martedì 4 settembre 2007

L'AMICA MIA E.



Esistono tre tipi di lesbiche al mondo: le mascoline, dette, con un grazioso nomignolo sottilmente allusivo, “camioniste”; quelle femminili meglio note internazionalmente come “lipstic lesbian” (pare perché conoscono l’esistenza del rossetto e, soprattutto, sappiano a cosa serve) e poi, la mia amica E.
Lei fa categoria a sé. E’ la Val d’Aosta del mondo lesbo: è a statuto speciale.
E., infatti crede in un mondo fatto d’amore e comprensione, il suo colore preferito è il rosa, ed è convinta che un abbraccio e un sorriso possa risolvere anche la disputa Israelo-palestinese sui territori occupati.
Ha una malsana passione per Ello Chitti, quella specie di gatto macrocefalo giapponese superaccessoriato particolarmente popolare tra le ragazzine di 12 anni con gravi ritardi dello sviluppo cerebrale e, appunto, la mia amica E.
Casa sua, che si trova sul sentiero di mattoni dorati che porta nel favoloso mondo del mago di Oz è arredata come se Ello Chitti e una scuderia di Mio Mini Poni fossero andati da lei con un giubbotto imbottito di tritolo e zucchero filato rosa e si fossero fatti saltare in aria. Varchi la soglia e senti la curva glicemica impennarsi.
Le pareti sembrano quelle dello studio di un produttore di Ollivud, completamente ricoperte di foto di E. in compagnia dei suoi amici VIP (è una ben introdotta) e, disseminate ovunque, statuine di fate, gnomi, angioletti e del gatto macrocefalo giapponese il che, nell’insieme far ricordare Neverland di Maicol Gecson, ma senza giraffe in cortile e minorenni in camera da letto.
Sul suo blog è possibile leggere una sorta di manifesto programmatico del suo pensiero che recita: “Voglio un mondo + semplice, + vero, + felice: un mondo dove i sogni e le emozioni si tingono di rosa. Voglio un mondo incantato, vitale e leggero: un mondo dove la dolcezza e l'allegria illuminano il sorriso. Voglio le cose + golose, + morbide, + dolci: un mondo dove fragranza e freschezza stuzzicano la passione. Voglio un mondo più innocente, ottimista e fantasioso: un mondo dove armonia e femminilità sono l'essenza della vita”.
Ora tutto ‘sto tripudio di amore cosmico e di cuoricini disegnati al posto dei puntini sulle “i” potrebbero essere solo il sintomo di una mente molto disturbata però innocua, ma provate voi a contraddirla. Il cielo inizia ad annuvolarsi, l’asfalto si squarcia e iniziano a piombare saette come nel giorno del giudizio. E. detesta che la gente non faccia quello che lei chiede. Avendo lavorato per anni con lei, quando ti chiamava la prima convocazione era tipo: “Tesoro, dolcezza, vieni un attimo da me?” (cuoricini sulle i anche in versione orale). Se facevi passare oltre 5 secondi per la risposta, ti raggiungeva un: “Testa di cazzo se non vieni subito ti prendo a cazzotti quella testa da frocio che c’hai”. E li correvi anche se ti eri appena procurato una frattura al femore. Riecheggiano ancora nelle mie orecchie il rumore dei calci nel culo dati ad un mio amico che, a suo dire, l’aveva portata all’esasperazione. E i calci di E. non sono calci normali visto che ha le cosce robuste di una lanciatrice del peso rumena allevata a palle da 5 chili e anabolizzanti.
Comunque lei ti ci frega perché il suo segreto è quello di mostrasi sempre impeccabile e sorridente agli altri. La Gioan Crofford di “Mammina Cara” in confronto è una dilettante. Sempre ben vestita, ben truccata, ben pettinata, con i suoi ciondoli di LV (che per lei, nonostante lesbica, corrispondono giustamente alle cifre della nota casa di borse e non come per le altre alle iniziali da apporre sul rimorchio dei TIR per indicare “Long Veicol”). Ma se la fai incazzare è meglio chiedere di entrare nel programma di protezione testimoni dell’FBI, magari ti sbattono a mungere vacche in Trentino ma sfuggi alla sua furia.
La sua seconda grande passione, insieme a quella per Ello Chitti, è quella di far impazzire fidanzate e fidanzati. Sì perché è di quelle che fluttuano tra i due sessi e siccome lei crede nell’amore cosmico, ti dice che ci si può innamorare di chiunque, persino di un deputato dell’UDC, poi aspetti che lei ti sorrida e ti dica “sto scherzando!!”, ma quella frase non arriva mai.
Dopo anni di fidanzamento con la sua ragazza storica decide che lei, la ragazza, deve comprare casa. Gliela fa prendere a Trigoria che, per gli extra G.R.A., è un quartiere residenziale ai confini della costellazione di Orione. Ora accade che fosse un periodo un po’ di crisi tra di loro quindi, giustamente, la ragazza prima di firmare il rogito le chiede una garanzia d’amore eterno, visto che la casa la prendeva anche per lei. La “donna piena d’amore” (uno degli appellativi con cui è nota E.) le risponde: “Sì, che scherzi!?”
Lei firma il rogito. Lei la molla.
Non contenta di questo, siccome per arrivare in macchina da lì al posto di lavoro la sua ex ci avrebbe impiegato tre giorni di viaggio, traffico e bestemmie, la diabolica cosa le regala? Un monopattino che avrebbe potuto utilizzare sulla Cristoforo Colombo, una via lunga come l’autostrada del Sole dove solitamente la notte ci fanno la gare clandestine tra auto.
Del resto per lei le distanze sono relative. E’ la sola in grado di raggiungere qualsiasi parte del globo in 5 minuti (ma sempre con 2 ore di ritardo). Quando le obietti che da casa tua ad arrivare, chessò, a Viterbo ci vuole del tempo lei ti parte con la frase prestampata: “Scusa ma te che strada fai?”. E come posseduta da un Tom Tom ti fa un percorso alternativo, ma più lungo e accidentato, così composto: Crotone-traghetto-Tunisia-gommone-Napoli-monopattino-Viterbo. “In 20 minuti massimo, sei lì”. Se ne impieghi di più “sei uno stronzo”.
Torniamo però al suo obbi preferito: l’annientamento psicologico dei/delle sue fidanzate/i.
Decide allora di rimettersi con il suo ex, un povero cristo mollato praticamente all’altare che, a causa sua, usciva solo allora da un percorso settennale di analisi. Lui ci casca. Stanno insieme qualche tempo, progettano matrimoni, figli, case con staccionate di legno e pareti di edere rampicanti. Lui si riprende dal trauma, crede in un futuro possibile e lei che fa, lo rimolla per la seconda volta e si mette con un'altra ancora. Credo che ora il suo ex si sia fatto ricoverare in una di quelle comuni dove si raccolgono bacche, ci si veste con tuniche bianche e si raccolgono i flussi benefici della madre terra abbracciando tronchi di albero.
Visto poi che crede nell’energia dell’amore cosmico che non si distrugge ma si trasforma le ha convinte tutte a diventare sue amiche con il vantaggio di non provare il minimo senso di colpa.
La sua tattica del resto è questa: prima ti affascina con i suoi colpi di sole e poi ti atterra con i suoi colpi di testa.
E se dietro di lei ci fossero i finanziamenti delle lobbi degli psichiatri italiani? Con tutte le persone che fa impazzire sai che giro d’affari!

21 commenti:

Suzywong ha detto...

C'ho pure io un'amica così... o meglio, l'avevo:io nn ho resistito.
La mia era etero,giornalista con laurea in psicologia ma fatta della stessa pasta di follia (anche lei con la passione per fatine e angioletti,vorrà dire qlcs?) dopo aver mandato in terapia l'ennesimo fidanzato e aver preteso di sfogare le sue frustrazioni sadiche su noi povere amiche rimaste al suo fianco, ho preferito chiudere i ponti...ho già una madre e un marito psicotici con cui fare i conti, direi che sono sufficienti.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Cara SUZYWONG (ma perchè questo nome?) devo dire comunque che la mia è davvero una persona speciale e non lo dico perchè legge il blog e temo per la ma incolumità (E: spacca noci di cocco a mani nude, perfetta per L?ISOLA)
INSY

Monsieur Poltron ha detto...

Ma come mai è una tua amica?
Dalla descrizione sembra una persona molto sgradevole.

oscar ha detto...

e chi non ha un'amica così??
poltron, finchè resta amica, un'amica così non è mai sgradevole. magari avercela nemica sarebbe un problemuccio..
PAURAAAAA

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

X Monsieur: sono d'accordo con Oscar: meglio tenersela amica, poi io coloro un po' (ricordate sempre che lei legge il blog!!), mica è poi così tremenda.
INSY

Anonimo ha detto...

x Insy:quella con la mia amica è 1 storia a parte, molto lunga e davvero incasinata,se vuoi qnd avrai quei 4-5 anni a disposizione te la racconto oppure ti mando i 6 volumi a casa e li leggi con calma qnd fai fatica a dormire...x qnt riguarda la tua E.invece credo ke se nn la ritenessi amica davvero nn l'avresti citata nel blog e nemmeno avresti il suo link alla voce "a me me piaceno" :-) quindi mi sa che è molto meglio della mia ex amica sociopatica sckizoide e ipocondriaca.

Ps:xkè qst nome...ho scelto qst nick xkè è a mezza via tra il mio nome(vero)e la scritta su una t-shirt d quand'ero piccola che adoravo...ok,ok...tutta sana nn lo sono neank'io lo ammetto.

Suzywong ha detto...

Urca, ho postato senza nome...sorry
SuzyW

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
glitter ha detto...

solo tu riesci a descrivermi così e a farmi morire dalle risate. adoro ridere di me e lo sai... cmq è tempo di metterti al passo xchè siamo rimasti troppo indietro. adesso c'è casa nuova da vedere. niente angioletti. xò di hello kitty c'è il tostapane. è grave? quando vieni a cena? E.

glitter ha detto...

e cmq isny i ciondoli sono di chanel e le borse lv... anche se ormai penso per chloé... era solo x precisare ;-) tanto ci ho messi 5 minuti, come da casa mia a via prenestina. E.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

X Glitter: a cena verrò presto anche se lo so che è una trappola per uccidermi a colpi di tostapane di Elllo Chitti in testa.
INSY

Anonimo ha detto...

la tua risposta non fa altro che alimentare il mio timore di una presa di potere da parte di questa nuova categoria... ma in fondo confido che la mia amicizia nei loro confronti possa mettere al riparo il mio C. da ogni atto di rappresaglia.
sempre il tuo coinquilino

Francesco ha detto...

Non ho nessuna amica lesbica; a questo punto credo proprio di essere rimasto il solo ad esserne sprovvisto. A pensarci bene l'unica lesbica che frequento (occasionalmente) è Delfino (questo il suo nome; ridete un po' più forte perchè a 3 km non vi hanno sentito bene). Trattasi del parrucchiere da cui mi spunto il ciuffo, il quale (parrucchiere, non ciuffo) si presenta alle feste in frac, camicia di paillettes DG e stivale argentato. Lo fa, dice lui, per piacere alle ragazze. E' davvero la mia unica frequentazione lesbica.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

Caro francesco, lo sai che qui non si ride mai di nessuno e soprattutto non si ride delle sue disgrazie. Immagino che però Delfy (meglio il nomignolo) abbia già provveduto ad eliminare fisicamente quei 2 bastardi che gli hanno fatto questo scherzo di cattivo gusto alla nascita.
NSY

Suzywong ha detto...

Hey glitter quale chloè punti?Devo cambiare borsa anch'io e nn ho ancora studiato cosa c'è in giro :-)

glitter ha detto...

io ho già la Edith di cuoio vintage, ma ho visto l'altro giorno la nuova con un lucchetto e catena... bella...

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

SUZY e GLITTER, signorinelle!! il mio non è mica un forum su sciopping e moda!! andate altrove a parlare di queste porcherie!! :)
INSY

Suzywong ha detto...

ok Insy, quando c'hai raggione ,c'hai raggione... ;-)

glitter ha detto...

la sua è solo invidia. la vuole pure lui la chloé vintage e invece deve far finta di essere una tacchina aerobica e trascinare in giro le borse tecniche della nike

glitter ha detto...

la sua è solo invidia. la vuole pure lui la chloé vintage e invece deve far finta di essere una tacchina aerobica e trascinare in giro le borse tecniche della nike