venerdì 27 luglio 2007

SOPPALCO O MORTE?


Finalmente dopo anni di supremazia incondizionata, il documentario di Nescional Geografic sulla costruzione della linea ferroviaria Turca alla fine dell’‘800 cede lo scettro di spettacolo più noioso e inutile della galassia a Ultravaiolet, film di fantarottura di coglioni con quella patata dolce di Milla Iovovic.
Reggo 24 minuti contati. Questa che per tutto il tempo spara a chiunque cambiando colore di capelli a ogni sequenza. Comunque grazie a lei risparmio 35 gocce di EN per dormire e con l’ultimo alito di vita punto il ventilatore verso l’alta vetta del letto e salgo le scalette del mio letto a soppalco. Ero così stanco che sembrava stessi scalando il Gran sasso. Io lo sapevo che andando a letto con le monache di clausura del monastero dei Santissimi Quattro non avrei dormito bene ma non pensavo sarebbe stata la notte peggiore dell’ultimo anno. Mi sono svegliato 13 volte, contate. Sceso a prendere da bere: 5 volte. Pipì: 4 (l’alternativa sarebbe stata non bere, ma se non bevevo non reintegravo i fiumi di sudore, insomma un circolo umidamente vizioso). Aprire la finestra per il caldo, chiudere la finestra per il rumore: non meno di 4 volte (è meglio l’asfissia che la caciara di San Lorenzo). Riposiziono il ventilatore un paio di volte aumentando anche la potenza. Insomma stamattina alle 7, quando decido che era meglio scendere al campo base che restare in piccionaia avevo fatto non meno di 5000 gradini: in pratica 4 lezioni di step. Stamattina ho i quadricipiti femorali che sembrano quelli di una rana e la faccia gonfia come una zampogna.
Vi prego, non fatevi mai un letto a soppalco a meno che non abbiate l’aria condizionata o un sistema automatico di carrucole per scendere e salire.

5 commenti:

FireMan ha detto...

certo che tra te e l'umido, a quanto lasci capire, c'è una certa affinità: prima le saune, ora il sudore, cosa nel prossimo post?

;)

FireMan

F. ha detto...

Ehi Insay, questo fireman ha già caito tutto di te... ;-)

F. ha detto...

* capito...

frontix ha detto...

...ma come Insy... mi distruggi un mito... il letto a soppalco dell'Ikea, che mi piaceva tanto.... vabbè che quando lo vedi sui cataloghi dell'Ikea è ambientato in graziose casette dove caldo e rumore non si sa nemmeno che cosa siano... ma insomma, un po' di sensibilità... a proposito, tu sotto il letto a soppalco cosa ci hai messo??? la scrivania pc o il divanetto???

oscar ha detto...

a però!
bella la cera che hai dopo una nottataccia. a, complimenti per l'asciugamano. me lo presti?