mercoledì 25 luglio 2007

E SE LA VITA FOSSE UN PO' PIù SCIAFFOL?


Sono 4 le cose che controllo di avere con me quando esco di casa: le chiavi, il portafogli, il cellulare e l’aipod.
Tra le quattro forse l’ultima è la più importante visto che non vado neppure a comprare il latte senza gli auricolari infilati nelle orecchie. Spesso la musica che ascolto si fonde con il mondo che mi circonda diventandone una perfetta, casuale colonna sonora.
Anche stamattina esco di casa selezionando la mia pleilist preferita.
So che inizierà con Lov tudai di Mikka, seguita da Niu sciuses di Paolo Nutini e via via. E invece, parte Bruci la città di Irene Grandi.
Un attimo di smarrimento. Mi fermo. Controllo lo schermo. La compilescion è giusta ma non la sequenza. Controllo meglio e scopro che l’aipod è in funzione sciaffol. Sto per rimettere la sequenza normale ma ci ripenso e lascio al caso la scelta del brano successivo a quello che sto ascoltando e mi chiedo: può la funzione dell’aipod “sciaffol/sequenza ordinata” essere un ulteriore elemento per conoscere meglio la personalità di qualcuno? Quanti preferiscono sapere in anticipo quello che andranno ad ascoltare e quanti invece preferiscono farsi “sorprendere” da una sequenza che non hanno gestito?
E’ possibile che una scelta tanto banale possa rivelare la nostra intima attitudine alla vita? Calcolatori o fatalisti? Nevrotici o risolti? Furio o Fantoni?
Io sono uno di quelli a cui la rutin dà sicurezza. L’imprevisto mi mette ansia. Forse è anche per questo che non metto mai la modalità sciaffol. Voglio sempre sapere dove vado, sapere cosa verrà dopo, anche dopo il brano che sto ascoltando. Il fascino romantico dell’imprevisto non mi ha mai convinto molto.
Ma se invece, qualche volta, provassi a sovvertire le mie certezze (che poi certe non lo sono quasi mai)? Quelle rare volte che sono stato costretto ad arrendermi all’imprevisto, alla fine, mi sono anche divertito, constatando che, dopo tutto, non era finito il mondo.
Comunque oggi, lascerò la modalità sciaffol.
Si può iniziare anche da una scelta insignificante come quella di spostare una levetta sull’aipod per lasciare al caso la possibilità di sorprenderci.

27 commenti:

Anonimo ha detto...

buongiorno!!
oggi a me sono toccate:
1. e la luna bussò
2. I'm what I'm
3. motocicletta
4. ....
5. sesso senza amore

la 4 era almeno tu nell'universo. la lacrima in motorino non mi pareva il caso.. incidenti in modalità sciaffol.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

caro anonimo però pure te! con quella pleilist già tanto che non ti è cadua una miucca in testa!!!
PS: chi sei?

frontix ha detto...

...oddio Insy quanto mi ci rivedevo nel tuo post... anch'io non amo l'imprevisto... però anche io mi impegno a conviverci, perchè la routine fa male... invecchia precocemente... detto questo, corro ad immergermi nella crema antirughe... ;)

Anonimo ha detto...

sono un pezzetto della tua personalità random..
oscar
mi dimenticai di firmare, pardon!

FireMan ha detto...

io faccio la guerra tutti i giorni contro gli eventuali imprevisti, ma piu sono agguerrito piu sono sicuro che perdo... e allora sti'c.... lasci o andare le cose come vanno...

fm

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

oscar, hai il nome da immigrato messicano. ti dico solo questo...

oscar ha detto...

mpf..
anche di un mezzo presidente della repubblica italiano, di un grande scrittore omosessuale e di un uomo nudo dorato con una grossa spada!

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

meglio nudo che devoto alla Vergine come quello la!!!!

oscar ha detto...

concordo!
anche se la frase "io non ci sto" mi risulta stranamente familiare..

fuocofreddo ha detto...

Ciao Insi,
galoppando da un link ad un altro sono giunto al tuo blog, veramente spassoso.
Riflettevo sul fatto che non amo lo sciaffol... sono così abituato a sentire la medesima sequenza di brani che nella mia testa Una musica può fare (Max Gazzè) - Mai come ieri (Mario Venuti) - Sally (Fiorella Mannoia) sono una sola canzone, una sorta di rapsodia italica della durata di una dozzina di minuti e quando alla radio ne sento una non seguita dall'altra ci resto male come quando da piccolo mi cadeva la panna dal cono gelato (che mi ostinavo a leccare tenendolo in orizzontale)
Finalmente sono le 18.00 e posso uscire da lavoro (a fine luglio fortunatamente non c'è troppo da essere produttivi).
Ciao

redrum ha detto...

io voto sciaffol tutta la vita. sono ormai 4 anni che posseggo uno di quei simpatici trabocchetti (da quando pesava 6 kili e aveva lo schermo di un casio anni 80) e credo non abbia mai suonato in modalità sequenziale. sarà che mi piace farmi sorprendere?

oggi per esempio mi ha somministrato "hyper ballad" di bjork di cu, guarda caso, ho parlato proprio ieri sera a cena. che emozione (direbbe il tenerone....)

certo, poi a riportarmi all'amara realtà come un getto d'acqua fredda è arrivata "sbucciami" di malgioglio... ma chettelodicoaffà...

Anonimo ha detto...

non trovate che il ghei quando passeggia con l'aipod non solo cammina a ritmo, ma azzarda la falcata da mariacarla boscono in passerella Cavalli??


dario

fuocofreddo ha detto...

Dipende,
se ascolta musica ritmata gradevole, le movenze di mariacarla boscono sono un paragone azzecatissimo, se per caso ascolta Madonna il ghei medio non si trattiene e ricorda un tantinello più la grazia di Luciana Turina posseduta da Bud Spencer (ops scusate Bad Spenzer)

oscar ha detto...

e quando passano gli scissors e il gaio comincia a canticchiare in tram con la voce suadente di tina pica, ne vogliamo parlare o no?

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

non prendo il tram proprio per questo motivo...

Anonimo ha detto...

io ogni volta che sento "eng ap" comincio a far girare le braccia a mulinello. ovunque sia...

dario

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

poi con qelle braccia lunghe..

Anonimo ha detto...

appunto! non un gran bello spettacolo.

dario

oscar ha detto...

ma dai? pensavo che non si salisse sul tram per non farsi toccare il culo. o forse quello era un buon motivo per salirci? la memoria fa brutti scherzi.

Aladar ha detto...

Fantastico il tuo blog....
Per quanto riguarda lo sciaffol si /sciaffol no ( ...E fatte una pizza direbbe Claudia Mori), io sono per il SI; il fantastico momento di attesa della canzone che seguirà...

Per farti un esempio, le prima 5 in sciaffol del mio lettore sono state oggi:

Ciao Variete dei Gatti di Vicolo Miracoli
Gino e l'Alfetta di Daniele Silvestri
Quasi Autobiografico di Cristiana Malgioglio
Dimmi che mi ami di Nada
Glosoli dei Sigur Ros

Che dici? Prenoto una seduta dallo psicanalista?

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

caro aladar, il contenuto del tuo aipod mi dice che sei un cultore della musica come dire...chemp. credo di essere l'unico ghei a non avere tale cultura. mi aiutate ad erudirmi?
INSY

oscar ha detto...

ragazzi scusate,
ma io pensavo di essere vergognoso con i pezzi di venditti che ogni tanto il mio aipoddo lancia a tradimento. ma qua vedo che malgioglio va per la maggiore..

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

si ma malgioglio è camp venditti, scusa ma è patetico :)

oscar ha detto...

e noooo. ma proprio no.
malgioglio non se pò fa.
vuoi mettere con lilly o notte prima degli esami, schiusa?
te lo dice uno che s'è sparato gli scissors e a seguire george, in una settimana.
ma malgioglio no!

Bluelake ha detto...

Io adoro la funzione sciaffol, sia nell'mp3 che nel lettore cd della macchina che sul pc con Winamp... anche se quando mi mettono in sequenza come stamani "Gino e l'alfetta" di Silvestri, "Ahi ahi ahi" di Pieraccioni, "Raffaella è mia" della Tiziana Ferro, "Pictures of you" dei Last Goodnight e "Toxicity" dei SOAD ho sempre paura di veder sbucare l'ambulanza per l ricovero coatto in psichatria...

pbulma ha detto...

Anche a me non piacciono le incertezze e gli imprevisti.
Sono la persona più insicura al mondo ma se c'è una cosa che adoro e tenere l'aipod in modalità sciaffol!
Anche perchè ci sono volte che non so cosa voglio ascoltare (cioè quasi sempre) mentre Lui lo sa.
E male che vada si può sempre saltare alla prossima traccia!

E poi vuoi mettere quando vengono fuori quegli accrocchi spettacolari con canzoni che non sapevi neanche di avere?

mqq ha detto...

Insy, sei spassoso, originale, riflessivo, sensibile, profondo, leggero e tanto altro ma in quanto a musica hai dei gusti di una banalità sconcertante. Peccato che il gusto non sia una cosa sulla quale si possa argomentare. Infatti c'è sempre qualcuno che ti ricorda che "i gusti sono gusti". Però ti domanderei: nel tuo iPodShuffle non ci capita mai un po' di musica classica?