martedì 31 luglio 2007

MI SONO BRUCIATO.


Anche quest’estate è andata così. La quinta senza fidanzato. Credo che a questo punto dovrebbe intervenire il ministro di grazia e giustizia con un decreto legge apposta per me. Non credo ci siano le condizioni né umane né divine per cui debba meritarmi una condanna del genere. Insomma sono fidanzate ormai praticamente tutte le persone che mi circondano, persino quelle che non vorrebbero esserle e c’è persino chi di fidanzati ne ha due o tre (rubando anche quello che statisticamente spetterebbe a me!!).
E’ anche vero che inizio ad avere il vago sospetto che sulla piazza di Roma sia ormai bruciato. Penso di poter applicare al mio caso il concetto di saturazione per cui ormai mi trovo bloccato in una fase di stallo. Quelli con cui potevo stare ci sono stato, quelli che in questi lustri mi hanno detto di no continuano a dirmi di no e quelli a cui io ho detto di no non hanno fatto nulla per farmi cambiare idea. Ho ancora qualche speranza con i forestieri ma solo perché non mi conoscono (e soprattutto non conoscono la mia fama). Quindi io praticamente ho il rimorchio stagionale come i romagnoli che aspettavano le svedesi d’estate per accoppiarsi, salvo passare lunghi inverni di solitudine. Facendo due calcoli quindi a me va bene: durante il periodo di Natale/Capodanno, Pasqua e Pasquetta, i vari primi maggio, 25 aprile e ferragosto (gli ultimi solo se non mi cadono di domenica, in tal caso i periodi fertili si riducono drasticamente). Durante questi periodi di festività sono tutto un fermento. Organizzo comitati d’accoglienza alla stazione Termini per accaparrarmi i primi arrivati. Sto seriamente pensando di stampare volantini e brosciur, un po’ come fanno gli alberghi, e metterli nei dispenser negli uffici d’informazione turistiche alle stazioni e agli aeroporti. Io non credo alla stronzata dell' "arriva quando meno te lo aspetti". Trovare un uomno è come cercare un lavoro. Necessita di attenta ricerca e scrupolosa costanza. Quando mai qualcuno ha trovato un lavoro "quando meno se lo aspettava?". A casa mia quelli si chiamano fannulloni!
Unica alternativa a tutto questo, le trasferte o, come preferisco chiamarli io, “i viaggi della speranza”. In sostanza la filosofia è quella che ho mutuato da una mia amica lesbica parlando dei suoi rimorchi: “o me la dai o me la vengo a prendere”. Infatti se esco dal Grande Raccordo Anulare, qualcuno ce lo frego ancora. Adesso vorrei provare a sentire il servizio clienti di FFSS per proporre una tessera mensile a chilometraggio illimitato, un po’ come la tessera intera rete della Trambus (che io nostalgicamente ancora preferisco chiamare ATAC).
Del resto qui a Roma mi restano pochissime e temerarie alternative:
1) o aspetto come un falco predatore che qualcuno si sfidanzi per approfittarne (in genere quelli fidanzati da molto girano poco e forse, dico forse, non mi hanno visto ovunque come tutti gli alti);
2) o mi metto con uno di 20 anni che per ovvi motivi anagrafici mi potrebbe vedere come una “novità”;
3) o mi metto con qualche vecchio disperato, ma siccome tra poco ci divento io vecchio (disperato già lo sono) vorrei evitare un futuro fatto di padelle da svuotare quando avrei bisogno che qualcuno svuotasse le mie.
Una mia collega dice che dovrei cambiare giri, evitare di andare nei soliti locali, frequentare altri ambienti. Lei ovviamente è una di quelle care ragazze che ha un’idea edulcorata di noi ghei, un po’ stile Moris di Foster. Ci vede a vernissag di mostre d’arte, per presentazioni di libri o in qualche casa della cultura. Beata ignoranza. Il che potrebbe però essere vero se non fosse per il fatto che io mi rompo tremendamente le palle in posti del genere e per il fatto che, sì, li di ghei ci sono, ma ve li farei vedere: al di la di ogni tentazione, anche per un disperato come me.
Non so, potrei iniziare a fare davvero l’alternativo e provare arditi rimorchi al buling di Parco dei principi, oppure alla sagra del fico e del pernil a Bucchianico.
Cari amici, conoscenti o solo occasionali lettori, voi cosa mi suggerite?

16 commenti:

vanity hair ha detto...

Ti suggerisco di non disperarti, come diceva una canzone...
"Quando l'amore viene il campanello suonerà"

F. ha detto...

Insy perchè non espatriamo??? Ci potremmo fare un annetto a Niu Iorch! oppure a Sidnei...

David ha detto...

...sinceramente ad aver visto le foto di un compleanno sulla terrazza, mi sembra un po' strano che ti trovi nella situazione che descrivi...uhm

Potresti creare tu un sito in cui l'iscrizione è riservata alle tipologie di uomo da te preferite.

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

per VH: ti giuro sulla tomba dei miei avi che se risento dire "arriverà quando meno te lo aspetti" getto un urlo che mi sentono fino al cantoon Ticino :)

PerF.: io prpongo sempre Lurd. E' più sicuro.

per David: lo so che non sono un cesso. per questo mi rode il culo. fossi vittima della maledizione della zingara di piazza del popolo alla quale mi rifiuto di fare elemosina?

David ha detto...

per Insy: mentre camminavo per strada un momento fa, pensavo alla stessa cosa...persone nn particolarmente belle hanno l'omino...devo cercare qualche zingara in giro e vediamo che succede.

frontix ha detto...

... caro Insy, io un suggerimento te lo avevo dato... ma hai dato OTTIME motivazioni per ritornarlo al mittente... a questo punto, direi che: 1) mi fidanzo io con te (ma dalla descrizione del tuo uomo ideale non credo di essere il tuo tipo...ti dovresti decisamente accontentare...) 2) ti invito dalle mie parti per scandagliare il terreno (ora abito a bologna ma fra poco mi trasferisco a firenze... quindi avresti ben due "piazze" da perlustrare)... Che ne pensi? (della seconda ipotesi... della prima ti esonero dal trovare scuse gentili, tipo "sai ho deciso di dedicarmi alla spiritualità e farò voto di castità"...) ;)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

caro frontix, io direi che si può fare...;)

Andre ha detto...

datti alla pasta di sale. te lo ripeto sempre..

frontix ha detto...

ah Insy, e non perdere tempo con le zingare... io è una vita che do' 1€ a chiunque chieda a qualsiasi titolo... mi ci compravo la ferrari... ma sono soldi buttati... ;)

Francesco ha detto...

Ho letto d'un fiato il tuo blog e mi piace quello che scrivi e come lo scrivi. Ero a Roma fino a ieri, pensa un po', per lavoro. Se mi fossi venuto a prendere alla stazione Termini non mi sarebbe dispiaciuto.. Come vedi, se non l'amore, almeno i boys a cui piaci ci sono (frase molto cazzara, ma sincera)! Ti lasci la mia mail, non si sa mai: mitrishelp@libero.it.
ciao bello

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

per Andrea: tu intanto scendo che poi te la faccio vedere io la pasta di sale!!

X Frontix: hem...veramente io ho detto che NON le do mai un centesimo, forse è per questo che mi dice pedale...:)

X Francesco: come die Costanzo, la vita è fatta di treni persi e appuntamenti mancati:)
comunque io qua sto.

INSY

Francesco ha detto...

E' per questo che preferisco prendere l'aereo; con la storia del check-in devi arrivare in anticipo, quindi meno rischio di perderlo.
Anche io qua sto, cioè nell'orrida Milano. Ogni commento denigratorio sulla città e i suoi abitanti potrà essere usato contro di voi in tribunale; certi privilegi spettano unicamente a chi ce vive per davero, ok?! :)

INSY LOAN E LO STATO DELLE COSE ha detto...

X Francesco: oddio sei di Milano?! Ma dalla nascita? e che ci fai li?

Francesco ha detto...

Vuoi dire dalla morte? Sì, dalla morte. In attesa di resuscitare in un luogo migliore, fatto di cose belle e gente "take it easy" (senti, senti 'sta milanesità innata e strisciante....).

Anonimo ha detto...

basta parlare male di milano e dei milanesi... è come parlare male di paris hilton....
dario

frontix ha detto...

... sìsì Insy avevo capito che NON dai 1 cent alla zingara... e di dicevo (non mi sono spiegato bene) di continuare a NON darglieli, tanto è inutile, dalla mia esperienza sono soldi buttati... ;)