lunedì 23 marzo 2009

ABLANDO CON EIO: un episodio dal mio viaggio a Madrid.























La porta è chiusa ma le pareti sono così sottili che si sente anche il rumore di un battito di ciglia.
Sono nel letto e sto dormendo di un sonno innaturale prodotto da una pasticca di sonnifero acquistato in una farmacia di Madrid: “è poco più forte della valeriana”, dice la farmacista ma evidentemente la valeriana spagnola la usano come anestetico per le operazioni a cuore aperto dal momento che ne prendo una ed entro in coma. Mi inizio a riprendere nel tardo pomeriggio di sabato. Alle 22 ho appuntamento con gli altri amici per andare a cena. Inizia un tormentato dormiveglia. La mente impone al corpo di lanciarsi in doccia per sciacquare via con una sferzata d’acqua fredda i rimasugli del sonno, ma non ce la fa. Sono lì, disteso supino che fisso il buio quando sento aprirsi la porta del nostro ostal.
“Ciao”.
“Ciao”, risponde uno dei ragazzi che lavora lì rispondendo a quello che presumibilmente è un altro ospite della nostra pensione.
Per il nostro viaggio a Madrid, siccome non bastava aver deciso di dormire a Cueca, che è il quartiere finocchio della capitale, abbiamo anche scelto questa che è una pensione ghei, quindi non stupisce la conversazione che sento fare tra i due.
“hai fatto un giro?”, chiede il tipo della pensione.
“Sì, adesso mi preparo poi andrò a cena”, fa l’ospite.
“avete tante stanze prenotate”, continua.
“Sì, 16!”, risponde soddisfatto il gestore.
Parlano proprio davanti la porta della mia camera, posso quindi facilmente distinguere i pensieri dell’ospite: “accidenti! 16 camere occupate! Almeno 30 finocchi! Se mi dice sfiga in disco, torno e mi metto a bussare a tutti, qualcuno che ci sta vuoi non lo trovi!?”.
Io, sempre sdraiato, mi metto i palmi delle mani dietro la testa per ascoltare lo sceneggiato radiofonico più comodamente.
“Di dove sono i clienti?”. E’ sempre più interessato l’ospite che dall’accento mi sembra essere americano.
“Spagna, Inghilterra, Francia, Italia…”, risponde il tipo della resepscion in un buon inglese.
“Italiani?”, lo blocca l’americano con l’entusiasmo di chi grida automaticamente “tombola!” non appena sente chiamare il numero vincente.
“sì, in queste due camere”. E immagino indichi la mia, che condivido con un amico, e quella accanto dove ce ne sono altri tre.
“E come sono?”, con tono impaziente.
“Quelli in questa sono molto carini. In quest’altra…”. E non termina la frase. Immagino quindi abbia fatto un gesto che purtroppo, nonostante le intercapedini spesse come ali di farfalla, non percepisco ma che immagino essere una specie di smorfia fatta arcuando un lato della bocca e socchiudendo un occhio. Il tutto accompagnato da una mano che sfarfalla.
“Beh, allora dovrò conoscerli”, dice ridendo l’americano. Dopo di che si salutano e sento una porta chiudersi.
Silenzio.
Il mio primo istinto è quello di saltare fuori dal letto spalancando la porta e imponendo allo spagnolo di confessare chi delle due camere sono i carini e chi i “…” ma ancora una volta il corpo non ha forza e resta inerme tra le coperte sprofondandomi nel dubbio che quel “chiut” fosse riferito alla camera 315, quella dei miei amici, e non alla mia.
Dopo altri 30 minuti di sonno e veglia, finalmente trovo la forza di prepararmi per la serata ma, nonostante il divertimento delle ore successive, il tarlo del dubbio su chi fossero i “carini” ha continuato a rimbalzarmi da una parte all’altra del cervello anche quando, verso le 4, era omai un pan di spagna imbevuto d’alcol fino all’inverosimile.

37 commenti:

abelson ha detto...

e poi ?? lo hai scopeto ?

Suzywong ha detto...

Eh, ti dice bene he 'ste cose ti capitano solo in albergho..pensa che io la parete in carta di riso ce l'ho con i vicini che fanno cose inverconde ad ogni ora!

Anonimo ha detto...

Cosa ti accade Insy?
Affronti un week end a Madrid, con stanchezza ed apatia...quali dinamiche ti pervadono?

Giuseppe ha detto...

Vai avanti Insy! Ci hai incuriosito!!!
Sto per iniziare il capitolo il ragazzo con la pistola e sono triste perchè sono già a metà libro... :(
Complimenti per il modo in cui scrivi! Continua a scrivere Ale, mi raccomando non mollare.

L'Ammaliapi ha detto...

Insy ma secondo te....come sono obiettivamente i tuoi amici? Più fighi o più racchi di te? ;)

Anonimo ha detto...

è un falso problema: è ovvio che quello più chiut eri tu (e lo sai) ;-)
anche se in una foto che hai pubblicato su FB ti si vedono le zampe di gallina :-P

dildo baggins ha detto...

ahahah sta trasferta spagnola non promette nulla di buono :) a parte questo, ho finito oggi il tuo libro... che dire? non sarà l'Ulisse di Joyce ma mi è piaciuto, divertente, autoironico ma soprattutto molto vero mi sembra... è ironia della sorte (o forse normale, non saprei) riconoscersi in alcuni frammenti di vita vissuta, e stupirsi di come alcune esperienze siano tragicomicamente simili (no, non mi riferisco al fidanzato con l'amnesia però!) :) Mi riferisco soprattutto allo scoprire un mondo interiore a volte difficile da esplorare e con cui fare i conti, talvolta dolorosamente... ora parlo io come Joyce! volevo solo dirti che mi è piaciuto, tanto da comprarne un'altra copia da regalare ad un mio amico... ti auguro di scrivere presto qualcos'altro, magari meno autobiografico, ma che mantenga lo stesso spirito e la stessa piacevole freschezza. Un abbraccio.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

grazie Dildo!!!

Ammalia, i miei amici sono bellissimi!!! :)

ANONIMO: zampe di gallina, beh c'ho 36 anni, te credo! :)

simone che non crede che l'ulisse di giois sia tutto sto gran che di libro, almeno non bello quanto dabliners ha detto...

insy ma non è che ti stai a fa vecchia?

Da quello che hai scritto nel libro neanche un sonnifero per cavalli ti avrebbe fatto desistere dal fiondarti su un papabile marito.

E poi, una signora/ina per pene non dice mai quanti anni ha.

Anonimo ha detto...

ovviamente la mia allusione alle zampe di gallina era fatta con tanto affetto e simpatica... del resto ti trovo very chiut!

Anonimo ha detto...

Se eri in Calle San Bartolomé, io ero nella camera accanto ;-)

Anonimo ha detto...

Zampe di gallina? Dubbi sull'età? Embè?

Attribuita ad Anna Magnani, rivolta al suo truccatore:
"Ni', vacce piano co' 'sta roba. 'Ste rughe ci ho messo un sacco de tempo pe' fammele veni', sa'...?"

Come dire, Insy... non è che uno può essere meno diva di quello che è! Rughe o non rughe ;o)

Buona giornata a te e agli amici del blog

Whity

Spuzza ha detto...

e poi e poi e poi non l'hai scoperto?

Anonimo ha detto...

ciao whity e buona giornata anche a te e a tutti...caro insy spero che il dubbio non ti abbia rovinato la vacanza...facci sapere..è sempre un piacere leggerti...ho finto il tuo libro anche a me è piaciuto..sarai stufo di sentirti elogiare...ho adorato roberto e i suoi gatti...a presto..titti..;)))))))))))))))))))))))

Enrico* ha detto...

Su Insy, non fare la preziosa e dicci se l'hai scoperto... :-)

itboy_76 ha detto...

Insy, tranquillo, io ti trovo molto chiùt!

Dejavu ha detto...

Insy, contrariamente a te non sarei riuscito a riprendere sonno senza approfondire :))
Magari nella stanza accanto c'era solo una tv ad alto volume che parlava :P

Anonimo ha detto...

vi assicuro che preferisco vivere con questo dubbio:)
INSY

Anonimo ha detto...

Insy.... ma non è che potresti dire chiaramente e semplicemente che hai utilizzato un 'cliffhanger'.... se no il resto dei commenti a questo post sarà tutto sul genere 'Dàiiii... facci saerecome finisce!'
Tenerissimo... ma insomma...

Oppure ci sarà DAVVERO un seguito e sono IO a non aver capito un accidente?
:?

Whity

Anonimo ha detto...

hihiihihih...non ti facevo così curiosone...che te frega cosa pensa il tizio dell'hotel...hai un blog seguitissimo e su facebook hai miliardi di amici e tutti ti desiderano e ti bramano...vuoi che non abbia indicato la tua stanza???...dai...è scontato!!!

mr scrotociclosi

frontixx ha detto...

... ecco, li vedi gli effetti nefasti della morale sessuale propagandata da B16? vai a madrid e dormi...! :P

Anonimo ha detto...

Ho visto le tue foto su fb,ti giuro è stata una vera delusione per me scoprire che sei uno di quei gay da club,da ghetto,da canotta,da spagna,da disco a petto nudo,da gaydar e gayromeo,insomma proprio deluso.bacio.

Anonimo ha detto...

Anonimo... rilassati, dài!

It's only rock'n roll
but we like it.

O se preferisci
...sono solo canzonette
non metteLO alle strette...

Whitydifensoredufficio

PS: aggiungo: ma perché... Insy lo capisci solo dopo aver guardato le foto su FB?? E su questo blog... hai guardato solo le figure (e quelle invece ti erano piaciute)? Insomma: da quale fonte avevi attinto le tue aspettative? Solo curiosità...

dildo baggins ha detto...

anonimo, il problema è che si tende sempre ad idealizzare chi si stima, non ho nulla contro Insy, anzi gli ho più volte manifestato la mia simpatia mi sembra, però non è che lo considero il Defensor Fidei dei gay, è un ragazzo come molti altri e come molti altri può cadere in facili stereotipi... per la cronaca ci vado anche io in discoteca ma non per questo mi sento un cliché, le cose basta farle mettendoci un po' di cervello e di senso critico e mi pare che sia il suo caso ;)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

beh sai invece cos'è deprimente? la superficialità di un tale commento. il fatto che sia un parti boi non implica che la mia vita sia altro e quello che scrivo (e che leggi) e la vita che conduco (che non conosci quindi il tuo giudizio diventa presuntuoso) lo dimostrano.
altra considerazione: una cosa del genere la dici te che sei finocchio. avessi mai avuto critiche del genere dagli e dalle etero che seguono il io blog. sono sempre i froci i primi detrattori dei froci.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

DILDO: grazie. la mia vita è manifesto della mia vita non quella di tutti i ghei della terra. ma che ci vuoi fare. se un finocchio non fa pace con la sua omosessualità vede marcio ovunque.

Anonimo ha detto...

forse nel commento dell'anonimo c'è anche un pizzico di invidia: sei carino, sei un "parti boi" e in più sei intelligente, ironico e sai scrivere, cosa che cozza con l'immagine stereotipata del ghei discotecaro e che va in palestra...

un altro anonimo

dildo GAY baggins ha detto...

Insy, è purtroppo un mal comune dei gay essere i primi a puntare il dito contro i loro simili, l'ho imparato anche io a mie spese, c'è molta cattiveria, invidia e autodiscriminazione oserei dire... tu guarda e passa che vai bene così! PS ci si vede prima o poi in DISCO! :D

gipris ha detto...

Beh non conosco il tuo amico, ma la tua foto ormai mi è ben impressa. Sei decisamente più che cute.
Tra l'altro proprio ieri sera mi è capitato sotto mano una copia di CHI... e sfogliando sono arrivato alla pagina 128 in cui Alessandro parla di se :)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

gipris: ancora gira quel chi? :)

Anonimo ha detto...

36 ANNI !!!!!!!
Ma sei decrepita! puah!

Devo ammettere che la nuova cosmetica fa miracoli. Ti tiene più su del calcestruzzo. Che marca usi che mi ci lastrico il solaio?

Un ammiratore

Anonimo ha detto...

Gipris, Gipris... a Bi gli fischieranno le orecchie.
Con tutti 'sti pensieri per gli altri, quando lo trovi il tempo per pensare a lui. Va bene la globalizzazione, il sentirsi cittadino del mondo, il volemose bene, ma tu esageri cocca !!! E poi INSY non si tocca! E' patrimonio dell'UNESCO ormai, come le rovine dei Fori Imperiali (36 anni !!!!!!!)

Anonimo ha detto...

per Anonimo deluso
fatti una minestrina liofilizzata, un cardigan marrone stronzo e comprati un gatto per la compagnia.
Passerai serate convenzional-popolari, sarai fuori dai gay-cliché e non rompi i coglioni.
baci

La nonna

Anonimo ha detto...

per Anonimo deluso
fatti una minestrina liofilizzata, un cardigan marrone stronzo e comprati un gatto per la compagnia.
Passerai serate convenzional-popolari, sarai fuori dai gay-cliché e non rompi i coglioni.
baci

La nonna

Anonimo ha detto...

vabbuò, non sei nel catalogo BelAmi, manco buono per il volantino Coop probabilmente. Ma insomma una bottarella te si darebbi comunque anche se me pare di avè capito dar tu libro che conviene mettecce er telepass all'uccello così se sarta la fila che ci hai ar culo. Più che chiappe chiacchierate, le tue parono un centro congressi.
Sei mitico, pure tra gli etero (che sso le più porche de tutte poi, e dimoselo)

Anonimo ha detto...

il CHI l'ho trovato pure io qui in germania... non male il bellone di pag.128! Il libro me lo prendo invece a Torino a fine aprile, quando scendo. Kiss, chris da berlino

Gipris ha detto...

Mica l'avevo letto il commento di quell'anonimo.... vabbè, è evidente che su questo blog nn sono gradito. Ciao Insy.