lunedì 10 settembre 2007

I BUCHI NERI


“Ciao. Mi chiamo Insy e sono un alcolista”.
Tutti: “Ciao Insy”.
Sabato scorso qui a Roma c’è stata la Notte Bianca ma soprattutto Il compleanno de Ilmiomiglioreamico che sembra il titolo di un film anni ’90 ma che invece è stato il prodromo della mia disfatta fisica e mentale. Del resto, se uno inizia la serata alle 7 del pomeriggio bevendo un vodka lemon sicuramente la finirà come l’ho conclusa io.
Partiamo quindi dal principio.
L’aperitivo di compleanno prende l’avvio con doppia razione di vodka lemon che, come mi spiegava un conoscente barman, è la cosa peggiore. Per uno strano processo chimico che lui non mi ha saputo spiegare ma che tanto io non avrei mai capito, pare che sia un drinc che ti prende il cervello e te lo ciancica come un anti-stress di gommapiuma. Beh, sarà il mio spirito di contraddizione, ma io da quando l’ho saputo indovinate che cosa ordino da bere? E se avessi avuto un minimo di buon senso, mi sarei anche potuto fermare lì, visto che, per la prima volta dal 1997, mi ero pure dimenticato di cenare e si sa che bere a stomaco vuoto non rientra nel decalogo stilato da Veronesi per una vita lunga e sana. Ma, si sa come vanno queste cose: fai 4 chiacchiere con gli amici, scatta due foto, vai in bagno ad asciugarti il sudore sotto le ascelle prima che inizino a formarsi delle pozzanghere sulla maglietta e poi? Non te ne bevi un altro? E così prima delle 11 ero già in uno stato di coma vigile.
Non pago di ciò, passiamo a casa mia per darci una rinfrescata, evitando accuratamente ogni minima manifestazione di Notte Bianca. Anche lì, non te la bevi una cosa? Una coca lait? Un succo alla pera? E per dare un po’ di sapore a queste bevande, per altro insipide, non li vuoi allungare la prima una goccia di gin e la seconda una di rum?
Da quel punto in poi non è che ricordi proprio tutto tutto (maggiori informazioni sul mio stato mentale sabato sera lo trovate su: http://it.wikipedia.org/wiki/Buco_nero) e quello che ricordo forse era meglio lo dimenticassi.
Arrivato con Ilmiomiglioramico al ghei villag, che chiudeva finalmente i battenti, incontriamo altri amici. Siamo lì piuttosto presto quindi ancora non si è formato quel piacevole effetto carnaio che fa molto capodanno nuiorchese a Taim Squer alle 23, 59.
Guardo in alto e non capisco se è l’effetto della vodka+rum+gin+birra (ricordo solo allora di averne bevuta una al volo prima di lasciare casa) o se davvero stanno facendo dei fuochi d’artificio.
Facciamo quindi un giretto per il villag ora che ancora è possibile camminare e, non so come mi ritrovo in mano un altro vodka lemon! Incredibile, mi è bastato desiderarlo e puff!! Ecco che mi ritrovo a sorseggiarlo. Provo quindi a desiderare intensamente una casa di proprietà a Monti sperando che la magia si ripeta ma l’indomani mi risveglio sempre nel mio letto-piccionaia nel mio solito appartamento in multiproprietà.
Il resto è un unico polpettone di ricordi alla rinfusa tanto che domenica pomeriggio sento un amico per telefono il quale mi rievoca cose dette e fatte di cui non ho memoria. Io annuisco a tutti i suoi: “… e poi ha detto…è poi hai fatto…e io ti ho risposto…”. Getto la spugna. Confesso di avere un buco nero nel cervello, deglutisco, prendo fiato e faccio la domanda che mai si dovrebbe fare in questi casi: “ma ho fatto qualcosa di strano?”. Un attimo di silenzio. “No, niente di particolarmente diverso dal solito (quindi mi sta dicendo che sono strano sempre?). Eri molto…socievole. Eri molto affettuoso ed espansivo, baciavi tutti”. “Come baciavo tutti!?!?!” Risponde, intimorito dal mio tono: “no, amici, persone che conoscevi, li salutavi e li abbracciavi”. Temo sia una bugia pietosa ma non ho abbastanza coraggio per andare avanti con l’interrogatorio. “e poi, parlavi un sacco!”. Ecco, lo ha detto. Lo sapevo. Infatti io sono di quelli che quando è nervoso o in imbarazzo invece di azzittarsi, come fanno le persone comuni, parla a nastro. Anche se bevo molto tendo a straparlare. Le due cose combinate fanno di me una sorta di chimera, un mostro a 500 bocche, che parlano tutte e tutte insieme e come niente mi ritrovo a dire cose del tipo: “lo sai che la femmina del maiale ha un orgasmo di mezz’ora?” o: “pensa, gli insetti stecco restano accopiati per 6 mesi!” Tutti argomenti intriganti, soprattutto se chi hai davanti è uno che cerchi di rimorchiare.
La serata si conclude finalmente alle 5. Ilmiomiglioreamico è andato via presto mentre io sono restato lì a molestare ed importunare chiunque. Mi raccoglie PJ, un buon Samaritano più che un amico. Mi carica in macchina e io tempo 5 secondi, m’addormento. Mi risveglio 20 minuti dopo sotto casa. Sono tramortito. Ho le gambe pesanti e non riesco a tenere gli occhi aperti. Gli stessi sintomi descritti dalle ragazze che vengono drogate e poi abusate. Mi chiedo se anche con me abbiano fatto lo stesso. Forse qualcuno, a mia insaputa mi ha offerto qualcosa con qualcos’altro dentro per approfittare poi di me. Ci penso su e mi dico: impossibile. Lo sanno tutti, lo do talmente facilmente che è del tutto superfluo attuare questa strategia. Fiero dei miei principi morali affronto l’ultimo, improbo sforzo: le scalette del soppalco che mi portano al materasso sul quale mi rovescio scomposto come una scatola di Lego.

18 commenti:

redrum ha detto...

dio quante cose a me familiari in questo tuo post!!
io però invece che vodka lemon vado di solito a gin tonic, soprattutto da quando mi hanno detto che è scientificamente provato che tale bevanda è la meno calorica tra i long drinks (attento, la lemon è una bestia!) - non so la fonte, sogno che sia stata la Dottoressa Tirone in persona a fare i calcoli (provando tutti idrinks empiricamente, voglio sperare) ma mi fido comunque.

Ad ogni modo il prossimo weekend vedrà me e un certo numero di amici milanesi in trasferta impegnati in quello che è un vero e proprio rito irrinunciabile per chi viene dal nordest, ovvero questo:

http://www.comune.udine.it/opencms/opencms/release/ComuneUdine/cittavicina/turismo/eventi/2007/friulidoc/index.html

...se ti vuoi aggregare, credo tu sia degno di far parte della comitiva... (ma ti avverto che non rispondiamo di lividi, graffi, crisi d'ansia, coma etilico, trapianti di fegato e autocombustione alcolica) ;)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
redrum ha detto...

urgh! scommetto che sarà sicuramente il weekend in cui sarò a londra... ma se così non fosse let mi nou che si organizza!!!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Caro REDRUM: le date del INSYonTUR2007/2008 verranno pubblicate presto.

Anonimo ha detto...

ma avete provato a leggere il link di uichipedia sui buchi neri??? io ho bisogno di un "Buchi neri per dammis"....

dario

Suzywong ha detto...

X anonimo: pensalo come una specie di aspirapolvere interstellare...o come lo stomaco del mio cane:tutto quello che transita lì vicino viene risucchiato e sparisce senza lasciare traccia.

oscar ha detto...

e così, tanto hai fatto tanto hai detto, che la chiusura del villaggio l'hai dovuta fare he??
presenzialista gaio che non sei altro!
e poi, anche solo un vodka lemon prodotto in quel luogo fa stare male.. tu non ti regoli proprio.
lo sai che alla nostra età, non si può!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

A Oscar: ma alla mia età de che!? Su raul bova è un sogno di tutti i ghei e poi ache si fosse dato in passato ora è super sposato e anche fosse non lo trovi al villag a ballare ghimmi mor di sicuro.
INSY

F. ha detto...

Cara Insy, quel tuo amico di sabato mi ha riferito però che la gente che "intrattenevi" era selezionatissima! Non uno magro, non uno effemminato. Solo maschi. Che mentre parlavi portandoti la ciocca di capelli dietro l'orecchio, ti teneva in quella parte del corpo che insiste tra la natica e il fianco...
Quindi puoi stare tranquilla almeno su questo! ;-)

Firenze? e come ti è venuta questa malsana idea???? Vabbè se vuoi ti accompagno! Non mi fido a lasciarti da sola...

redrum ha detto...

cmq se ti ricordi il famoso filmato delle mie vacanze, della famosa sera di cui si vedono le immagini in cui tutti limonano con tutti, io dopo la 4a caraffa di negroni (che veniva dopo 2 di mojito) non ricordo più nulla di comprensibile... sono solo certo che mi han messo a fare il soffritto per il sugo della pasta e la cosa mi ha devastato in modo tale da costringermi a fare un riposino.
è durato 15 ore.
secondo te era coma etilico?

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

caro F, grazie della conferma che sabato non mi sono proprio messo a fare la pallina della rulet :)
X REDRUM: credo abbiano drogato anche te. hai controllato al risveglio che fosse tutto apposto?
X SUZY: chi, bova che fa brocbec? Mah...
INSY

redrum ha detto...

insy, ahimè si era tutto a posto. a parte che non credo sarei in grado di fare alcunchè coi miei amici, neanche fossi ubriaco come joan collins... ma poi a me chi me se pija. sapere che qualcuno ha abusato di me arrivando addirittura a drogarmi, per farlo, sarebbe un'ottima iniezione di autostima...

Suzywong ha detto...

Ma si, il riferimento al film che deve ancora essere girato, di produzione inglese,era in un articolo della bibbia (VF,ovviamente) di maggio intitolato appunto brokeback bova...strano che ti sia scappato.

Ma lei! ha detto...

Adoro sempre i tuoi post!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

X Ma LEI: grazie, ed io il vostro blog ;)
INSY

Anonimo ha detto...

io invece ancora non capisco come un post su una normalissima sbornia scritto da te diventi così dannatamente interessante e divertente.. xD
ti giuro, solitamente quando vedo tanta roba scritta leggo qualcosa ogni riga.. invece del tuo blog no... :P

ripongo l'idea che dovresti aprire una rubrica su un giornale!

Gabbry :P

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Gabbry: grazie mille. io ci scriverei pure ma non me lo fanno fare :)
INSY

Monsieur Poltron ha detto...

Stavo pensando: ma perché non consideri quello che ti ha portato a casa il tuomiglioreamico?

Gli amici si vedono nel momento del bisogno...