si possa sempre e ancora agire per il meglio e che le cose non sono sempre già predefinite e immutevoli.
Non sarò certo io a fare un’apologia dell’America che, con o senza Barack, continuerà ad essere ancora quella presenza ingombrante e invadente che in passato le ha fatto guadagnare l’appellativo di imperialista. Non riesco ad abbracciare completamente, neppure oggi, le contraddizioni di una cultura forcaiola e violenta che vende armi come fossero stecchi di zucchero filato e che continua a sostenere la pena capitale ma, almeno oggi, posso crogiolarmi nell’ipotesi che forse mondo più simile a quello che vorrei fosse è possibile.

28 commenti:

Lord ha detto...

Grande Obama, siamo tutti con te!! E pure con te Insi, si, si, siamo anche con te!!

Spuzza ha detto...

Speriamo bene :........)

miss perù tutta rotta 2008 ha detto...

la diversità è la forza di una nazione, nel bene o nel male!!!

Anonimo ha detto...

Loro hanno una marcia in più, malgrado tutto e ora hanno un presidente 47enne di colore che ha deciso di proclamare la vittoria in un piazza storica per le rivolte del '68...che invidia....pure il brizzolato McCain (ma non certo il suo ticket) mi sembrava meglio del nostro mochettato premier. Sarà che l'erba del vicino è sempre più verde o che ha noi è rimasto solo il fango?
Baci, Donatella

Anonimo ha detto...

la seconda che hai detto Donatella..
Ely

Anonimo ha detto...

Bravo Insy!!

M.

EagleIt ha detto...

con questo post confermi ciò che ho sempre pensato di te: dietro quella scorza da sempliciotto superficiale ;)
son contento anche io per la vittoria di Obama ma vorrei anche far notare che le stesse persone che hanno votato ed eletto lui, hanno anche votato la Prop 8 che modificherà la costituzione di alcuni stati introducendo espliciti divieti al matrimonio tra persone dello stesso sesso...
ecco, gli americani avranno anche un presidente nero ma non è che poi abbiano fatto questo gran passo avanti...
Fabio

VILLICO ha detto...

La penso come te, forse a noi questo evento, comunque eccezionale dal punto di vista storico, cambia poco, "forse". Ma confesso che una lacrimuccia ,nel vedere l'entusiasmo e la commozione della popolazione afroamericana, mi è scesa.

Anonimo ha detto...

Faccio anche io professione d'ignoranza politca, economica e quant'altro: ciononostante non si può non percepire il valore mediatico (ampiamente sfruttato in campagna da Oby) dell'elezione di un presidente di colore e di un vice donna.
Ma Oby non è un nero di Harlem ne uno Stalin new-wave proveniente da una famiglia di contadini. Anzi. Ha studiato nelle università più prestigiose d'america
e fa anche lui parte di quell'elite di potenti che partecipano delle sorti della nazione. Ho il timore che il colore delle pelle non giustifichi l'identificazione con un gruppo raziale di oppressi politcamente e socialmente (come i neri e i sud americani), sebbene sia stato spacciato come tale. Questo perchè la democrazia è ormai prettamente un gioco di poteri e consensi, non di ideali, e Oby per fare quel che ha fatto si è assicurato i voti
dei + sfigati che, evidentemente incominciano ad essere numerosi e timorosi, e abbisognavano di sognare.C'è quindi,credo, una differenza tra utile e ideale. E' forse + un discorso di classe che di razza (x quanto le 2 cose siano numericamente coincidenti).
Un contro esempio è l'omosessualità in italia. I gehys non hanno potere politico xchè non sono un gruppo coeso e organizzato,e quindi non vale poi cosi tanto la pena, politicamente, rappresentarli, soprattutto se questo può ledere la forte autorità morale e politica di altri potentati che vorremmo come nostri alleati (la chiesa).Come gli scandali alitalia, la mafia, la connivenza e tutta la connivenza che ci passa davanti agli occhi dimostrano, il potere se ne frega della morale, se lo prendi o lo dai, laddove lo scopo è fare soldi (a scapito dei cittadini). E' cher ahimè, non ci sono ancora i numeri, x entrare nell'ìngranaggio.

Elrohir

Alessandro ha detto...

Comunque li voglio vedere eleggere un presidente dichiaratamente gay. Neanche tra cent'anni...

Kaishe ha detto...

Bel post, Insy... altrocchè scopiazzare! Tu li freghi tutti...

Direi che è un bel cambiamento.
Io, poi, Kennediana da sempre, oggi gioisco per la realizzazione di una previsione di Bob Kennedy 40 anni fa.

E non mi dispiacerebbe che si realizzasse anche quella di Alessandro, qui sopra...

Comunque, diamo anche un po' di leggerezza... dillo: Obama è anche assai piacente...

Anonimo ha detto...

@ alessandro
non si elegge un presidente "perche` gay". Cosi` come non si sceglie un amico "perche` gay".
Credo che molti gay debbano evitare di pensare che essere gay sia una identita` assoluta, determinata da caratteri particolari. Come fossimo un'altra razza. Prima lo fanno, i gay, e prima potremo sperare in un riconoscimento dei nostri diritti. Ma temo che per farlo moltissimi gay avranno bisogno di piu` di cent'anni. Potrei sbagliarmi ma in quella tua brevissima frase c'e` molto del razzismo e discriminazione per cui orde di chiappe chiacchierate si battono mettendoci la faccia, quella stessa faccia che considerazioni come la tua ci fanno cadere per terra.

rocco

Alessandro ha detto...

Caro Rocco, anche essere nero o ebreo o donna non è una ragione per essere eletti, ma tutti siamo qui a dire che queste sono elezioni storiche perché le ha vinte un nero. Se poi vuoi fare l'anima bella e far finta che le differenze non contino, perché questo ti permette di dare del razzista a chi constata che invece (ahimé) contano eccome, fa' pure, in Italia c'è libertà di opinione, come ci ripetono i Piddini ogni volta che la Binetti si scaglia contro i gay. Ma forse lo fa perché noi gay ci ostiniamo a definirci tali, dovremmo rientrare tutti nell'armadio, così non ci sentiremmo dare di razzisti dalle anime belle come te.

Anonimo ha detto...

@Alessandro
ribadisco, nemmeno tra cent'anni.

rocco

Anonimo ha detto...

@Alessandro
ed aggiungo...
"Comunque li voglio vedere eleggere un presidente dichiaratamente gay. Neanche tra cent'anni..."
altra tipicissima tendenza italiana: gli esempi devono venire sempre dagli altri.

In Italia c'e` abuso d'opinione. sarebbe salutare se ogni tanto ci fosser meno opinioni e piu` fatti.

rocco

Alessandro ha detto...

Caro Rocco, si sta commentando l'elezione di un presidente USA e quindi parlo degli USA. Quanto ai fatti, cosa vorresti? Se ci diciamo gay non va bene, se stiamo zitti nemmeno... insomma: illuminaci!

Gan ha detto...

@ Insy: hai sta dannata capacità di farmi sciogliere ogni volta, accidenti a te! :-)

@ Alessandro & Rocco: beh, si dice che alle prossime presidenziali in Francia la gauche candidi Delanoe.

Anonimo ha detto...

@Alessandro,
non devo illuminare proprio nessuno. Vivi troppo di categorie. Siamo solo persone differenti. E cerca di non metere in bocca cose non dette. Se hai difficolta` a capire, rileggi prima di partire per la solita crociata.

rocco

Anonimo ha detto...

@In generale
provo a ridirlo in altre parole
Gli americani hanno votato Oltre la differenza non la differenza, come l'auspicio di Alessandro auspicio (non commento quindi) lasciava intendere.

Anonimo ha detto...

@In generale
provo a ridirlo in altre parole
Gli americani hanno votato Oltre la differenza non la differenza, come l'auspicio di Alessandro auspicio (non commento quindi) lasciava intendere.

Anonimo ha detto...

l'ultimo anonimo, se non si capisse, sono io.

rocco

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

cari tutti, per quanto mi riguarda a me che Obama sia nero, verde o turchino, ghei o transessuale, non interessa. quello che personalmente ho visto in lui è la limpidezza dello sguardo e il tono convinto e non retorico delle sue ragioni.
Succedesse in italia non voterei mai un candidato ghei solo perchè tale come credo che gli americani non lo abbiano votato solo perchè nero.
PS: un saluto a roccuzzo che ogni tanto appare:)

Anonimo ha detto...

INSY e` stato un periodaccio... Comincio a rilassarmi adesso. E faro` ancora meglio tra qualche giorno che rientro in Italy a vedere come se la passa il parentame. Dovrei anche venire a Roma per una proposta di lavoro (sara` come al solito indecente, ma non nel modo in cui i sensi ci porterebbero a pensare). Qui e` novembre e pare middle settembre. Stasera shopping pre-natalizio, con 5 nipoti famelici e` meglio avvantaggiarsi.
Sei un grande, I swear.

rocco

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

ROCCO,
giuro che se non ti fai vivo quando vieni a roma vengo a NI e ti butto nell'Azzon!!

Anonimo ha detto...

Playing bingo needs more than luck or skills and techniques, contrary to what most believe. Bingo, just like any game of chance, comes with rules and regulations that players should observe. Being a player comes with responsibilities and etiquette.

Winning the Game

The moment you figured out you won, you must immediately yell BINGO, and it should be loud enough for the floor walker to hear. The pot money shall be given to the winner once their winning card is confirmed. Well, in winning or once you know you just won, the most important thing is that you shout the winning word BEFORE the time elapses. If the game proceeds and the next number is mentioned and you failed to shout "Bingo", your winning card is disqualified. Therefore, this is the rule you must know.

There may be cases when there are two winners, and in this case the pot money shall be divided equally among the winners. Supposing there are two winning cards, the two winners will share half the prize money.

Bingo Game Rules

Bingo rules are basically the same no matter in which Online Bingo hall you play. But still it's good if you know these rules by heart. If it is your first try, then ask for handouts and inquire from pros regarding the game rules. Nonetheless, the ideal thing to do if you have questions is to ask the floor walker and not the person seated beside you. You should clarify things and doubts before the game starts because asking too many questions as the game proceeds could well distract you. This guideline also applies to those who are newcomers at casinos, those who play roulette for the first time.

Bingo halls demand an age limit of 18 years old. If you are below this age, you are prohibited to play. Some bingo houses ban alcohol inside, so players aren't supposed to take liquor nor drink it inside the venue. Smoking may also be restricted inside the venue, as there are designated smoking sections.

Take note that some Bingo houses don't allow food but some do, so it basically depends on the venue. Policies vary among different venues. For instance, some bingo halls allow reservation of cards, while others don't allow it. Some allow people to leave the venue in the middle of the game, others forbid it. But there are general policies observed in all bingo houses, such as disqualification of tampered bingo cards. There is no way you can get away with a tampered card because the walkers are adept at identifying authentic cards from tampered ones. You could be banned from a bingo establishment if proven liable of tampering a card. Hence, you should play honestly.

Interestingly, some venues offer special bingo games for kids although some halls don't allow players to have companions while playing. Suppose you bring kids with you, don't let them run around the venue and bother other gamers. They should behave well whilst you play and the game proceeds. Play quietly and don't recite the numbers you desperately want to come off because you'll be much of a disturbance if you do. Decorous playing is expectant of all players, even those who play roulette at casinos. Also, having a valid identification is important because you don't know you might win and need to present credentials.

More Online Bingo Info at Bingo Snooper Visit Now http://www.bingosnooper.com

Anonimo ha detto...

hi every person,

I identified trps1.blogspot.com after previous months and I'm very excited much to commence participating. I are basically lurking for the last month but figured I would be joining and sign up.

I am from Spain so please forgave my speaking english[url=http://inthehottesttopics.info/forum].[/url][url=http://tosubmityournews.info/].[/url][url=http://hyinspiringthoughts.info/forum].[/url]

Anonimo ha detto...

Hey Guys

Well this is my introduction to all of you here at www.blogger.com[url=http://workedonrss.info/].[/url] I just hope I can manage to contribute something to the awesome discussions that take place here[url=http://evsportsnews.info/forum].[/url][url=http://killerfeeds.info/].[/url]

I lokk forward to participating in the awesome community[url=http://trendytopicsma.info/forum].[/url][url=http://bamotivationalquotes.info/bookmarks].[/url]

Anonimo ha detto...

It is my first post here, so I would like to say hallo to all of you! It is uncommonly pleasure to be adjacent to your community!